18°

33°

Fidenza

I ricordi della Claretta tra ricette e curiosità

«Il primissimo passaggio del rito: la scelta a inizio settembre della stoffa p'räl pältò da spiänèr»

I ricordi della Claretta tra ricette e curiosità
Ricevi gratis le news
1
 

Com’era la Fiera di San Donnino cinquanta, sessant’anni fa? Lo racconta Claretta Ferrarini, conosciutissima vernacolista borghigiana. «Si festeggiava in modo semplice. Si iniziava i primi di settembre andando a comprare la stoffa pr èl pältò da spiänèr èl de’ ‘d San Dunén. Il giorno della fiera per le strade si vedevano tanti uomini e poche donne, perché erano impegnate a preparare il pranzo», spiega. La Claretta racconta che il pranzo di San Donnino si iniziava a preparare diversi giorni prima e che, a differenza di quanto si fa ora, in nessuna casa borghigiana si mangiavano gli anolini e non si serviva il salume come antipasto ma come secondo. «In tutte le case si cucinava il brodo ma non con j’ änulén. Per San Donnino si mangiavano i täjädlén fât in ca’ oppure la pasta räžida o i mèsi manghi pieni. Due giorni prima del 9 si iniziavano a preparare le torte che si portavano a cuocere al forno più vicino perché le stufe di casa non potevano contenere del tìcci äcsé gròssi. L’8 si mettevano in concia gli arrosti: la gingen’na oppure l’anatra o l’oca. Verso le 7 di sera si portavano al forno così il giorno dopo bastava solo scaldarli». Il pranzo – talmente abbondante che il giorno dopo si mangiavano i vänsâj - era il momento più sentito della festa, mentre il resto della giornata veniva trascorso, soprattutto dai più piccoli, tra la chiesa e le giostre. «Per San Donnino si andava a messa in Duomo e poi prima di ritornare a casa a pranzo si faceva un giro alle giostre, i baräcón, che erano al Foro boario. Tra le attrazioni c’erano anche i saltimbanchi, i sarlätàn. Per vedere l’intero loro spettacolo bisognava pagare un cäürén o un scüd. Le bancarelle erano soprattutto di dolciumi. Nella mia famiglia, però, abbiamo sempre cucinato il croccante a casa. Porto avanti la tradizione da 52 anni e da pochi giorni l’ho insegnato ad una mia nipote in modo che l’usanza non vada persa. In alcune case si preparavano anche i dolci freddi, come ad esempio lo zabaione». Un’altra curiosità: «Nessun borghigiano stendeva i panni fuori: sarebbe stato disonorevole e poco rispettoso verso San Donnino». La sagra oggi ha preso un'altra fisionomia, tante cose ovviamente sono cambiate e tante tradizioni si sono perse. «Oggi ad esempio si inizia a mangiare giorni e giorni prima, lo stesso vale per le giostre. Secondo me si stanno organizzando troppi eventi e si perde la sostanza e il senso della ricorrenza del santo patrono della nostra città, che era molto sentita anche a livello religioso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    01 Dicembre @ 18.30

    Cara Claretta, amica mia imperdibile, io, essendo salsese, mi ricordo solo parzialmente della Festa di S. Donnino, come la descrivi tu. Io e mio fratello, da bambini, eravamo invitati a casa di una nostra colf di Borgo, che abitava in una laterale di via Caduti di Cefalonia, e lei ci rimpinzava di ogni ben di Dio, specie di dolci. Io mi ricordo dei baracconi non al Foro Boario, ma nel Parco delle Rimembranze. Adesso, i festeggiamenti sono penosi!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Terrorismo: ecco come si blinda Parma

Prevenzione

Terrorismo: ecco come si blinda Parma

TRAVERSETOLO

Quattro profughi in un appartamento: è polemica

OSPEDALE

Pronto soccorso, Brescia «corteggia» Cervellin

Universiadi

Folorunso e Fantini: «Vogliamo la finale»

PERSONAGGI

102 anni, addio alla ricamatrice Lina Zanichelli

Fidenza

Morto a 51 anni Giorgino Ribaldi

pedoni penalizzati

Marciapiedi dissestati: problemi di sicurezza

Sissa Trecasali

La barca affondata nel Po non si trova

ospedale

Ladri ancora in azione: rubati dei computer al Rasori Video

Il furto è stato compiuto nella notte al Day hospital pneumologico

1commento

polizia

Blitz nella notte nelle zone calde a Parma: 82 grammi di droga sequestrati, 5 espulsioni

7commenti

COLORNO

"E' morto assiderato", il piranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

14commenti

Anteprima Gazzetta

Emergenza terrorismo a Parma: il punto con l'assessore Casa

calcio

Antiterrorismo e viabilità, cambia la zona-Tardini (venerdì il "debutto") - La mappa

Posizionate le fioriere anti intrusione in centro - Video

mercato

Matri, è il giorno della firma? Ma il Parma non molla per Ceravolo Video

opening day

Sport, italianità e lealtà: venerdì taglio del nastro della B al Tardini

Prima del match Parma-Cremonese cerimonia con giuramento dei capitani e inno nazionale

1commento

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

13commenti

ITALIA/MONDO

SVIZZERA

Maxi frana al confine con Valchiavenna, 100 evacuati

TRAGEDIA

Avvistati tre alpinisti morti sul Monte Bianco

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

Usa

Lo squalo attacca, panico in spiaggia

hi-tech

Twitter: l'hashtag ha 10 anni, se ne usano 125 mln al giorno

MOTORI

AUTO

Ferrari: ecco la nuova Gran Turismo V8, un omaggio a Portofino

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente