EDITORIALE

L'autonomia regionale e quel ponte chiuso

Domani il ponte di Ragazzola sarà aperto
Ricevi gratis le news
0

Ci sono arrivati per strade diverse, ma alla fine si sono ritrovati seduti allo stesso tavolo. Stefano Bonaccini e Roberto Maroni, il governatore dell’Emilia Romagna e quello della Lombardia, fianco a fianco a trattare con il governo per il riconoscimento di una maggiore autonomia alle loro regioni. Il governatore lombardo, da buon leghista, aveva scelto la strada del referendum consultivo fra i cittadini, che si è svolto il 22 ottobre sia in Lombardia che in Veneto. Poi il suo collega veneto Luca Zaia, anche lui leghista ma un po’ più ortodosso e soprattutto più vicino al leader Salvini, ha scelto una strada diversa. Forte di un migliore risultato referendario, il governatore veneto ha chiesto che alla propria Regione venga riconosciuto lo status di «Regione a statuto speciale», con tanto di modifica della carta costituzionale. Una strada complicata non condivisa dalla Lombardia. E così Maroni si è ritrovato insieme a Bonaccini.Il governatore emiliano aveva deciso di non imbarcarsi in costosi referendum consultivi e la richiesta di maggiore autonomia l’aveva fatta approvare prima dalla propria giunta e poi dall’assemblea regionale.
Da qualunque parte ci si sia arrivati, ora è importante che il negoziato dia i suoi frutti rapidamente. E diventi al più presto realtà la maggiore autonomia chiesta da Lombardia ed Emilia Romagna, che significa soprattutto gestione diretta delle risorse fiscali raccolte sul territorio. Nonostante le Regioni non sempre abbiano dato grandi prove di efficienza nel recente passato, è evidente che serve un nuovo regionalismo. Conviene a tutti non mandare a rotoli questa occasione storica, per far sì che due territori indubbiamente virtuosi possano essere amministrati direttamente con risorse proprie e senza aspettare i trasferimenti da Roma per quanto riguarda una serie di servizi importanti: dalla sanità all’istruzione, dall’ambiente ai rapporti con l’Europa, dal governo del territorio alla protezione civile. Conviene a Maroni, anche in chiave di lotta interna alla Lega: riuscirebbe a incassare un risultato concreto ben prima del suo omologo veneto. Conviene a Bonaccini che dimostrerebbe che la scelta della trattativa senza referendum era quella giusta. E converrebbe anche al governo e allo stato centrale visto che un risultato positivo del negoziato ridimensionerebbe pesantemente le pretese leghiste di Zaia e del Veneto. Dunque tutto fatto? Tutto a posto? Non proprio, visto che il rischio di un cortocircuito della trattativa provocato dalla prossima campagna elettorale è tutt’altro che remoto.
Intanto, però, prima che il confronto con il governo si chiuda, Bonaccini e Maroni hanno un’occasione per dimostrare che le loro Regioni sono all’altezza dei nuovi compiti e poteri che chiedono. Per dimostrare che maggiore autonomia non significa creare nuove rivalità e nuovi confini, di cui nessuno sente il bisogno. Ed è la questione del ponte sul Po, lungo l’Asolana fra Colorno e Casalmaggiore, che collega la Bassa parmense e quella cremonese, l’Emilia e la Lombardia. Il ponte è chiuso da quasi tre mesi. E, se riaprirà a «scartamento ridotto», senza traffico pesante, non succederà prima di un anno, nonostante siano state previste le risorse necessarie nel decreto fiscale. E' vero che il tema dei trasporti non è adesso sul tavolo. Ma, al di là delle competenze spezzettate fra Stato, Regioni e Province, al di là della burocrazia che intasa il settore delle opere pubbliche, insieme, i due governatori possono provare a dare un segnale chiaro e forte perché siano avviate soluzioni rapide ed efficaci. Non si può più aspettare.
spileri@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

Notturni in Musica. I successi del jazz e del musical

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

COMITATO

Manifesto per San Leonardo chiede più sicurezza: "Non installate le telecamere promesse"

Lettera aperta alla giunta comunale: "Bene essere capitale della cultura ma vorremmo che Parma fosse città sicura 2018"

2commenti

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat