22°

32°

Testimonianza

Pellegrini di Fidenza nei luoghi di San Francesco: "Esperienza esaltante"

Pellegrini di Fidenza nei luoghi di San Francesco: "Esperienza esaltante"
Ricevi gratis le news
0

I pellegrini di Fidenza che negli anni scorsi hanno camminato lungo la Via Francigena verso Roma quest'anno hanno scelto di seguire le orme di San Francesco. Valentino Allegri, Gabriele Spaggiari, Franco Antonelli, Luciana Bazzini e Renato Bazzini hanno camminato per 230 chilometri da La Verna ad Assisi, con una temperatura di 27-28 gradi e per diverse tappe a un'altitudine attorno ai mille metri, immersi nella natura. 

Valentino Allegri vuole condividere la sua esperienza con i lettori di Gazzettadiparma.it. Pubblichiamo alcune sue considerazioni sul pellegrinaggio, che definisce "un'esperienza esaltante": 

 

Abbiamo chiuso questa magnifica esperienza umbra in una città simbolo di amore, fratellanza e anche di gioia degli occhi, perché riempie, anzi fa tracimare con la sua bellezza il vaso che goccia dopo goccia (di sudore), giorno dopo giorno, abbiamo riempito nel pellegrinaggio che ci ha portato a piedi da La Verna ad ASSISI. Lo abbiamo fatto attraversando territori incontaminati, di rara bellezza paesaggistica, boschi, prati e valli dai colori sfavillanti che ci coinvolgevano e ci facevano superare anche più agevolmente le pur frequenti e dure difficoltà del percorso, pregando e cantando. Abbiamo conosciuto persone semplici e asceti che ti fanno capire ancora di più questa terra e la forza interiore che da essa emana.

Per i motivi suddetti e molti, anzi moltissimi altri, mi pare giusto analizzare quanto ci abbia dato.
Comunemente l’Umbria è considerata il cuore verde d’Italia, è un’etichetta semplicistica e pubblicitaria che tralascia ben più grandi peculiarità di questa Regione e dei suoi abitanti. Non per niente sono eredi diretti di una cultura e di una spiritualità che deriva direttamente dagli Etruschi, un popolo che, pur se ancora in parte sconosciuto, ha insegnato e seminato in ogni campo del vivere civile (vedi Le tavole Eugubine). Gli Umbri, a differenza di altre popolazioni italiane, non ha dimenticato queste radici e tanto meno queste peculiarità. E’ un popolo prevalentemente contadino e per questo ama e rispetta la sua terra, è un popolo che ama il bello e lo si vede e lo si sente ovunque, sia nella bellezza dei suoi paesaggi, che dei suoi monumenti e centri storici. Un Santo come San Francesco non poteva che nascere in Umbria, Lui che è il condensato dell’amore per gli uomini, per gli animali e per la natura che ha esaltato con il sublime” Cantico delle Creature”, e ha fatto dell’accoglienza uno dei temi portanti del suo insegnamento e della Sua Regola, da Lui e grazie a Lui abbiamo conosciuto, in questo cammino, persone sante, come l’asceta frate Francesco che vive in un eremo, il Cerbaiolo, persone aperte all’amicizia, alla generosità, all’accoglienza. Quando si arrivava alla fine della tappa non eravamo dei semplici clienti o pellegrini ma era come fossero arrivati dei parenti, a cominciare dei volontari, che si assumono ogni giorno l’onere dell’accoglienza nell’Ostello pur non essendo del posto, e hanno condiviso fraternamente con noi il gusto dei momenti conviviali.

Ma anche gli abitanti si sono messi a nostra disposizione e servizio: è stato esaltante l’incontro con le famiglie dei giovani di Gubbio che per 5 mesi mettono a disposizione il loro tempo libero per l’animazione dell’oratorio e per l’accoglienza ai pellegrini, e coi rappresentanti dell’Avis, con i quali abbiamo messo in comune esperienze che mettono alla prova noi stessi e diventano al tempo stesso un esempio positivo per altri, capaci di infondere fiducia e coraggio per affrontare, anche faticando, la vita, ed esaltarla anche attraverso il camminare insieme, godendo con semplicità ed amicizia di quello che S. Francesco e la sua terra “verde oro” (per le distese di ginestre), ci hanno infuso negli occhi e nel cuore. Tutto ciò resterà indelebilmente fra i nostri più cari ricordi. Importante e significativo è stato poi l’incontro con uno degli autori della guida che ha voluto sapere e conoscere le nostre considerazioni e proposte migliorative. Non ho parlato di paesi, città e bellezze artistiche che abbiamo visto, per paura di dimenticarne qualcuna e per non fare classifiche, ma vi citerò solo le tappe del nostro indimenticabile, bellissimo e faticoso cammino:

La Verna – Pieve S. Stefano – La Montagna – Citerna – Città di Castello – Pieve de’ Saddi – Pietralunga – Gubbio – Belluggello – ASSISI
Un’esperienza esaltante da consigliare al miglior amico e non. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

2commenti

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERRORISMO

Barcellona: per la polizia sono tutti morti i quattro ricercati. Forse in Francia l'autista-killer

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti