-3°

14°

EDITORIALE

E Peppone finì al bando proprio nella sua Bassa

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
5

N ella Bassa, diceva Guareschi, il sole batte come un martello sulla testa della gente, così capita che a volte si accendano passioni e che ci si metta a litigare come dei matti per questioni bizzarre. Siamo però all'inizio di ottobre, il sole - quando c'è - è leggero, e quindi si fatica a capire il clima surriscaldato della politica di Soragna. Questa settimana il consiglio comunale ha votato un'inedita (davvero non s'era mai visto né udito nulla del genere, in tutta Italia) mozione con la quale si mette al bando l'ideologia comunista. Le sinistre, anche quelle del capoluogo, protestano, e c'è da giurare che presto la faccenda finirà sui media nazionali.
La consigliera (leghista) che ha presentato la mozione dice di averlo fatto provocatoriamente, come protesta contro la legge Fiano, la quale punisce chi ostenti la propria fede fascista, anche con saluti romani o immagini che richiamano al Ventennio. «Il comunismo», dice in sostanza la consigliera, «è un'ideologia totalitaria quanto il nazifascismo, anzi pure più nefasta, se facciamo il conto delle vittime». Su questo non si può darle torto. È vero che il comunismo nasce con una buona intenzione (dare a ciascuno secondo il proprio bisogno) ma si sa che la strada che porta all'inferno è lastricata di buone intenzione. E il comunismo, in tutto il mondo, è davvero stato un inferno. Ovunque è andato al potere, c'è andato con le armi, mai con il voto democratico; e quel potere l'ha esercitato e mantenuto con metodi polizieschi (ricordate il magnifico film «Le vite degli altri»?), con la tortura, i carri armati, i campi di concentramento. Unione Sovietica, Cina, Vietnam, Cambogia, Cuba: tutti i modelli di socialismo reale sono miseramente (in qualche caso tragicamente) falliti.
Tuttavia, la mozione approvata dal consiglio comunale di Soragna impegna il sindaco «ad avanzare presso il governo la richiesta di perseguire penalmente con pene severe chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito comunista...». Ora, a parte il fatto che il governo non c'entra nulla (semmai, è il Parlamento) e a parte il fatto che non sappiamo quanto potere di persuasione possa avere a Roma il buon sindaco di Soragna, par di capire che ce la si prende non con l'ideologia, ma con il partito. E qui le cose cambiano un po', perché il Pci ha sempre rispettato le regole della democrazia. Certo, si potrebbe dire che fu lo stesso Stalin, dopo Jalta, ad ammonire i comunisti italiani di scordarsi la "seconda ondata", perché l'Italia era stata assegnata al blocco occidentale e bisognava rispettare i patti. Non fosse andata così, è probabile che un'insurrezione ci sarebbe stata: anche dalle parti di Soragna, in qualche cantina, ci saranno ancora le armi dei nonni partigiani. Ma la storia non si fa con i "se". La realtà è che il Pci non ha chiamato alla rivolta ma ha accettato la democrazia, e l'unica dittatura che l'Italia ha vissuto è quella fascista. Logico quindi che nel dopoguerra il legislatore (e l'opinione pubblica) abbiano avuto una sensibilità particolare sul pericolo di un ritorno del fascismo, e non su quello di un avvento del comunismo.
Ma forse sarebbe ora che tutti prendessero atto che il Novecento è finito da un pezzo, e che le idee sbagliate - rosse o nere che siano - si combattono con altre idee, non mettendo al bando i busti del Duce, né quelli di Baffone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Dario

    04 Ottobre @ 07.27

    rdsdario@gmail.com

    Il PCI non ha mai accettato la democrazia, l'ha subita gioco forza. Non dimentichiamo che i brigatisti e tutte le correnti terroristiche di sinistra erano considerati "compagni che sbgaliavano però avevano ragione" .... tipico irragionevole ragionamento dei kompagni. Riguardo la decisione di mettere al bando il counismo e tutto quello che lo ricorda ERA ORA !!!

    Rispondi

  • Django

    03 Ottobre @ 19.15

    djang0@libero.it

    Cito le parole del direttore "[Il comunismo] Ovunque è andato al potere, c'è andato con le armi, mai con il voto democratico". Cito Wikipedia "Salvador Allende (...) primo Presidente marxista democraticamente eletto nelle Americhe". Dimenticanza?

    Rispondi

    • 03 Ottobre @ 20.03

      (Dalla redazione) Non le è sfuggito, penso, che Allende fu uno dei fondatori del partito socialista cileno e per tutta la vita rimase socialista, pur essendo marxista ed essendo a capo di una coalizione di sinistra.

      Rispondi

  • gigiprimo

    02 Ottobre @ 19.19

    vignolipierluigi@alice.it

    Ma la falce e martello e la bandiera con quel simbolo non appartiene al partito! Comunque non c'è problem, anche senza quei simboli ci può essere 'dittatura '! E l'Italia c'è prossima, vedi varie imposiziono di legge, Non ultima quella vaccinale, senza dare una spiegazione valida come aumento del rischio re spiegazione dello stesso!

    Rispondi

  • olderthanpilotta

    01 Ottobre @ 16.44

    Chapeau, Direttore. Il problema, purtroppo, è che le idee latitano. Almeno nella politica italiana. O meglio: latitano le idee buone, quelle bislacche proliferano.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

William calvo taglia capelli a zero, stampa infierisce

Gran Bretagna

Il principe William si taglia i capelli a zero: la stampa infierisce

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Forze di polizia sotto organico: Pizzarotti chiede un incontro al ministro dell'Interno

POLIZIA

Parma, mancano agenti: Pizzarotti chiede un incontro al ministro dell'Interno

Nella lettera, il sindaco sottolinea che Parma è penalizzata rispetto ad altre città dell'Emilia-Romagna

2commenti

Traversetolo

In fiamme autocarro che trasportava fieno a Vignale Foto

Sono intervenuti i vigili del fuoco

1commento

FURTO

Collecchio, va a fare la spesa e le svaligiano la villa

Casa a soqquadro. La proprietaria: «Conoscevano le nostre abitudini»

1commento

SCUOLA

Albertelli, saranno trasferite le elementari ma non le prime

Mistero

Busseto, chiuse due strade nella notte: è giallo

Traversetolo

Un cartello alla porta: «I vostri colleghi ladri sono già passati»

1commento

Tar di Bologna

Velo in tribunale: il giudice è un parmigiano

Inchiesta

Polizia stradale, a Parma 403 patenti ritirate in un anno

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

1commento

FIDENZA

Chirurgia senza bisturi per rimuovere tumori gastrointestinali: nuove tecniche a Vaio

Già eseguiti due interventi, perfettamente riusciti

Dopo la sentenza

Troppi genitori pubblicano le foto dei figli in rete: quale regola?

1commento

TRIBUNALE

Cocaina, patteggiano due «fornitori» di Langhirano

ECONOMIA

Bonatti, Ghirelli: «Valutiamo tutte le opzioni per crescere»

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

"crociata al contrario"

Striscia torna a Parma, i musulmani: "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

GAZZAREPORTER

L'inverno a Parma... visto dal ponte Caprazucca

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

maltempo

L'uragano flagella il Nord Europa: 10 morti Video impressionante

CHIESA

Reggio Emilia, ex sacerdote fa outing su Facebook: "Amo un uomo"

SPORT

tennis

Griglia di partenza rovente: al via domani i regionali di Tennis a squadre indoor Fotogallery

sci

Goggia ancora super: vince la discesa a Cortina

SOCIETA'

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova