EDITORIALE

Difficile vincere l'Isis se gli alleati litigano

Difficile vincere l'Isis se gli alleati litigano

L'esercito iracheno in marcia verso Mosul

0

Dopo Mosul, la capitale irachena del sedicente Califfato, nel mirino della coalizione che sta combattendo l'Isis c'è Raqqa, la capitale siriana dello Stato islamico. Ad affermarlo, dopo le bellicose dichiarazioni di François Hollande che martedì ha detto che «bisogna fare in modo che il Daesh (l'acronico arabo con cui viene indicato l'Isis) venga sradicato dappertutto e non possa più rinserrarsi in una nuova roccaforte», è stato il segretario alla difesa Usa, Ash Carter. Carter ha dichiarato, in una intervista a Nbc news, che l’offensiva per riconquistare Raqqa «comincerà nelle prossime settimane». Il segretario alla Difesa ha quindi sottolineato che il previsto assalto alla città siriana è da tempo «nei piani» del Pentagono.
Se stiamo alle affermazioni ufficiali, quindi, il destino dell'Isis sembra segnato e, con un po' di ottimismo, pare probabile che tra qualche mese l'anomalia di un autoproclamato Stato islamico, nelle zone a maggioranza sunnita dell'Iraq e della Siria, sarà consegnata ai libri di storia.
Ma è davvero così? Possiamo davvero scrivere la parola fine alla parabola del sedicente Califfato solo con l'uso della forza militare? Proviamo a dare una risposta a queste domande.
La coalizione che combatte gli integralisti islamici è, sulla carta, estremamente potente. Molto più potente dell'Isis stessa, che, dopo mesi di bombardamenti più o meno mirati, ha sempre meno risorse, sia dal punto di vista militare sia dal punto di vista economico. Sembra quindi un gioco da ragazzi dare l'ultima spallata all'Isis.
Ma la coalizione schierata contro il Daesh è anche profondamente fratturata al suo interno. Da una parte c'è la Russia che, ora come ora, si è focalizzata sulla riconquista di Aleppo, dove, oltre agli oppositori di Assad ci sono pericolosi integralisti islamici, ma non sotto le bandiere del Califfato, quanto piuttosto sotto quelle ormai logore di Al Qaida. L'ex Fronte al-Nusra - che ora si fa chiamare Jabhat Fateh al-Sham - è un ricettacolo pericolosissimo di integralisti islamici, anche con passaporto europeo, ma, a suo modo è un nemico storico dell'Isis e gode del sostegno, naturalmente ufficioso, delle monarchie sunnite del Golfo.
E qui spunta il secondo problema: la guerra, neppure tanto «fredda», tra l'Islam sunnita e l'Islam sciita. In teoria l'Iran e Arabia Saudita sono nella coalizione che combatte l'Isis, ma in pratica Teheran e Riad s'affrontano in Yemen dove è in corso una brutale e molto sanguinosa guerra civile. Un altro terreno di scontro è il Bahrein, dove le istanze della maggioranza sciita sono represse nel sangue tra l'indifferenza generale. L'Arabia Saudita, poi, non vede di buon occhio il rafforzarsi dell'Iraq che, dopo la defenestrazione di Saddam Hussein, è diventato un Paese dove comanda la maggioranza sciita. Se non bastasse questo bisogna anche tener conto delle valutazioni geopolitiche diverse, per usare un eufemismo, che esistono all'interno delle monarchie del Golfo, in particolare tra Arabia Saudita e Qatar.
La situazione sembra già abbastanza complicata, ma bisogna aggiungere altri attori. C'è la Turchia, con un esercito possente e ben addestrato, che vuole giocare un ruolo. Poi ci sono i curdi, divisi in mille sigle, che sono i «soldati» sul terreno della coalizione filo-occidentale, ma al tempo stesso sono considerati terroristi da Ankara. Non ci vuole molto per capire che l'Isis è forte per la debolezza della coalizione che lo combatte. E finché la situazione sarà questa difficilmente le vittorie militari provocheranno la sconfitta del sedicente Califfato.
pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

2commenti

ANCONA

Terremoto: sindaci regioni terremotate a Loreto

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Roberto D'Aversa

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

2commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

5commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

12commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

Anga Parma

l calendario dei giovani imprenditori agricoli

Per raccogliere fondi a favore delle aziende agricole colpite dal terremoto nel Centro Italia

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

2commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

8commenti

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

1commento

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti