12°

Fidenza

Buche coperte dopo l'incidente, il Comune respinge le accuse

Fidenza
3

Il Comune di Fidenza respinge le accuse della figlia di Corrado Cugini, secondo cui le buche in strada nella frazione Santa Margherita sono state coperte subito dopo l'incidente costato la vita al padre. Attraverso un comunicato, il Comune di Fidenza sottolinea che le buche sono state coperte in seguito a una segnalazione inoltrata dalla Municipale all'Ufficio tecnico, senza alcuna intenzione di nascondere le rilevazioni stradali dopo l'incidente. 


Ecco la nota del Comune di Fidenza: 

Il nostro concittadino Corrado Cugini è venuto a mancare e questo è motivo di sofferenza per tutta la nostra Comunità. Alla famiglia l’Amministrazione comunale porge le più sentite condoglianze. Conosciamo quanto Corrado fosse amato e stimato in città e siamo vicini ai suoi famigliari a prescindere dalle considerazioni di parte e dalle posizioni da loro assunte riguardo la dinamica dell'incidente e le eventuali responsabilità.

Stiamo assistendo, infatti, ad un dibattito che si è sviluppato senza raccogliere contestualmente la posizione del Comune, dando libero sfogo ad osservazioni circa il comportamento “inumano e abominevole” del Comune, che avrebbe nascosto subito la buca in via Monfestone, teatro dell’incidente. 
Osservazioni che rispettiamo perché nate in ore di profondo dolore familiare, ma che non possiamo condividere, alla luce degli elementi emersi dalle verifiche interne che abbiamo disposto.
Come abbiamo sempre fatto e a maggior ragione ora mettiamo in condivisione con la Comunità di Fidenza tutto il materiale in nostro possesso, per una rigorosa analisi dei fatti.

Nel pomeriggio di lunedì 18 aprile un nostro concittadino ha avuto un grave incidente ed è stato ritrovato a terra, in un fosso. Il primo articolo comparso il 19 aprile scorso avvalorava la tesi di un malore, scenario poi mutato nella ricostruzione a mezzo stampa nell’ipotesi di una buca che avrebbe causato la caduta e i traumi letali.

Nessuno ha segnalato alcunché all’Amministrazione fino alle ore 00.29 del 19 aprile, quando la Polizia Municipale ha scritto una e-mail alcune ore dopo il sinistro, senza ritenere di disporre forme emergenziali come la chiusura della strada o la sua parziale transennatura. La mail evidenziava che “in via Monfestone c’è una buca nella sede stradale di notevoli dimensioni che risulta pericolosa per la circolazione. Si prega ripristinare urgentemente il manto stradale”.
Nella mattinata dello stesso 19 aprile il Servizio competente del Comune, come richiesto dalla Polizia Municipale, ha fatto subito intervenire una squadra di operai, senza, quindi, occultare nulla e men che meno le rilevazioni stradali effettuate dopo l’incidente, peraltro documentate con materiale fotografico.

Ribadiamo: questo è un primo dato importante, perché dimostra che il Comune non è intervenuto stupidamente per cancellare una prova ma solo per eseguire una richiesta della Polizia Municipale. Lo diciamo a tutti i fidentini che in queste ore hanno preso per valida, in buona fede, una ricostruzione sommaria e parziale.

In subordine a questo fatto ne arriva subito un altro: si racconta di una segnalazione giunta in Comune ad inizio anno per quella buca e che non sarebbe stata evasa. Abbiamo letto che qualcuno scomoda la parola “negligenza”. Ebbene, in tutte le richieste d’intervento pervenute al Comune ve ne è una sola giunta al Punto Amico comunale per quel tratto stradale, datata 23 marzo 2016, avente per oggetto una generica buca in via Monfestone. Richiesta che il Punto Amico ha diramato alle ore 16:14 al Servizio competente del Comune. Subito dopo, il funzionario incaricato ha ordinato l’uscita degli operai comunali per l’accertamento e l’eventuale riparazione. L’intervento è stato eseguito quello stesso pomeriggio. Esattamente la velocità d’intervento che cerchiamo di offrire nei limiti del possibile a tutte le segnalazioni dei cittadini, sui temi più vari. Una impostazione di lavoro che l’Amministrazione si è data al fine di preservare innanzi tutto condizioni di adeguata sicurezza, attraverso l’attenta valutazione di tutte le segnalazioni che pervengono oltre ai rilievi che direttamente gli uffici dispongono sul territorio comunale.

La riparazione è stata eseguita quello stesso pomeriggio, come subito aveva certificato l’operaio intervenuto. A titolo di approfondimento e ulteriore precisazione, l'operaio ha confermato anche stamane – nel corso delle verifiche interne per l’accertamento dei fatti – che ha sistemato due buche in via Monfestone, a bordo del manto stradale, chiarendo che “le buche colmate nella giornata del 19 aprile 2016 non erano presenti il giorno del mio sopralluogo, ossia il 23 marzo 2016”.
Una testimonianza che l’operaio ha messo per iscritto in una memoria autografa, che è a disposizione degli organi di Polizia Giudiziaria e delle Autorità che stanno seguendo il caso. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Angelo

    20 Aprile @ 21.33

    E' una polemica che non capisco: i rilevi sono stati effettuati il giorno dell'incidente, no? La buca quindi è stata vista (forse anche fotografata) da pare degli agenti di Polizia Municipale e poi giustamente segnalata all'Ufficio competente perché pericolosa. Hanno fatto bene gli operai a ricoprirla subito: se così non fosse stato avrebbero coscientemente lasciato un evidente pericolo a rischio della vita di un altro utente della strada. OTELLO CELLETTI PARMA

    Rispondi

    • rradamess

      22 Aprile @ 09.42

      Caro sig. Celletti si rilegga meglio l' articolo. Per me hanno distrutto consapevolmente LA possibile prova. Se ne saprà di più dopo l' autopsia. E siccome c' è un morto di mezzo la strada si poteva benissimo chiudere o transennare il tratto dell' incidente con un senso unico alternato.

      Rispondi

      • Vitto

        22 Aprile @ 22.05

        rradamess parole sante.......purtroppo siamo amministrati da chi ??? possibile che con tutte le guardie che paghiamo sia SEMPRE il cittadino che deve segnalare le buche?? mai che ne vedano una ??? tranne che dopo la disgrazia

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Cafè: vestiti anni '50

Pgn feste

Hub Cafè: vestiti anni '50 Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Borgotaro, carnevale insanguinato

Lesioni

Borgotaro, carnevale insanguinato

4commenti

Parma

Bidoni dei rifiuti a fuoco in viale Mentana

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

3commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

Parma

Concerto benefico con Frisina e il coro di Roma: coda per entrare in Duomo

Evento per i 10 anni dell'Hospice delle Piccole Figlie e per ricordare il vescovo Bonicelli, scomparso nel 2009

Parma

Straordinari non pagati: Poste condannate a risarcire portalettere Video

Prima sentenza in Italia

1commento

carabinieri

Inseguimento a Vicofertile, recuperato bottino da 15mila euro Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Jackpot

Superenalotto, c'è il 6: vinti 93 milioni di euro a Padova

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia