-4°

Fidenza

Buche coperte dopo l'incidente, il Comune respinge le accuse

Fidenza
3

Il Comune di Fidenza respinge le accuse della figlia di Corrado Cugini, secondo cui le buche in strada nella frazione Santa Margherita sono state coperte subito dopo l'incidente costato la vita al padre. Attraverso un comunicato, il Comune di Fidenza sottolinea che le buche sono state coperte in seguito a una segnalazione inoltrata dalla Municipale all'Ufficio tecnico, senza alcuna intenzione di nascondere le rilevazioni stradali dopo l'incidente. 


Ecco la nota del Comune di Fidenza: 

Il nostro concittadino Corrado Cugini è venuto a mancare e questo è motivo di sofferenza per tutta la nostra Comunità. Alla famiglia l’Amministrazione comunale porge le più sentite condoglianze. Conosciamo quanto Corrado fosse amato e stimato in città e siamo vicini ai suoi famigliari a prescindere dalle considerazioni di parte e dalle posizioni da loro assunte riguardo la dinamica dell'incidente e le eventuali responsabilità.

Stiamo assistendo, infatti, ad un dibattito che si è sviluppato senza raccogliere contestualmente la posizione del Comune, dando libero sfogo ad osservazioni circa il comportamento “inumano e abominevole” del Comune, che avrebbe nascosto subito la buca in via Monfestone, teatro dell’incidente. 
Osservazioni che rispettiamo perché nate in ore di profondo dolore familiare, ma che non possiamo condividere, alla luce degli elementi emersi dalle verifiche interne che abbiamo disposto.
Come abbiamo sempre fatto e a maggior ragione ora mettiamo in condivisione con la Comunità di Fidenza tutto il materiale in nostro possesso, per una rigorosa analisi dei fatti.

Nel pomeriggio di lunedì 18 aprile un nostro concittadino ha avuto un grave incidente ed è stato ritrovato a terra, in un fosso. Il primo articolo comparso il 19 aprile scorso avvalorava la tesi di un malore, scenario poi mutato nella ricostruzione a mezzo stampa nell’ipotesi di una buca che avrebbe causato la caduta e i traumi letali.

Nessuno ha segnalato alcunché all’Amministrazione fino alle ore 00.29 del 19 aprile, quando la Polizia Municipale ha scritto una e-mail alcune ore dopo il sinistro, senza ritenere di disporre forme emergenziali come la chiusura della strada o la sua parziale transennatura. La mail evidenziava che “in via Monfestone c’è una buca nella sede stradale di notevoli dimensioni che risulta pericolosa per la circolazione. Si prega ripristinare urgentemente il manto stradale”.
Nella mattinata dello stesso 19 aprile il Servizio competente del Comune, come richiesto dalla Polizia Municipale, ha fatto subito intervenire una squadra di operai, senza, quindi, occultare nulla e men che meno le rilevazioni stradali effettuate dopo l’incidente, peraltro documentate con materiale fotografico.

Ribadiamo: questo è un primo dato importante, perché dimostra che il Comune non è intervenuto stupidamente per cancellare una prova ma solo per eseguire una richiesta della Polizia Municipale. Lo diciamo a tutti i fidentini che in queste ore hanno preso per valida, in buona fede, una ricostruzione sommaria e parziale.

In subordine a questo fatto ne arriva subito un altro: si racconta di una segnalazione giunta in Comune ad inizio anno per quella buca e che non sarebbe stata evasa. Abbiamo letto che qualcuno scomoda la parola “negligenza”. Ebbene, in tutte le richieste d’intervento pervenute al Comune ve ne è una sola giunta al Punto Amico comunale per quel tratto stradale, datata 23 marzo 2016, avente per oggetto una generica buca in via Monfestone. Richiesta che il Punto Amico ha diramato alle ore 16:14 al Servizio competente del Comune. Subito dopo, il funzionario incaricato ha ordinato l’uscita degli operai comunali per l’accertamento e l’eventuale riparazione. L’intervento è stato eseguito quello stesso pomeriggio. Esattamente la velocità d’intervento che cerchiamo di offrire nei limiti del possibile a tutte le segnalazioni dei cittadini, sui temi più vari. Una impostazione di lavoro che l’Amministrazione si è data al fine di preservare innanzi tutto condizioni di adeguata sicurezza, attraverso l’attenta valutazione di tutte le segnalazioni che pervengono oltre ai rilievi che direttamente gli uffici dispongono sul territorio comunale.

La riparazione è stata eseguita quello stesso pomeriggio, come subito aveva certificato l’operaio intervenuto. A titolo di approfondimento e ulteriore precisazione, l'operaio ha confermato anche stamane – nel corso delle verifiche interne per l’accertamento dei fatti – che ha sistemato due buche in via Monfestone, a bordo del manto stradale, chiarendo che “le buche colmate nella giornata del 19 aprile 2016 non erano presenti il giorno del mio sopralluogo, ossia il 23 marzo 2016”.
Una testimonianza che l’operaio ha messo per iscritto in una memoria autografa, che è a disposizione degli organi di Polizia Giudiziaria e delle Autorità che stanno seguendo il caso. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Angelo

    20 Aprile @ 21.33

    E' una polemica che non capisco: i rilevi sono stati effettuati il giorno dell'incidente, no? La buca quindi è stata vista (forse anche fotografata) da pare degli agenti di Polizia Municipale e poi giustamente segnalata all'Ufficio competente perché pericolosa. Hanno fatto bene gli operai a ricoprirla subito: se così non fosse stato avrebbero coscientemente lasciato un evidente pericolo a rischio della vita di un altro utente della strada. OTELLO CELLETTI PARMA

    Rispondi

    • rradamess

      22 Aprile @ 09.42

      Caro sig. Celletti si rilegga meglio l' articolo. Per me hanno distrutto consapevolmente LA possibile prova. Se ne saprà di più dopo l' autopsia. E siccome c' è un morto di mezzo la strada si poteva benissimo chiudere o transennare il tratto dell' incidente con un senso unico alternato.

      Rispondi

      • Vitto

        22 Aprile @ 22.05

        rradamess parole sante.......purtroppo siamo amministrati da chi ??? possibile che con tutte le guardie che paghiamo sia SEMPRE il cittadino che deve segnalare le buche?? mai che ne vedano una ??? tranne che dopo la disgrazia

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

14commenti

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

5commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

sabato

Per tenere viva la Curva Nord torna la riffa dei Boys

1commento

Gazzareporter

Massimo Mari: "Parma, inverno"

1commento

Wopa

I genitori omosessuali fra difficoltà e pregiudizi

Presentato libro a Parma in un dibattito moderato da Chiara Cacciani

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

1commento

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Rigopiano (Pescara)

Hotel sommerso da una slavina: due vittime accertate, decine di dispersi Foto

2commenti

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta