19°

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

La piccola vittoria di una grande Merkel
Ricevi gratis le news
1

Angela Merkel avrà il suo quarto mandato da Cancelliera, confermando quello che da mesi i sondaggi prevedevano. Ma non si sa con quale coalizione.
«Die Mädchen», «la ragazzina», il vezzeggiativo con cui la chiamava, affettuosamente e paternalisticamente, Helmut Kohl, ha battuto il suo padre politico - che come in ogni buon intreccio edipico aveva pugnalato alle spalle quando per lui erano arrivate le prime vere difficoltà - sia in longevità che per capacità politica. Ma il suo partito bicefalo - la Cdu che raccoglie i popolari di ispirazione evangelica e gli alleati cattolici bavaresi della Csu - ha preso un bello schiaffone in faccia. In termini numerici - se le proiezioni che in Germania sono decisamente affidabili saranno confermate - la Cdu-Csu ha perso più dell'8% dei voti e il 33% raggiunto è uno dei peggiori risultati di sempre. Non è andata meglio ai partner di governo della «Große Koalition» - la «grande coalizione» - cioè ai socialdemocratici della Spd che non arrivano al 21% con una perdita secca di più di quattro punti percentuali rispetto alle - per loro - disastrose elezioni del 2013. I due partiti maggiori, figli delle grandi famiglie politiche europee, cioè i cristiano-popolari e i socialisti, hanno perso assieme 13 punti.
Un vero e proprio terremoto per un elettorato tradizionalmente stabile come quello tedesco. Un sisma che incrina il cardine della politica tedesca: cioè che si governi a partire dal «Mitte», il «centro», declinato nella variante popolarcristiana o in quella socialdemocratica. E negli ultimi anni le due grandi chiese politiche hanno officiato insieme.
Da ieri, però, «Die Mitte» è sempre più piccolo e, pur se ancora rilevante, è un po' meno stabile, cosa dimostrata anche dal fatto che tutti gli altri partiti - chi con percentuali da prefisso telefonico, chi con strabilianti passi in avanti (sempre in termini tedeschi) - hanno guadagnato consensi. La destra estrema di Alternative für Deutschland è il terzo partito con oltre il 13% dei voti. E' la prima volta dal 1950 che un partito a destra della Cdu-Csu entra il Parlamento. Sono voti che verranno messi in congelatore perché nessuno si prenderà la responsabilità di fare un'alleanza con loro. Ma sono voti che contano a livello simbolico e che, se i dirigenti del partito nazionalista antieuropeo e con venature xenofobe saranno abbastanza abili, potrebbero determinare l'agenda politica dei prossimi anni. Hanno ottenuto un ottimo risultato anche i liberali, che tornano nel Bundestag. Bene anche i verdi. Pure la «Linke» - la sinistra - ha guadagnato qualche zero virgola.
A questo punto per la Merkel formare una coalizione è un bel problema. Le soluzioni - tenendo conto che i voti di AfD sono più radioattivi del plutonio - sono due. Una è la riedizione della «grande coalizione», ma è già stata esclusa da Martin Schulz, il leader della Spd che per ora rimane in sella in mancanza di meglio. Resta la coalizione «Giamaica» con i liberali (che tradizionalmente sono rappresentati con il giallo) e con i verdi. Con il nero della Cdu-Csu si ottiene la bandiera dello stato caraibico. In questo caso i numeri ci sono, ma un programma che metta insieme un partito «pro-business» come i liberali e un partito ecologista piuttosto radicale come i verdi è difficile da immaginare. Le Merkel riuscirà a venire a capo del puzzle e soprattutto riuscirà a formare una coalizione funzionante? Questa per lei è la sfida più grande.
pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • killer

    26 Settembre @ 16.01

    Crisi Greca, clandestini a go go, Brexit, Grande Merkel!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro