11°

Parti

Neonati: choc a Modena e a Napoli. Lieto fine a Milano

Neonato trovato morto in un cassonetto
Ricevi gratis le news
7

Un bimbo trovato morto in un cassonetto a Modena. La madre si è presentata al Policlinico accompagnata da due persone che sono poi sparite; a Napoli un uomo dà fuoco alla compagna incinta di otto mesi: il bimbo è stato fatto nascere prima, la mamma è grave. Lieto fine a Milano, dove una mamma ha abbandonato un neonato di circa due mesi nella culla per la vita della clinica Mangiagalli. Con il piccolo anche le schede delle vaccinazioni.

Choc a  Modena

Un’indagine per occultamento di cadavere è stata aperta dalla Procura di Modena, dopo il ritrovamento ieri sera in un cassonetto nei dintorni di Fiorano del cadavere di un bimbo, partorito da una 22enne nigeriana. La donna, a quanto pare irregolare, ieri mattina si era presentata al Policlinico di Modena, con i segni di un parto da poco avvenuto.
Sono in corso indagini della squadra mobile della Polizia. La Procura ha disposto l’autopsia per capire se il bambino sia nato morto, oppure se sia morto dopo il parto. Da questo dipendono le accuse da imputare alla madre. E' stato ritrovato nella notte dagli uomini della squadra mobile della polizia un bambino, in un cassonetto. Il piccolo, nato prematuro al sesto mese di gravidanza, era stato chiuso in un sacchetto e gettato in un cassonetto della spazzatura a Spezzano. Una nigeriana di 22 anni era stata accompagnata al Pronto Soccorso del Policlinico da due persone, un uomo e una donna che hanno fatto perdere le proprie tracce. La donna evidenziava segni di un parto appena avvenuto.

Choc a Napoli

Si chiama Carla Ilenia C., di 38 anni, di Pozzuoli, la donna ricoverata al centro grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli dopo che il compagno le ha dato fuoco, stamane, a Pozzuoli. La donna ha ustioni sul 40 per cento del corpo, la prognosi per lei è riservata. Carla era all’ottavo mese di gravidanza: i medici del Cardarelli hanno deciso di farla partorire, ed ha dato alla luce una bambina che sta bene.
Paolo Pietropaolo durante la sua fuga ha avuto un incidente all’altezza del ponte del Garigliano, ai confini tra Campania e Lazio. Lì è rimasto fermo in auto in stato di choc. Quando sono arrivati i carabinieri, intervenuti per l’incidente, ha ammesso di essere il ricercato. La piccola, nata con il cesareo a 34 settimane di gestazione, verrà chiamata Giulia Pia. La madre lavora come estetista, mentre l’uomo che le ha dato fuoco vive grazie all’amministrazione dei beni di famiglia.
I medici del Cardarelli definiscono «molto serie» le condizioni della paziente, che è intubata. Il compagno ha riportato lievi contusioni nell’incidente stradale: l’auto su cui stava viaggiando è finita contro un guard rail. 

Lieto fine a Milano

Un neonato di circa due mesi è stato abbandonato nella culla per la vita della clinica Mangiagalli a Milano. Con lui la scheda vaccinale. E' la seconda volta che succede da quando, otto anni fa, è stata istituita questa "ruota": il caso precedente nel 2012.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Enzo

    01 Febbraio @ 20.37

    Allora non ci siamo capiti. Pensavo che si riferisse al mio commento precedente. la storia di Napoli è stata aggiunta dopo quando erano già presenti altri commenti

    Rispondi

  • Enzo

    01 Febbraio @ 19.18

    Diversi in cosa? Così, per capire.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      01 Febbraio @ 20.23

      Diversi come dal giorno alla notte. Per capire : a Modena una giovane nigeriana , coi suoi complici , ha buttato in un cassonetto un feto prematuro di sei mesi morto , risultato o di aborto spontaneo o di aborto provocato da una "mammana" ( io , personalmente , propendo per la seconda , ma , magari , sono maligno.....) . A Napoli , invece , uno sciagurato ha dato fuoco alla moglie , incinta di otto mesi . La donna è in condizioni critiche , perciò il bimbo , ormai vitale , anche se prematuro , è stato fatto nascere con un "cesareo" e sta bene. Mi scusi , lei , le similitudini , dove le vede ? Così , per capire.

      Rispondi

  • Vercingetorige

    01 Febbraio @ 18.46

    Si , alla Mangiagalli in via Commenda , a Milano , c' è questa culla riscaldata , accessibile dalla strada , in cui è possibile abbandonare un neonato. Quando qualcosa ( o qualcuno ) ci viene deposto , scatta l' allarme.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    01 Febbraio @ 18.42

    Sono due casi completamente diversi .

    Rispondi

  • Enzo

    01 Febbraio @ 17.16

    Un aborto alla luce del sole e tutti si scandalizzano. GIUSTAMENTE. Ma per le migliaia di bambini uccisi in grembo nessuno si preoccupa? Società IPOCRITA.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS