21°

33°

fidenza

Antonio e Lilia: «Siamo vivi per miracolo»

Primo incontro in ospedale 25 giorni dopo il terribile incidente di Parola. Dopo avere lottato tra la vita e la morte deleo e la donati si sono potuti riabbracciare

Antonio e Lilia: «Siamo vivi per miracolo»
Ricevi gratis le news
1

Si sono rivisti dopo venticinque giorni: un incontro di intensa commozione, tra le lacrime. Il carabiniere fidentino Antonio Deleo, 52 anni e la moglie Lilia Donati, erano rimasti gravemente feriti nel pauroso incidente stradale del primo novembre scorso, a Parola, insieme al figlio Daniel, diciottenne, dimesso dal Maggiore una settimana fa. Nello stesso incidente avevano perso la vita tre giovani nordafricani.
Deleo che si trovava in Rianimazione al Maggiore a Parma, dove è stato sottoposto a due interventi chirurgici, è stato trasferito all’ospedale di Vaio, dove si trova ricoverato in Medicina d’urgenza, in attesa di essere portato in Ortopedia, dove sarà sottoposto a un terzo intervento chirurgico a una gamba. E ha potuto rivedere la moglie, che dal reparto di Rianimazione di Vaio, dove ha lottato fra la vita e la morte, è stata trasferita in Neurologia.
Antonio e Lilia, quando si sono rivisti, hanno pianto di gioia: un pianto liberatorio, dopo che i due, erano stati a lungo in pericolo di vita. Adesso stanno meglio e si stanno riprendendo, anche se il percorso per la completa guarigione sarà ancora lungo. Accanto al letto dei genitori, il primogenito Ivan, che si divide fra la casa, dove c’è il fratello Daniel, ormai in via di guarigione e fra i due reparti di Vaio.
«Siamo vivi per miracolo - ha sussurrato Antonio Deleo - e ora siamo felici di essere tutti ancora qui. E’ stato come se fosse una rinascita. Io non ho ancora finito perché devo essere operato di nuovo, ma tutto sommato sto abbastanza bene. Ho rivisto mia moglie e so anche che Daniel è a casa e sta bene. Dobbiamo tutti ringraziare la Madonna, se siamo ancora qui. Dello schianto non ricordo nulla, solo qualche flash del dopo incidente. Abbiamo ricevuto tante manifestazioni di affetto e ringraziamo tutte le persone che ci sono state vicine. Ringraziamo anche tutti i medici e gli infermieri che ci hanno seguito».
Anche Lilia, dal suo letto in Neurologia, sorride, scherza e parla continuamente. «Devo rifarmi dei giorni in cui sono dovuta stare zitta per forza - ha scherzato Lilia - e adesso finalmente posso sfogarmi. Sono felice di avere rivisto Antonio e adesso ce l’ho qui, anche se è in un altro reparto. Per quanto riguarda il terribile schianto abbiamo saputo che tre giovani purtroppo hanno perso la vita...ma io ricordo poco niente, solo che sferravo pugni al finestrino e alla portiera perché volevo uscire dalla macchina che si era schiantata contro un albero. Poi devo essere collassata e mi sono risvegliata dopo giorni in Rianimazione».
Adesso la famiglia forse potrà riunirsi a Natale. «Ma io spero vivamente anche prima - ha scherzato Lilia - perchè il 19 dicembre dobbiamo festeggiare il nostro ventiseiesimo anniversario di matrimonio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gianluca

    28 Novembre @ 20.28

    Parlare di miracolo quando ci sono tre morti mi sembra indelicato.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

William, Harry e quell'ultima breve telefonata con Diana

documentario

William e Harry: "Quell'ultima telefonata con mamma Diana" Video

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe

PISCINE

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe Foto

Ascolti; Ciao Darwin 7 in replica vince il sabato sera

Televisione

Ascolti in tv: "Ciao Darwin 7" in replica vince il sabato sera

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox: i controlli della settimana

PARMA

Autovelox, speedcheck e autodetector: i controlli della settimana

2commenti

Lealtrenotizie

Viale Vittoria, è sempre emergenza spaccio

L'INCHIESTA

Viale Vittoria, è sempre emergenza spaccio

7commenti

DELITTO DI VIA SIDOLI

«Elisa voleva andare a un concerto, io ho perso la testa»

Fraore

Black out programmato. Ma nessuno lo sapeva

1commento

fontevivo

Schianto tra furgone e bicicletta: un ferito

SALA

E' morta la Milla, regina della torta fritta

Traversetolo

Escluso dai servizi scolastici chi non paga

Incredibile

Straordinaria scoperta nel Po: trovata la mandibola di un leone

1commento

QUI PINZOLO

Bongiovanni: «Alleno il Parma a tavola»

Lutto

Alberto Greci, una vita per il museo Lombardi

MILANO

Sala: "Il Pd ha sbagliato a non dare credito a Pizzarotti"

Il sindaco di Parma alla Festa dell'Unità a Milano si schiera con Gori sull'immigrazione: "Lo Stato faccia di più"

5commenti

PINZOLO

Baraye e Calaiò (triplette) protagonisti nella prima uscita stagionale: 14-0

Giorno, debutto con gol: "Pronto a dare tutto" Video - Le prossime amichevoli (guarda) 

meteo

Il caldo intenso sta per finire, arriva aria fresca

Piogge e temporali al Nord.Centro-sud,calo termico di 8-10 gradi

Bedonia

Con la moto in una scarpata al passo del Tomarlo: grave un 45enne

varano

Incidente a Scarampi: ferito un motociclista

incidenti

Auto contromano in via Capelluti, frontale: ferita una donna

2commenti

via Mantova

Ignoti danno fuoco alla rete della casa cantoniera

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

AMARCORD/1

Quando c'era "Un disco per l'estate" Video

di Vanni Buttasi

ITALIA/MONDO

Mombasa

Kenya, rapina in villa: uccisa Laura Satta, 71enne di Cremona. Ferito il marito

2commenti

Afghanistan

Kamikaze contro un minibus a Kabul: almeno 24 morti e 42 feriti

SPORT

ATLETICA

Under 20, Scotti d'oro nella 4x400

baseball

Scalera, 2 home run in un giorno: Parma Clima vittorioso

SOCIETA'

degrado

Venezia: e ora i turisti si tuffano (anche) dal ponte di Calatrava

1commento

Malore

Frassica in ospedale per una bevanda ghiacciata

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori