-3°

il caso

Tutino: "Inceneritore, non è Parma a decidere i flussi ma la Regione"

Ambiente

L'inceneritore di Parma

Ricevi gratis le news
2

Botta e risposta, sull'asse Parma-Reggio, andata e ritorno. Toni polemici. E non si parla di derby calcistico ma, nuovamente, dell'inceneritore.  L'ultimo capitolo è la replica dell'assessore all’Ambiente del Comune di Reggio Emilia, Mirko Tutino, al suo collega parmigiano Gabriele Folli. Oggetto, nello specifico, della querelle è la capacità dell’impianto di Ugozzolo. L'assessore reggiano puntualizza: "L’impianto di Parma non è di Parma, ma della Regione e prima ci mettiamo in testa tutti che non esistono più impianti che rispettano i confini provinciali, meglio è”. Quindi: "E' la Regione a decidere i flussi, non Parma”.  L'accordo tra Iren, Regione e enti locali parmensi, aveva fissato ad un massimo di 130.000 tonnellate all’anno. Tetto che, secondo una "denuncia" di Folli, la Regione potrebbe ora aumentare a 149mila tonnellate per il 2016 e a 165mila nel 2017 (leggi). Causa dell'aumento sarebbe la crescita di produzione di rifiuti  a Reggio Emilia.  L'assessore parmigiano aveva chiosato: "Secondo gli accordi presi, la nostra posizione non è modificabile. E' importante stabilire delle responsabilità per i territori. Parma ha già raggiunto gli obiettivi previsti dal piano regionale, mentre altri territori sono deresponsabilizzati e non si stanno attivando”. Era intervenuta anche Patrizia Ageno, ex M5S e ora confluita nel neonato "Effetto Parma": “Oggi a causa dei mancati progressi degli altri territori emiliano-romagnoli, Reggio Emilia in primis che non ha impianti ed ha chiuso con il placet della Regione la discarica di Poiatica, i parmigiani dovranno sopportare l'ennesimo tradimento di quel patto tra enti locali, Iren e territorio che fu alla base della costruzione del forno. Noi non ci stiamo e chiediamo che tutti coloro i quali ritengano sia stato tradito il patto con i parmigiani, si mobilitino e chiedano conto a tutti i rappresentanti eletti di Parma e Provincia della loro posizione”. 

La replica di Tutino, affidata all'agenzia Dire, prosegue: “Non sono d’accordo con l’affermazione che Reggio sia indietro con la raccolta differenziata perchè dal 2011, quando erano coinvolti in città 60.000 cittadini, si passerà ai 263.000 del nuovo piano che presentiamo oggi” L’assessore, membro del Consiglio di Atersir (Agenzia territoriale dell'Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti), "Se gli impianti rispettassero i confini provinciali, infatti, ci sarebbero nove inceneritori, uno per provincia”. Tutino poi entra nei numeri, in sintesi, se a Reggio continuassero a produrre il livello attuale di rifiuti, circa 145 chilogrammi all’anno per abitante, si produrrebbero 75.000 tonnellate, "troppo poche per qualunque inceneritore". E proprio sulle 130.000 tonnellate fissate per Parma, Tutino aggiunge: “Non è una novità che si parli di un aumento. Ho sempre sostenuto che tale quantità non era sostenibile”. Infine la stoccata: "Se a livello provinciale Parma ha raggiunto il 73% di raccolta differenziata (leggi), a Reggio siamo al 67% e a Piacenza al 61%. Tutti stanno facendo la loro parte. Chi ha promesso che l’inceneritore non sarebbe stato acceso e poi che avrebbe ricevuto i rifiuti solo di Parma ne risponderà ai suoi cittadini. Noi abbiamo solo promesso che avremmo aumentato la raccolta differenziata e su questa strada ci stiamo muovendo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Andrea

    13 Ottobre @ 20.09

    "....le emissioni dichiarate sono entro le norme di legge ....." lo erano anche in altri luoghi, impianti ecc. e poi si scoprì che i conti non tornavano ..... io non mi fido più di nessuno ...e nemmeno della verità ... la raccolta differenziata? Per me non è un problema è indice di civiltà....però ci dovrebbe essere un premio = riduzione della tassa per chi è virtuoso ...

    Rispondi

  • Davide

    13 Ottobre @ 19.11

    Dov'è il problema? intanto che l'inceneritore c'è ed è funzionante vale la pena farlo rendere al massimo, se per far questo occorrono i rifiuti della regione o di altre regioni ben vengano. Le emissioni dichiarate sono entro le norme di legge quindi di che ci si preoccupa? Ricordo che sino a poco tempo fa il rudo lo portavamo a Reggio Emilia ora è il nostro turno a fare da pattumiera della regione una volta tocca a me e l'altra volta tocca a te...l'unica cosa è la scocciatura della raccolta differenziata dato che c'è l'inceneritore la ridurrei notevolmente creando meno disagi ai cittadini.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

2commenti

LUDOPATIA

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

AUTOSTRADA

Incidente in A1: code fra Parma e Reggio Emilia questa mattina

Problemi anche fra Lodi e Casalpusterlengo, a Modena e a Bologna

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

milano

Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese. Il convivente confessa l'omicidio

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5