11°

EDITORIALE

Campagna elettorale: chi la spara più grossa

Campagna elettorale. Chi la spara più grossa
Ricevi gratis le news
5

Si narra che tanti anni fa - correva l'anno 1952 - Achille Lauro divenne sindaco di Napoli a suon di preferenze comprate con metodi degni del genio di Totò e Peppino: chili di pasta distribuiti ai comizi, scarpe sinistre (nel senso che la destra per completare il paio sarebbe arrivata solo a elezione avvenuta) e banconote tagliate a metà (stesso principio...). Altri tempi, si dirà. In un'era mediaticamente un po' più evoluta il classico «Meno tasse per tutti» di Silvio Berlusconi utilizzava la stessa leva populista ma proprio per la sua genericità lo slogan era buono soprattutto per trasformare Tutti in Totti nei fotomontaggi di rito.

Viene quasi nostalgia di quella politica un po' cialtrona ma ancora nei binari della tenzone pre-elettorale. Oggi purtroppo a colpi di promesse acchiappa-voti si scherza in maniera sconsiderata con i conti pubblici, che alla fine della fiera sono le nostre tasche. Perché le promesse di tagli o elargizioni si fanno sempre più circostanziate, eppure sono spesso irrealizzabili, non sono quasi mai accompagnate da un progetto di copertura dei costi, non tengono in alcuna considerazione i fondamentali economici. Il rischio, come già paventavamo una decina di giorni fa, è di restare sulla banchina proprio mentre passa il treno della ripresa, certificato anche ieri dall'agenzia di rating Standard & Poor's, che però non ha mancato di ricordarci che il Pil italiano resta ben al di sotto di quello del 2007.

E invece da destra a sinistra, passando per quel coacervo di contraddizioni che è il M5S (euro sì, euro no è diventata una barzelletta), gli imbonitori catturano titoli: Salvini e Cinque Stelle in tema di pensioni vogliono abolire la riforma Fornero, ma secondo le stime dell'Inps l'operazione costerebbe 140 miliardi di euro nel 2020. Cambiamo sponda: è di Pietro Grasso (Liberi e uguali) l'idea che puzza di demagogia di abolire le tasse universitarie, tanto ci penserebbero le aziende che inquinano a coprire i costi. Mah. In confronto l'abolizione del canone Rai da parte del Pd sembra uno scherzo. Ma probabilmente l'apoteosi è di Luigi Di Maio pronto a ridurre del 40% in appena due legislature il debito pubblico oggi attestato oltre il 130% del Prodotto interno lordo aumentando la spesa pubblica in infrastrutture. La lezione delle «formiche» Alberto Alesina e Francesco Giavazzi arriva dalle colonne del Corriere della Sera, dove i due economisti spiegano alla «cicala» grillina che quello che promette semplicemente non si può fare perché - sintetizziamo al massimo - occorrerebbe avere i conti pubblici in attivo o quanto meno un avanzo di bilancio più alto del costo del debito, cosa ottenibile o riducendo le spese o aumentando le imposte (cosa che ovviamente riduce la crescita).

La lista si può allungare a piacere: si va dalla flat tax al 15% cara alla Lega che compenserebbe i 40 miliardi di mancato gettito con il circolo virtuoso che si innescherebbe, alla pletora di bonus da 80 euro che il Pd ha peraltro già avviato da tempo fino al reddito di cittadinanza di impronta grillina (ma anche berlusconiana: i famosi mille euro al mese) compensata dalla riduzione delle agevolazioni fiscali. Tanto per far quadrare il cerchio basta riempirsi la bocca di spending review, buona per tutte le stagioni. Perché preoccuparsi?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    14 Gennaio @ 10.17

    Propongo di abolire emolumenti ingiusti e prebende vergognose per tutti i nostri parlamentari, nazionali ed europei.

    Rispondi

  • Filippo

    13 Gennaio @ 21.05

    A Parma ha rivinto uno che non ha fatto mezza cosa di quelle che aveva promesso cinque anni prima: ormai il popolo è così bue che basta sorridere (dopo aver fatto gli accordi giusti con chi conta politicamente ed economicamente)...

    Rispondi

  • lupo

    13 Gennaio @ 17.20

    La storia insegna che a promettere mari e monti, si vince sempre. E in politica l'onestà non paga.

    Rispondi

    • Francesco

      13 Gennaio @ 18.35

      brundofrancesco@libero.it

      Pagheremo le tasse con le stesse promesse che loro fanno a noi, vediamo se i conti tornano.

      Rispondi

  • Francesco

    13 Gennaio @ 10.30

    brundofrancesco@libero.it

    E' la disperazione della politica incapace che promette quel che non ha fatto nel periodo che ha amministrato, questo vuol dire che non può continuare a governare.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

RIMINI

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

SPETTACOLI

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

IL VINO

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Non ce l'ha fatta la 71enne ucraina travolta in via Langhirano

PARMA

E' morta al Maggiore la 71enne ucraina travolta in via Langhirano Video

L'incidente è avvenuto il 2 gennaio

FATTO DEL GIORNO

Un anno dopo la morte di Filippo Ricotti, la Massese resta insicura: lettera della madre del 17enne

Ecco le anticipazioni del direttore della Gazzetta di Parma, Michele Brambilla

carabinieri

Razzia alla Salvo D'Acquisto: ladri costretti ad abbandonare l'auto rubata

1commento

tg parma

Contrabbando di petrolio dalla Calabria a Parma, 6 arresti Video

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», altri 8 medici indagati: sotto accusa anche Mutti e Caspani

2commenti

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

Una storia iniziata da bambino... Ecco la foto "storica" di Gazzola piccolo giocatore del Parma

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

4commenti

fiere

Cibus 2018 scalda i muscoli: attesi 80mila visitatori

A MEDESANO

Pioggia di lettere anonime a luci rosse

Il caso

«Io, musulmano, sono contro la chiusura delle "Luigine"»

2commenti

carabinieri

Capodanno rovinato: l'appartamento in affitto a Madonna di Campiglio era una truffa

LA BACHECA

Ecco 66 nuove offerte di lavoro

tg parma

Novità in casa Tep: arrivano tre nuovi autobus lunghi 10 e 12 metri Video

1commento

Gioco

Busseto, vinti 64mila euro al lotto

FIDENZA

Auto in fiamme nella notte: incendio doloso?

m5s

Cominciate le parlamentarie. Per Parma Ferraroni, Distante, D'Alessandro e...?

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

2commenti

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Incidente in una ditta: morti tre operai, uno è gravissimo

BERGAMO

Cade in una tomba: 74enne muore sul colpo

SPORT

calcio

Manuel Nocciolini va in prestito al Pordenone

GAZZAFUN

Ceresini o Pedraneschi: chi il miglior presidente?

SOCIETA'

Economia

Più ortofrutta confezionata per non pagare i sacchetti bio Video

1commento

gran bretagna

18enne italiana mette la verginità all'asta per poter studiare a Cambridge: offerto un milione

2commenti

MOTORI

DETROIT

Mercedes, ecco la nuova Classe G

IL TEST

Nissan X-Trail, i segreti del Suv che piace a tutti