19°

32°

FOCUS

Ludopatia: quando il gioco diventa malattia

Crescono i casi di dipendenza da gioco d'azzardo. Grazie al Sert un percorso per uscirne e «guarire»

Ludopatia: quando il gioco diventa malattia
1

 

Se il detto è: «quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare», in questo caso il problema riguarda principalmente i «deboli». Chi dalla componente prettamente ludica finisce nella spirale che porta alla dipendenza e a tutti i guai che possono seguire.
Comunemente viene chiamata «ludopatia», meglio definito come «gioco d'azzardo patologico». E' la nuova forma di dipendenza, emersa negli ultimi anni anche per l'incremento della presenza di macchine elettroniche nei locali pubblici, i cosiddetti «videopoker», e del gioco online. E' considerata una vera e propria malattia, che colpisce principalmente chi è più vulnerabile (ma non solo) e che - attraverso alterazioni del comportamento, che diventa compulsivo nei confronti del gioco - può portare a seri problemi nei rapporti sociali, in particolare quelli famigliari, e alla perdita del controllo del denaro.
Un problema in parte ancora sommerso, come emerge dal lavoro dei servizi sanitari che si occupano delle persone entrate nel tunnel.
Se a livello nazionale si stima che i cittadini coinvolti in questo problema possano essere dall'1 al 3% della popolazione, a fine 2013 sono 101 i giocatori in carico ai servizi sanitari in provincia di Parma (erano 14 nel 2007), mentre 17 quelli del distretto di Fidenza.
Per capire quanto incida il fenomeno «videopoker», il 56% delle persone che ha chiesto aiuto faceva utilizzo in modo compulsivo delle slot-machines, mentre solo l'1% delle corse dei cavalli. L'82% dei pazienti sono uomini, nella stragrande maggioranza di nazionalità italiana. Poi: 27% hanno un'età compresa tra i 41 e i 50 anni, il 23% tra i 51 e 60 anni.
I dati, chiaramente, non sono ancora significativi per vari motivi: il fatto che sia un fenomeno ancora altamente sommerso, come detto, che la vergogna impedisca di «esporsi» e chiedere aiuto (non solo per il soggetto coinvolto, ma anche per chi gli sta attorno) e anche che non venga riconosciuto un vero e proprio problema, fa sì che siano ancora «poche» le persone in terapia.
Se il fenomeno è ancora tutto da approfondire - a livello medico, ma soprattutto sociale - dal punto di vista diagnostico, dal maggio del 2013, si è fatto un importante passo avanti. A livello sanitario nazionale, infatti, la patologia da gioco d'azzardo da «disturbo del comportamento» quale era stata catalogata è stata riconosciuta come vera e propria «dipendenza», termine che racchiude anche chi ha problemi di droga, alcol e altro.
Ad occuparsi dei «malati di gioco» per l'Ausl è il Sert (Servizio tossicodipendenze). Il percorso di terapia - spiegano la responsabile del Sert di Fidenza Silvia Codeluppi con la collega Simonetta Gariboldi (la responsabile dell'Unità è Maristella Miglioli), prevede anche il coinvolgimento della famiglia del paziente e, attraverso l'ausilio di psichiatri e psicologi e azioni quali il monitoraggio del denaro, comporta un percorso che porta alla «guarigione».
Per affrontare il problema, l'Arma dei carabinieri ha promosso un incontro che si terrà sabato mattina al centro interparrocchiale di Fidenza (gli orari nella scheda). L'obiettivo sarà, in particolare, non quello di affrontare le tematiche legate al gioco d'azzardo, alle leggi che lo disciplinano e al businnes legato a questo fenomeno, ma piuttosto a capire quale sono i meccanismi che scatetano la ludopatia, come lo si può riconoscere e, soprattutto, a chi ci si può rivolgere per chiedere aiuto.
Ne parleranno medici, avvocati, operatori nell'ambito delle dipendenze, associazioni consumatori e i carabinieri stessi, perchè chi viene coinvolto in questo problema rischia di entrare in contatto con organizzazioni criminali del gioco illegale ma, anche e soprattutto, con quelle dell’usura. L.Soz.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • maricu

    24 Novembre @ 13.59

    Credo che le sale gioco debbano essere chiuse tutte, indistintamente, in periodo di crisi siamo tutti tentati di sfidare la fortuna e vedere se ci sorriderà..... a sorridere è lo Stato che si intasca un sacco di soldi! Se poi pensiamo al disagio sociale che ne deriva e ai soldi che poi si devono spendere per ristabilire l'equilibrio nelle persone che diventano depresse e violente direi che non ci sono punti a favore per tenerle aperte!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Salisburgo la dolce: assolo barocco tra le Alpi

VIAGGI

Salisburgo la dolce: assolo barocco tra le Alpi

di Roberto Longoni

Lealtrenotizie

Pizzarotti

BALLOTTAGGIO

"Effetto Parma" festeggia in pizzeria. Pizzarotti: "Altri cinque anni entusiasmanti" Video

Ecco l'intervista di TvParma durante lo scrutinio

elezioni 2017

Ballottaggio, affluenza al 45,17%

Calo in tutti i Comuni dell'Emilia-Romagna che vanno al ballottaggio

5commenti

ELEZIONI 2017

Piacenza e Spezia, il centrodestra nettamente avanti

Le principali città al voto: solo a Padova e Taranto i dem in testa di misura

Felino

Tenta una strage in famiglia: la figlia è gravemente ustionata. Arrestato

Nella notte a Poggio di Sant'Ilario Baganza

sanità

Caso di chikungunya: disinfestazione in due vie Video - I consigli

degrado

Maxi raid vandalico in via Toscana con il catrame: vetrine e auto imbrattate, gomme tagliate anche alle bici

4commenti

polizia

Torna all'Esselunga per un altro furto (di supercalcolici): denunciato un 22enne

4commenti

VIOLENZA

Ancora risse davanti alla stazione

9commenti

gazzareporter

San Pancrazio, il degrado continua Gallery

CHIESA

Montecchio, cambia il parroco: arriva don Orlandini da Reggio

Don Romano Vescovi, originario di Neviano, lascia Bibbiano per l'eremo di Salvarano (Quattro Castella)

tg parma

Al Regio l'assemblea dell'Upi con il ministro Graziano Delrio Video

polizia

Furto al Bar Squisjto ad Alberi di Vigatto

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

CRIMINALITA

Monticelli, automobilista insegue gli scippatori in viale Marconi

2commenti

Sant'Ilario d’Enza

Ladro aveva in auto del parmigiano rubato, sarà donato alla Caritas

Notato dai Cc vicino a supermarket, aveva precedente specifico

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Il partito dell'astensione e del disinteresse

di Filiberto Molossi

2commenti

ITALIA/MONDO

Boretto

La villetta va a fuoco, famiglia salvata dal gatto

MALTEMPO

Frane, smottamenti e vento forte: danni al Nord-Est Foto

SOCIETA'

elezioni 2017

Genova: elettore al seggio con cane al seguito Foto

Elezioni 2017

Votare turandosi il naso? A Piacenza qualcuno lo ha fatto davvero... Video

SPORT

formula 1

Gara pazza. Hamilton e Vettel fanno a botte. E Ricciardo brinda...

SERIE A

Donnarumma inneggia a Raiola, poi si scusa con i tifosi. Dopo l'Europeo incontro con il Milan

MOTORI

MINI SUV

Citroën: la C3 Aircross in tre mosse

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande