-1°

fidenza

Trevisi, una lezione di vita

Il dirigente della polizia ha incontrato i ragazzi del duomo

Trevisi, una lezione di vita
0

Una grande lezione di vita quella del super poliziotto Gianpaolo Trevisi, ospite della parrocchia della cattedrale. Una lezione soprattutto di umanità e di rispetto, per saper «ascoltare chi arriva da lontano».
A 45 anni, già capo della Mobile di Verona, responsabile dell’Ufficio immigrazione e vice questore della Questura di Verona, fresco di nomina a primo dirigente di Polizia, ora è direttore della Scuola nazionale allievi della Polizia di Stato. Con una simpatia straordinaria, Gianpaolo Trevisi si è rivolto ai presenti durante l’incontro organizzato dalla parrocchia di San Donnino, invitato in città dal parroco don Stefano Bianchi.
Un incontro ricco di racconti veri e un’occasione molto attuale per parlare di immigrazione per poi anche snodarsi attraverso terreni difficili come quelli dell’abuso di potere delle forze dell’ordine e del loro ruolo nelle manifestazioni pubbliche.
«Una volta degli alunni delle medie mi hanno chiesto: perché voi poliziotti non mettete a Lampedusa dei mitragliatori puntati verso il mare? Lì ho capito che la scuola, luogo di sensibilità accese, è il posto giusto dove mettersi in gioco, dove anche un poliziotto può andare a parlare di storie di vita, di umanità e di rispetto». Una persona «vera» Trevisi, carico di umanità. Gli viene però posta una domanda: «Rimane il fatto che nel suo lavoro avrà firmato centinaia di fogli di via, ossia decreti di espulsione. Giusto?». «Si, certo. Le leggi le rispetto, naturalmente. Ma più ancora rispetto la dignità delle persone, dovunque essi provengano. Per ognuna di esse, per ogni storia, ci vuole un occhio di riguardo, una parola, farsi sentire vicini e capire la sofferenza che spesso va di pari passo con il tentativo di ingresso senza documenti in Italia».
In mare continuano a morire migranti. Quale via d’uscita per fermare il massacro? «In primo luogo l’Europa deve aiutare l’Italia, anche perché il 70 per cento di chi arriva sulle nostre coste è solo di passaggio, vuole arrivare altrove. Detto questo, qualcosa potrebbe essere cambiato in poco tempo, ovvero le leggi riguardanti chi è già qui, magari con un permesso, che non viene rinnovato se perde il lavoro, per esempio. In tal senso bisogna dare più poteri ai Comuni rispetto alla Polizia, spesso non è un problema di sicurezza ma di trovare il modo concreto per risolvere. È necessario anche snellire la burocrazia, che non è al passo con i tempi».
Cosa deve cambiare per migliorare la relazione tra le forze di ordine pubblico e la società civile, minata dai casi di abuso di potere? «Servirebbe un impegno collettivo, senza pregiudizi da entrambe le parti». L’importanza di mediare e non pensare il mondo diviso in bianco e nero ritorna spesso nel suo intervento. «Tutti dovremmo rispettare la legge, sia chiaro. Ma c’è un principio che viene ancora prima e che nessuno può negare, ovvero che si ha sempre di fronte un essere umano, e come tale va trattato». S.L.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

30commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

6commenti

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

4commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

Rugby

Zebre-London Wasps 13-22: ribaltato il vantaggio del primo tempo Foto

A Moletolo sono arrivati 300 tifosi inglesi

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria