-0°

12°

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel
Ricevi gratis le news
0

Su Berlino spira una cattiva aria. Un’aria che non era mai spirata nella Repubblica Federale Tedesca dal 1949, anno in cui le ragioni della guerra fredda determinarono la creazione di due stati (dell’Ovest e dell’Est), rispettivamente legati all’occidente e al blocco comunista.

Da allora è stata percorsa una strada impensabile il 6 maggio del 1945, giorno in cui la Wehrmacht depose le armi. L’irrefrenabile genio tedesco, la laboriosità del popolo e una imperitura volontà di dominio hanno dato alla Nazione ciò che né il primo, il secondo e il terzo Reich erano riusciti a darle: un dominio, un’influenza che si esercitano dall’oceano Atlantico agli Urali, conquistati con la forza dell’economia, della scienza, della finanza. Ultima vestale del rito, la cancelliera Angela Merkel, al potere dal 22 novembre 2005.

Il meccanismo è andato in crisi il 24 settembre 2017, giorno delle ultime elezioni generali. In esse l’alleanza Cdu/Csu, maggioritaria, ha perso l’8%, i socialdemocratici (che hanno impostato il confronto sulla competizione verso i democristiani di cui erano stati fedeli alleati) il 5%. I liberali (in salsa radicale: austerità e lotta all’immigrazione) guadagnano l’8%, i verdi mantengono le posizioni mentre crescono significativamente i nostalgici dell’Afd che raggiungono l’11% e 80 seggi.

Il clima del Paese è cambiato. Nonostante la confermata maggioranza relativa, l’idillio tra i bottegai di Amburgo e la cancelliera è finito.

Cosa paga la Merkel? Paga ciò che è la versione germanica del paternalismo storico d’Europa che funziona sino a un certo punto – fino a che riesce a conciliare gli opposti - per crollare nel terremoto delle disillusioni e delle contestazioni popolari. Paga l’unico gesto anomalo – rispetto al suo modo di far politica: tessere, tessere e ascoltare la pancia della Nazione - compiuto: l’improvvisa apertura all’ingresso di 5 milioni di profughi siriani l’anno per 5 anni (decisione poi rimangiata).

E paga l’esercizio del «Teorema di Saturno», la sistematica uccisione politica dei propri figli e di ogni possibile successore.

In questi giorni, dopo settimane, le trattative per formare un governo tra democristiani, verdi e liberali si sono rotte.

Steinmeier, socialdemocratico, presidente della Repubblica, ha lanciato l’ultimo appello alla responsabilità nazionale: un invito esplicito ai socialdemocratici ad abbandonare l’Aventino e a costituire un governo di coalizione.

Altrimenti - ed è questa l’idea di «mutte» Angela che conta di migliorare significativamente il risultato di settembre puntando sullo smarrimento dell’opinione pubblica - saranno nuove elezioni.

I tedeschi sono quindi entrati nel girone infernale nel quale si trovano tanti paesi europei alle prese con la crescita esponenziale delle forze populiste, revansciste e metafasciste.

L’esito della crisi di Berlino non ci lascia indifferenti. Non solo perché le conseguenze politiche della decisione (governo o elezioni) si diffonderanno nelle capitali del continente a partire da Bruxelles, ma anche perché le nuove elezioni cadrebbero più o meno in concomitanza con le nostre con effetti da definire.

Per ora, confronti con il 1921, tra Berlino e Weimar sono improponibili.

Per ora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Incidente Corcagnano

Incidente

Pedone investito a Corcagnano sulla Massese: ragazza in gravi condizioni

protezione civile

L'Enza fa paura: il ponte di Sorbolo resterà chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

4commenti

autostrada

Auto si capovolge in A1 a Campegine: conducente illeso Foto

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

2commenti

legambiente

La Brescia-Parma tra le peggiori linee ferroviarie d'Italia con la Circumvesuviana e l'Agrigento-Palermo

1commento

ieri sera

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

26commenti

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

4commenti

GAZZAFUN

Dagli ex alle coppe vinte: 10 quiz per sapere tutto del Parma

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

1commento

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

sos animali

Sospetto avvelenamento di un cane in Cittadella

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Rimpatriata

Caro, vecchio quartiere Marchi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

sondrio

Passanti travolti al mercatino di Natale: "Ne dovevo uccidere di più"

birmania

Metodici stupri dell'esercito sulle donne Rohingya: l'indagine dell'Ap Le foto-simbolo

1commento

SPORT

Basket

Pugno all'avversaria: cestista squalificata per tre mesi

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

cultura

L’Arabia Saudita riaprirà i cinema dal prossimo anno, dopo oltre 35 anni

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS