11°

22°

il caso

Tutino: "Inceneritore, non è Parma a decidere i flussi ma la Regione"

Ambiente

L'inceneritore di Parma

Ricevi gratis le news
2

Botta e risposta, sull'asse Parma-Reggio, andata e ritorno. Toni polemici. E non si parla di derby calcistico ma, nuovamente, dell'inceneritore.  L'ultimo capitolo è la replica dell'assessore all’Ambiente del Comune di Reggio Emilia, Mirko Tutino, al suo collega parmigiano Gabriele Folli. Oggetto, nello specifico, della querelle è la capacità dell’impianto di Ugozzolo. L'assessore reggiano puntualizza: "L’impianto di Parma non è di Parma, ma della Regione e prima ci mettiamo in testa tutti che non esistono più impianti che rispettano i confini provinciali, meglio è”. Quindi: "E' la Regione a decidere i flussi, non Parma”.  L'accordo tra Iren, Regione e enti locali parmensi, aveva fissato ad un massimo di 130.000 tonnellate all’anno. Tetto che, secondo una "denuncia" di Folli, la Regione potrebbe ora aumentare a 149mila tonnellate per il 2016 e a 165mila nel 2017 (leggi). Causa dell'aumento sarebbe la crescita di produzione di rifiuti  a Reggio Emilia.  L'assessore parmigiano aveva chiosato: "Secondo gli accordi presi, la nostra posizione non è modificabile. E' importante stabilire delle responsabilità per i territori. Parma ha già raggiunto gli obiettivi previsti dal piano regionale, mentre altri territori sono deresponsabilizzati e non si stanno attivando”. Era intervenuta anche Patrizia Ageno, ex M5S e ora confluita nel neonato "Effetto Parma": “Oggi a causa dei mancati progressi degli altri territori emiliano-romagnoli, Reggio Emilia in primis che non ha impianti ed ha chiuso con il placet della Regione la discarica di Poiatica, i parmigiani dovranno sopportare l'ennesimo tradimento di quel patto tra enti locali, Iren e territorio che fu alla base della costruzione del forno. Noi non ci stiamo e chiediamo che tutti coloro i quali ritengano sia stato tradito il patto con i parmigiani, si mobilitino e chiedano conto a tutti i rappresentanti eletti di Parma e Provincia della loro posizione”. 

La replica di Tutino, affidata all'agenzia Dire, prosegue: “Non sono d’accordo con l’affermazione che Reggio sia indietro con la raccolta differenziata perchè dal 2011, quando erano coinvolti in città 60.000 cittadini, si passerà ai 263.000 del nuovo piano che presentiamo oggi” L’assessore, membro del Consiglio di Atersir (Agenzia territoriale dell'Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti), "Se gli impianti rispettassero i confini provinciali, infatti, ci sarebbero nove inceneritori, uno per provincia”. Tutino poi entra nei numeri, in sintesi, se a Reggio continuassero a produrre il livello attuale di rifiuti, circa 145 chilogrammi all’anno per abitante, si produrrebbero 75.000 tonnellate, "troppo poche per qualunque inceneritore". E proprio sulle 130.000 tonnellate fissate per Parma, Tutino aggiunge: “Non è una novità che si parli di un aumento. Ho sempre sostenuto che tale quantità non era sostenibile”. Infine la stoccata: "Se a livello provinciale Parma ha raggiunto il 73% di raccolta differenziata (leggi), a Reggio siamo al 67% e a Piacenza al 61%. Tutti stanno facendo la loro parte. Chi ha promesso che l’inceneritore non sarebbe stato acceso e poi che avrebbe ricevuto i rifiuti solo di Parma ne risponderà ai suoi cittadini. Noi abbiamo solo promesso che avremmo aumentato la raccolta differenziata e su questa strada ci stiamo muovendo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Andrea

    13 Ottobre @ 20.09

    "....le emissioni dichiarate sono entro le norme di legge ....." lo erano anche in altri luoghi, impianti ecc. e poi si scoprì che i conti non tornavano ..... io non mi fido più di nessuno ...e nemmeno della verità ... la raccolta differenziata? Per me non è un problema è indice di civiltà....però ci dovrebbe essere un premio = riduzione della tassa per chi è virtuoso ...

    Rispondi

  • Davide

    13 Ottobre @ 19.11

    Dov'è il problema? intanto che l'inceneritore c'è ed è funzionante vale la pena farlo rendere al massimo, se per far questo occorrono i rifiuti della regione o di altre regioni ben vengano. Le emissioni dichiarate sono entro le norme di legge quindi di che ci si preoccupa? Ricordo che sino a poco tempo fa il rudo lo portavamo a Reggio Emilia ora è il nostro turno a fare da pattumiera della regione una volta tocca a me e l'altra volta tocca a te...l'unica cosa è la scocciatura della raccolta differenziata dato che c'è l'inceneritore la ridurrei notevolmente creando meno disagi ai cittadini.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

7commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

5commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: 5 passi nel nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto