21°

Felino

Il sindaco: «Nessun inceneritore nell'area produttiva di Pilastro»

In consiglio Bertani ha risposto all'interrogazione presentata da Lusuardi della minoranza. «La zona sarà ecosostenibile dal punto di vista energetico e paesaggistico»

Il sindaco: «Nessun inceneritore nell'area produttiva di Pilastro»
2

Con l’ultimo consiglio comunale a Felino si è tornati a parlare di ambiente e dell’Apea, l’area produttiva ecologicamente attrezzata che, prevista nel piano territoriale di coordinamento provinciale approvato dalla Provincia di Parma e recepito dal Comune, sarà in futuro realizzata tra Pilastro e San Michele Tiorre.
Salita alla ribalta delle cronache prima delle elezioni con un articolo comparso su questo giornale nel quale il Comitato ambientale Felino, San Michele Tiorre, Calicella, Pilastro e Langhirano denunciava che nell’area sarebbero potuti sorgere nuovi inceneritori, tesi poi ampiamente smentita dall’amministrazione comunale, la discussione è stata risollevata da Angelo Lusuardi, capogruppo della lista di minoranza «Felino Cambia», grazie ad una interrogazione.
Lusuardi in sostanza ha chiesto all’amministrazione di: «Indicare in maniera puntuale la tipologia degli impianti di trattamento rifiuti e simili che si possono realizzare nell’area e quali, viceversa, saranno esclusi».
L’area prevede poi la presenza di una piattaforma energetica per la realizzazione di impianti volti alla creazione di energia e, anche in questo caso, Lusuardi ha chiesto di «indicare la tipologia di impianti che si possono inserire e non nella piattaforma energetica da fonti rinnovabili prevista nell’area».
In risposta il sindaco Maurizio Bertani ha spiegato che «non esiste, ad oggi, un progetto specifico delle funzioni e delle attività che l’area andrà ad accogliere. Trattandosi di un’area produttiva ecologicamente attrezzata, secondo la normativa regionale, deve avere i requisiti di virtuosità. L’area dovrà infatti essere ecosostenibile dal punto di vista energetico, ambientale e paesaggistico».
«Per questo – ha continuato il sindaco Bertani – è ammessa la presenza di piattaforme energetiche da fonti rinnovabili come, ad esempio, il fotovoltaico. L’area è nata anche attraverso il coinvolgimento delle categorie produttive per valorizzare le produzioni tipiche e sostenere i settori produttivi locali. Non sono previsti quindi impianti di incenerimento che risulterebbero contrari alle finalità e ai requisiti dell’area. Al fine di chiarire ogni dubbio, si è comunque chiesto un parere in merito all’ente competente e cioè la Provincia di Parma».
Durante i lavori consiliari sono poi state composte le commissioni di assessorato e sono stati nominati i rappresentati del Comune di Felino nel consiglio dell’Unione Pedemontana Parmense. Per l’ente, oltre al primo cittadino, l’amministrazione sarà rappresentata, per la maggioranza, dal capogruppo Enrico Depietri e dal consigliere Davide Del Bono e per la minoranza, dal capogruppo di «Felino Cambia», Lusuardi.
Infine, sono stati nominati anche i rappresentati dell’amministrazione per la consulta dell’associazionismo. Oltre al sindaco Bertani, la maggioranza sarà rappresentata dal consigliere Maurizio Faccini mentre, per la minoranza, l’incarico è stato affidato al consigliere Giacomo Baiocchi, della lista «Felino Cambia», e da Luigi Fereoli, consigliere della lista «Vivere il Cambiamento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Umberto

    08 Luglio @ 11.51

    Lo strano caso del_dottor Jekyll e del signor Hyde in salsa felinese. Maurizio Bertani oggi sindaco con un passato recentissimo da assessore con smanie da incenerimento nella passata legislatura ha iniziato una nuova vita politica da ecologista convinto? Lo danno per scontato i suoi sostenitori. Ne dubitano altri. Quali le ragioni della diffidenza? Gli incerti si chiedono se quella di Pilastro/San Michele Tiorre sarà un'area eco sostenibile come dichiarato alla prima riunione del consiglio comunale o una piccola città dei fuochi come quella del Poggio di Sant'Ilario? Al Poggio (infatti) lo stesso Comune di Felino ha consentito alla multinazionale dei salumi Citterio la creazione di impianti di cogenerazione e di rendering da scarti di produzione di carni animali. In sostanza un bell'inceneritore. No inceneritore a Pilastro e allora perché si al Poggio? Anche a volerci credere A quale dei due Bertani credere?

    Rispondi

  • Umberto

    08 Luglio @ 11.30

    Prima questione: in una affollata assemblea pubblica Nicola Dall'Oglio a nome del Pd di Parma affermò che impianti come quello della Citterio del Poggio di sant'Ilario, pure questo in Comune di Felino, che brucia grassi animali non sono inceneritori. Da qui il legittimo dubbio: dicendo che nell'area non sono al momento previsti inceneritori significa che impianti come quello della Citterio sono ammessi? Altre questioni in base alla eventuale risposta o in mancanza di questa.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

E' morto Thomas Milian

Tomas Milian aveva 84 anni

Lutto

Addio a "Er monnezza": è morto Tomas Milian Gallery Video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo finisce sull'elicottero

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Il candidato

Laura Cavandoli: Il centrodestra si divide

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

Formaggio

La grana del grana

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano

Sentenza

Multa ingiusta, Equitalia condannata

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

4commenti

Bedonia

Domani riapre la stagione di pesca

ANTEPRIMA GAZZETTA

Raffaele Sollecito si trasferisce a Parma: intervista esclusiva Video

Accusato con Amanda Knox dell'omicidio Kercher, Sollecito è stato assolto. Ha scelto di vivere a Parma

2commenti

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

17commenti

PONTETARO

I ladri svaligiano l'auto in pochi minuti con la chiave clonata

1commento

TRAVERSETOLO

Sorpreso ad abbandonare rifiuti, rimedia ripulendo la discarica

Colto in flagranza dai vigili. Ha anche realizzato una staccionata a sue spese

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Schiaffo a Trump: non ha i voti per abolire l'Obamacare

Milano

Il convivente spegne la tv in camera, lei tenta di ucciderlo

2commenti

WEEKEND

ELEONORA RUBALTELLI

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella

IL DISCO

Nasce il fenomeno Sex Pistols

SPORT

Mondiali

l'Italia batte l'Albania (2-0)

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery