12°

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

Colpito il simbolo della gioia di vivere
Ricevi gratis le news
1

Il primo ricordo che ho di Barcellona è quello di alcuni marinai americani che trasportano sulle spalle, apparentemente senza sforzo, una cassa piena di bottiglie di birra nel caos pomeridiano delle Ramblas. La loro provvista d’alcol per la serata che stava iniziando e che probabilmente poi è finita con il ritorno verso il porto nella notte, sicuramente barcollanti, forse felici. Non avevo ancora finito il liceo e la Spagna sembrava più che addormentata, quasi catatonica: non si era ancora ripresa dalla lunga agonia del Caudillo Francisco Franco. Una cappa plumbea che sarebbe stata spazzata via solo con il ritorno a pieno titolo in Europa. Eppure Barcellona era diversa: c’erano ancora i murales che inneggiavano alle imprese del «Tertio», la Legione straniera spagnola, il nerbo dell’esercito franchista durante la «guerra civil», ma anche quelli che chiedevano la libertà della Catalogna. E soprattutto c’erano le Ramblas, piene di vita (e di borseggiatori) con i negozi dove si vendevano i «churros» e i bar dove trovavi le «caracoles picantes», le lumache piccanti che si pescano con uno stuzzicadenti. Allora come oggi.

Questo per dire che le Ramblas sono il simbolo di Barcellona. Più della Vergine Nera di Montserrat. Non un simbolo religioso, quindi. Ma il simbolo della gioia di vivere. Per questo Barcellona è stata colpita.

Si è molto discusso sul fatto che la Spagna sia un obiettivo legittimo, secondo la propaganda del terrorismo jihadista, perché una volta faceva parte del Califfato. E c’è una parte di verità in questo. Ma per quel che ne sappiamo la maggioranza dei terroristi islamici non è granché erudita. Pochi hanno studiato, quasi sempre si sono avvicinati alla religione tardivamente e da autodidatti. Gente che odiava le sottigliezze e le giustificazioni storiche ancor prima di radicalizzarsi. Semplicemente gli serve un «gancio» per mettere in atto il loro progetto di martirio, per spettacolarizzare il gesto che, attraverso la morte, darà un senso alla loro vita, secondo il loro credo distorto.

Quello che conta è il risultato, ed è lo stesso se si colpiscono civili inermi, donne e bambini: per loro siamo tutti colpevoli di vivere una vita al di fuori delle loro rozze regole pseudoreligiose. Nessuno è innocente. Nessuno ha diritto a essere risparmiato.
E non c’è nulla di meglio di un posto dove si possono colpire persone di tutte le nazionalità – i morti e i feriti provengono da più di 30 paesi – con il minimo sforzo. Le Ramblas, appunto. Ma potrebbe essere qualunque altro luogo pieno di gente, magari con meno rilievo mediatico: a Turku in Finlandia come a Wuppertal in Germania.

E veniamo ora alle armi dei terroristi. Il commando che ha agito a Barcellona ha provato a usare le bombe. Ma mentre le stavano assemblando sono riusciti a far esplodere il loro covo. Poi hanno pensato di affittare un camion, ma nessuno aveva la patente adatta. Alla fine hanno optato per due furgoni e alcuni coltelli. Terrorismo «low tech», quindi, ma non per questo meno letale.
L’unica soluzione sono difese passive: barriere che lascino passare i pedoni, ma blocchino i veicoli, anche sulle Ramblas. E apparati investigativi che si insospettiscano quando un appartamento scoppia per l’esplosione contemporanea di più bombole di gas. Non c’è una pallottola d’argento. Solo la prevenzione e la pazienza ci permetteranno di vincere la guerra.
pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Valerio

    22 Agosto @ 11.57

    raq.cantiere.hera@gmail.com

    Carissimo Paolo, purtroppo non c'e' barriera che riesca a contenere la stupidita' umana. Diceva un corollario sulla legge di Murphy che gli idioti sono piu' furbi dei mezzi "anti idioti" che inventiamo ogni giorno. blocchi di cemento??? dove, come... Ieri ero a Brugge, un bellissimo villaggio in Belgio e? centinaia di persone lungo le strade, agli incroci ad aspettare di attraversare. Qualche giorno fa ero in un centro commerciale, pieno, gente felice, mamme con bambini. Basta un idiota a scatenare il panico e mietere decine di vittime. Non e' con i blocchi che si ferma l'idiozia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

5commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

spagna

Italiano ucciso in una rissa a Barcellona

MILANO

Ladro ucciso: l'oste pubblica le sue ricette per pagarsi il processo

1commento

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Milan e Atalanta, pari per la Lazio: tutte qualificate

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery