17°

30°

EDITORIALE

Difficile vincere l'Isis se gli alleati litigano

Difficile vincere l'Isis se gli alleati litigano

L'esercito iracheno in marcia verso Mosul

0

Dopo Mosul, la capitale irachena del sedicente Califfato, nel mirino della coalizione che sta combattendo l'Isis c'è Raqqa, la capitale siriana dello Stato islamico. Ad affermarlo, dopo le bellicose dichiarazioni di François Hollande che martedì ha detto che «bisogna fare in modo che il Daesh (l'acronico arabo con cui viene indicato l'Isis) venga sradicato dappertutto e non possa più rinserrarsi in una nuova roccaforte», è stato il segretario alla difesa Usa, Ash Carter. Carter ha dichiarato, in una intervista a Nbc news, che l’offensiva per riconquistare Raqqa «comincerà nelle prossime settimane». Il segretario alla Difesa ha quindi sottolineato che il previsto assalto alla città siriana è da tempo «nei piani» del Pentagono.
Se stiamo alle affermazioni ufficiali, quindi, il destino dell'Isis sembra segnato e, con un po' di ottimismo, pare probabile che tra qualche mese l'anomalia di un autoproclamato Stato islamico, nelle zone a maggioranza sunnita dell'Iraq e della Siria, sarà consegnata ai libri di storia.
Ma è davvero così? Possiamo davvero scrivere la parola fine alla parabola del sedicente Califfato solo con l'uso della forza militare? Proviamo a dare una risposta a queste domande.
La coalizione che combatte gli integralisti islamici è, sulla carta, estremamente potente. Molto più potente dell'Isis stessa, che, dopo mesi di bombardamenti più o meno mirati, ha sempre meno risorse, sia dal punto di vista militare sia dal punto di vista economico. Sembra quindi un gioco da ragazzi dare l'ultima spallata all'Isis.
Ma la coalizione schierata contro il Daesh è anche profondamente fratturata al suo interno. Da una parte c'è la Russia che, ora come ora, si è focalizzata sulla riconquista di Aleppo, dove, oltre agli oppositori di Assad ci sono pericolosi integralisti islamici, ma non sotto le bandiere del Califfato, quanto piuttosto sotto quelle ormai logore di Al Qaida. L'ex Fronte al-Nusra - che ora si fa chiamare Jabhat Fateh al-Sham - è un ricettacolo pericolosissimo di integralisti islamici, anche con passaporto europeo, ma, a suo modo è un nemico storico dell'Isis e gode del sostegno, naturalmente ufficioso, delle monarchie sunnite del Golfo.
E qui spunta il secondo problema: la guerra, neppure tanto «fredda», tra l'Islam sunnita e l'Islam sciita. In teoria l'Iran e Arabia Saudita sono nella coalizione che combatte l'Isis, ma in pratica Teheran e Riad s'affrontano in Yemen dove è in corso una brutale e molto sanguinosa guerra civile. Un altro terreno di scontro è il Bahrein, dove le istanze della maggioranza sciita sono represse nel sangue tra l'indifferenza generale. L'Arabia Saudita, poi, non vede di buon occhio il rafforzarsi dell'Iraq che, dopo la defenestrazione di Saddam Hussein, è diventato un Paese dove comanda la maggioranza sciita. Se non bastasse questo bisogna anche tener conto delle valutazioni geopolitiche diverse, per usare un eufemismo, che esistono all'interno delle monarchie del Golfo, in particolare tra Arabia Saudita e Qatar.
La situazione sembra già abbastanza complicata, ma bisogna aggiungere altri attori. C'è la Turchia, con un esercito possente e ben addestrato, che vuole giocare un ruolo. Poi ci sono i curdi, divisi in mille sigle, che sono i «soldati» sul terreno della coalizione filo-occidentale, ma al tempo stesso sono considerati terroristi da Ankara. Non ci vuole molto per capire che l'Isis è forte per la debolezza della coalizione che lo combatte. E finché la situazione sarà questa difficilmente le vittorie militari provocheranno la sconfitta del sedicente Califfato.
pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cannes, tris di bionde per la Coppola

cinefilo

Cannes, tris di bionde per la Coppola Video

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester

MUSICA

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester Video

Esauriti ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

MUSICA

Esauriti gli ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

Notiziepiùlette

Ultime notizie

A Parigi, per dodici mesi tra paesaggi e ritratti

VIAGGI

Parigi val bene un weekend. Ecco i nostri consigli

di Luca Pelagatti

Lealtrenotizie

Parma, non far lo stupido stasera

PLAY off

Parma, non far lo stupido stasera: c'è Baraye (La formazione crociata). Traffico in tilt attorno allo stadio (la viabilità)

Il programma dei quarti: tutte giocano alle 20.30

via trento

Alcol a chi era già ubriaco: negozio "punito" fino a fine ottobre

3commenti

anteprima gazzetta

Il voto a Parma, un "laboratorio" per tutta l'Italia

Nell'edizione di domani: bocconi avvelenati, scherzi pericolosi di ragazzini a Sorbolo e Traversetolo

gazzareporter

Scherzi a parte? No, via Montebello, strada dei parcheggi assurdi Foto

LA STORIA

Radio Deejay: love story autista bus - passeggera, impazza il gossip parmigiano

allarme

Sorbolo, "quei ragazzini che fingono di finire sotto le auto"

5commenti

tg parma

Ex scuola di Baganzola, rogo distrugge l'archivio "Magnanini". E' doloso? Video

furto

Se i ladri rubano le magliette dedicate a un amico scomparso....

stradone

L'associazione dei writers: "Il Comune ci affidi il sottopasso: sarà spazio culturale"

2commenti

LA POLEMICA

Avversari all'attacco di Pizzarotti

13commenti

SPECIALE ELEZIONI 2017

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

1commento

Traversetolo

E sotto il futuro Conad spunta un villaggio neolitico

Lo scavo sotto il Torrazzo porta alla luce 32 strutture e 4 tombe risalenti al V millennio avanti Cristo

sos animali

Via Aleotti, avvelenato un cane. Sospetto bocconi nell'area verde

PROGETTI

Pilotta, l'alba di una nuova era. Già rinvenuti tre busti

1commento

polizia

L' "ordinaria" sequenza di furti nei supermercati: denunciati in tre

1commento

motori

Abarth Day, a Varano oltre 5 mila fan dello Scorpione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

visita

Trump dal Papa. Per Melania e Ivanka non solo Dolce Vita Gallery

terrorismo

Manchester, la famiglia di Abedi avvertì della sua pericolosità. Identificate le 22 vittime

1commento

SOCIETA'

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

cinema

A Cannes il ritorno di Irina (splendida e sexy) a due mesi dal parto

SPORT

formula 1

Gp di Monaco, è già sfida Vettel-Hamilton. E torna Jenson Button

CICLISMO

Giro, vince Rolland. Dumoulin sempre in rosa

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancora più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare