-4°

Fidenza

Vaio, l'ospedale si allarga: posata la prima pietra

Posa della prima pietra della nuova ala

Ospedale di Vaio

Ospedale di Vaio

2

Un nuovo cantiere per il futuro dell'Ospedale di Vaio. Con la posa della prima pietra il 10 giugno prende il via un intervento complessivo di ampliamento dell'ospedale che prevede la costruzione ex novo di una nuova ala e gli interventi di ristrutturazione del Pronto soccorso e di altre aree (radiologia e ambulatori).
La realizzazione di queste opere è necessaria sia per migliorare l'organizzazione dei servizi con nuove collocazioni più funzionali, sia per rispondere alla domanda crescente di prestazioni. La fine dei lavori è prevista per l'autunno 2017 e tutti gli interventi verranno eseguiti senza alcuna interruzione dell'attività di reparti e servizi ospedalieri.
L'intervento nel complesso ha richiesto un investimento di circa 15,6 milioni di euro (Iva inclusa), di cui 9,4 milioni di euro sono risorse proprie dell’Azienda Usl di Parma, 306 mila euro sono finanziamenti regionali e la restante parte (5,8 milioni di euro) sono risorse statali (ex art.20 della Legge 67/1988). La quota dell'investimento, destinata ai lavori di ristrutturazione del Pronto soccorso ed alla costruzione della nuova ala, aggiudicati alla ditta UNIECO Soc. Coop. di Reggio Emilia, è di 9,6 milioni di euro (Iva e spese
tecniche incluse). In particolare, i servizi che beneficeranno direttamente dell’intervento complessivo sono:
- il Pronto Soccorso, che a seguito di una domanda in crescita ha necessità di ulteriori spazi: la loro superficie raddoppierà grazie alla nuova collocazione
- la Diagnostica per immagini, la cui attività si è incrementata notevolmente in questi anni estendendo anche ai fine settimana gli esami per gli esterni: sono dunque necessari maggiori comfort all’utenza e miglioramenti nei percorsi intraospedalieri, in particolare con il Pronto soccorso
- la Salute mentale, i cui servizi sono oggi collocati a Fidenza in locali ormai obsoleti e distanti dall’Ospedale e dagli altri servizi distrettuali.
Gli interventi consentono anche di riorganizzare funzioni e percorsi già presenti in ospedale, che trovano oggi una collocazione scarsamente funzionale per gli assistiti e per gli operatori.
LA NUOVA ALA
La nuova ala sorgerà di fianco all'edificio C, dove ora si trovano medicina d'urgenza, rianimazione, neurologia, ortopedia e urologia. Avrà una superficie lorda complessiva di 7.560 metri quadrati disposta su 6 piani (di cui uno interrato destinato a deposito e un sottotetto). Questa sarà la futura collocazione dei servizi: al piano terra spazi aggiuntivi destinati al Servizio di Radiologia (collocato allo stesso piano nell'adiacente edificio B) e Residenza Psichiatrica Territoriale con 10 posti letto (oggi a Fidenza). Al primo piano vi saranno gli ambulatori specialistici del Dipartimento di Medicina, 4 posti letto di degenza in day-service (del Dipartimento di Medicina) e 10 posti letto di Lungodegenza (già ricompresi nella dotazione complessiva di posti letto). Nel secondo piano sono previsti poliambulatori specialistici così come al terzo piano, di cui due ambulatori chirurgici. Il nuovo edificio è collegato all'edificio C mediante un percorso orizzontale presente a tutti i piani, oltre che con un collegamento aggiuntivo verso all'edificio B al pian terreno e dedicato alla Radiologia.
LE RISTRUTTURAZIONI
Gli interventi di ristrutturazione interessano gli spazi attualmente occupati dal Pronto soccorso, oltre ad una piccola porzione dell’area ambulatoriale del primo piano dell'edificio B (ambulatori chirurgici) e al piano terra del edificio O (Centro di Salute Mentale), per una superficie complessiva di 2.350 metri quadrati. Gli interventi prevedono, grazie alla riqualificazione di alcuni servizi, di recuperare all'interno del edificio E una superficie che, opportunamente adeguata, è destinata a raddoppiare gli spazi del Pronto Soccorso fino a 1.235 metri quadrati, con la collocazione di una sala gessi e di spazi per attività diagnostica strumentale dedicata. E’ prevista la realizzazione di due ambulatori chirurgici,
ulteriori rispetto a quelli di nuova realizzazione, al primo piano del corpo B ed il trasferimento del Centro Salute Mentale al piano terra del corpo O, negli spazi attualmente occupati degli ambulatori specialistici ospedalieri che si sposteranno nella nuova ala. La ristrutturazione dunque consente di portare all’interno del complesso di Vaio le attività del Dipartimento di Salute Mentale, attualmente collocate nell'edificio "Collegio dei Gesuiti" di Fidenza, di proprietà dell'Amministrazione Comunale.
ALTRE OPERE
Con l’incremento delle capacità ricettive dell’Ospedale, contestualmente ai lavori di ampliamento, viene realizzato un nuovo parcheggio di 2.250 metri quadrati (pari a circa 70 posti auto).
L'INFORMAZIONE AI CITTADINI
Successivamente all'avvio del cantiere e fino alla conclusione dei lavori, un sito Internet seguirà con notizie, foto, video e documentazione l'esecuzione degli interventi previsti, informando i cittadini anche sulle eventuali modifiche all'accesso e ai percorsi interni di servizi e strutture ospedaliere. Il sito, accessibile dal portale Ausl www.ausl.pr.it, sarà così anche uno strumento di trasparenza e puntuale rendicontazione sulla realizzazione dell'opera nei confronti della cittadinanza.
L'OSPEDALE DI VAIO E I DATI DI ATTIVITA'
Realizzato 10 anni fa, quello di Vaio è il secondo ospedale della provincia di Parma per numero di posti letto (227 quelli attuali, dopo la riconversione di 30 posti letto in posti di cure intermedie territoriali presso la Casa della salute di S.Secondo). L'ospedale comprende tutte le specialità di base e le funzioni specialistiche (neurologia, urologia, ortopedia, cardiologia, ostetricia e ginecologia, terapia iperbarica, rianimazione, pronto soccorso, astanteria e medicina d’urgenza, oltre ai servizi di laboratorio e radiologia), ed è stato negli
anni potenziato nelle attività di degenza e di diagnostica.
L'Ospedale è suddiviso nei tre Dipartimenti di Medicina interna, specialistica e riabilitativa (direttore Enrico Montanari), di Chirurgia generale e specialistica (diretto da Giuseppe Crovini), di Emergenza-urgenza e dei servizi diagnostici (guidato da Paolo Moruzzi), a cui fanno capo diverse Unità operative. L’Ospedale di Vaio negli anni è diventato sempre più punto di riferimento non solo per i cittadini del Distretto di Fidenza e dell’intera provincia ma anche per i residenti di altri territori emiliano-romagnoli e di altre regioni italiane (Lombardia).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    10 Giugno @ 16.52

    Non vedo l'ora di essere ricoverato in un reparto per la Salute mentale, unico luogo, a Fidenza, dove ritrovare i pochi sani di mente sopravvissuti.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    10 Giugno @ 16.31

    PRIMA DOMANDA DA UN MILIONE DI DOLLARI : a parte l' ampliamento degli spazi per alcuni servizi ( Pronto Soccorso , Radiologia , Day Hospital.....) e l' accorpamento del Servizio Psichiatrico , attualmente in altra sede , DI QUANTI POSTI - LETTO AUMENTERA' IN REALTA' LA PROPRIA RICETTIVITA' L' OSPEDALE DI VAIO ? SECONDA DOMANDA DA UN MILIONE DI DOLLARI : cosa si medita per l' Ospedale di Borgotaro , per il quale da tempo si ventila di accorpamento all' Ospedale di Fidenza , con conseguente perdita di alcune attività a Borgotaro ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Falsi vigili svuotano una cassaforte

A Marore

Falsi vigili svuotano una cassaforte

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

L'odissea di un giardiniere

«Con il mio Euro2 non posso lavorare»

EMERGENZA

Parma si mobilita

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

Il racconto

«Quando Roosevelt si insedio al Campidoglio»

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Rigopiano (Pescara)

Hotel sommerso da una slavina: due vittime accertate, decine di dispersi Foto

2commenti

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta