-2°

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

Le scuse scomparse in un mondo incivile

Foto dal film : "Il sorpasso" (archivio)

Ricevi gratis le news
0

La formula dovrebbe essere talmente comune da contemplare anche il prestito da un'altra lingua. Ossia il «pardon» leggero e aristocratico che evita la continua ripetizione dello «scusa» o del «mi scusi», senza arrivare al «chiedo perdono» che sa tanto di confessionale. Ci sarebbe anche una versione più aulica, ossia il «peto veniam» nella lingua di Ovidio. Ma, essendo ormai il latino sepolto oltre che morto, a usarla, le possibilità di venire fraintesi sono alte. E malamente, in questo caso. No, qui siamo a una pagina ormai sbiadita del dizionario dell'educazione: tra le buone abitudini in via d'estinzione c'è proprio quella di chiedere scusa (oltre a salutare, a dire per favore, grazie e prego). Chiedere scusa perché si è commesso un errore, perché si è fatto del male a qualcuno, perché si è stati sgarbati o solo perché si è invaso l'altrui spazio vitale, magari anche solo interrompendo un colloquio o esagerando con i decibel vocali (maledetti open space). Più facile considerarsi perfetti e non mettersi mai in discussione: tirar dritti come ruspe. E il più facile qui confina con il più «codardo». Più stupido, se s'arriva al colmo di pensare che la cieca debordanza coincida con la forza. E che le buone maniere siano dei deboli.
Il peggio di sé lo si dà in auto, quando lo sconosciuto idiota in perenne agguato si sente un onnipotente Jeeg robot, circondato non da una carrozzeria, ma da una corazza a quattro ruote. E così il colpo di clacson che d'istinto accompagna l'inchiodata in extremis, quando il gentiluomo (o gentildonna) taglia la strada o sfiora in un sorpasso o prende la mira all'auto del prossimo per il frontale perfetto (magari con lo sguardo chino sullo smartphone d'ordinanza), è quanto mai improbabile che venga contraccambiato con un gesto di scuse. Se non proprio in un perentorio dito medio, la risposta consiste in una mano alzata di taglio con uno scatto, a significare: «Non rompere». Della serie: io sono io, e tu non sei un bel niente. Quanti «delitti del cacciavite» sarebbero stati sventati sul nascere da una mano alzata invece in segno di scuse... Siamo alla legge della giungla? Magari. Anche ai cacciatori “primitivi” era chiaro che per essere vincenti le tattiche dovevano essere collettive. Sociali. E per stare insieme qualche regola serve.
Per restare sulla strada e in tema, si può anche scendere dall'auto per salire su un mezzo pubblico. Metti insieme tante persone e fai un luogo di pena: la regola è quasi sempre valida. Anche dove ci si picca d'essere all'avanguardia della civiltà. Un mio zio nato in una sperduta frazione del nostro Appennino, educato nel rigore contadino di una volta, negli anni '60 emigrò a Parigi. La sera tornava alla sua casa di periferia: curava i conigli come gli era stato insegnato a fare da ragazzo tra i monti. Ma ci sapeva fare anche con le persone. Forse anche per questo arrivò a coprire incarichi di prestigio nella banca nella quale era entrato da fattorino. «Mi scusi, se ho messo il mio piede sotto il suo» esclamò una volta in metrò al tizio che gli aveva assestato un pestone senza batter ciglio. L'altro non capì. Consola che l'ottuso fosse un figlio dell'illuminatissima Ville Lumière. Anche se in quanto a cattive maniere noi italiani spesso non sembriamo secondi a nessuno. Potremmo lavorarci su, potremmo migliorarci: un formalismo forzato è preferibile a una spontanea maleducazione. Poi, se si arrivasse al reciproco rispetto, in questa gabbia che ci tiene fin troppo stretti, staremmo tutti meglio.
rlongoni@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lo chef Cracco apre un nuovo ristorante a Milano e rivuole la stella Michelin

cucina

Lo chef Cracco apre un nuovo ristorante a Milano e rivuole la stella Michelin

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Biotestamento

L'ESPERTO

Biotestamento: come si fa a depositare le disposizioni

di Arturo Dalla Tana, notaio

Lealtrenotizie

Notturni in Musica. I successi del jazz e del musical

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per 10 interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

2commenti

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "La flat tax per rimettere soldi nelle tasche degli italiani"

1commento

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Richieste di rimborso entro il 28 febbraio

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

elezioni

Scuole seggio, chiuse dal 3 al 6 marzo. Per universitari fuorisede trasporti con tariffe agevolate

Lutto

Addio a padre Simoncini, ultimo gesuita di Parma

incidente

Pedone investito a Ramiola

TERREMOTO

Una struttura polivalente per Accumoli con l'aiuto di Cariparma 

BEDONIA

Furto all'agriturismo La Tempestosa

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

1commento

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

ITALIA/MONDO

LIGURIA

Terremoto di magnitudo 2.2 a Genova: evacuate alcune scuole

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

musica

Dopo quasi 30 anni tornano i primi dischi in vinile della Sony

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat