Fidenza

Di Vittorio, parlano i curatori fallimentari

Di Vittorio, due acquirenti per 500 appartamenti
Ricevi gratis le news
0

Annunciano l'azione di responsabilità nei confronti degli ex amministratori

Caso Di Vittorio: parlano i curatori fallimentari. A circa un anno e mezzo dal fallimento della cooperativa Di Vittorio e della sua partecipata Polis spa, Paolo Capretti e Luciano Ragone - i curatori fallimentari nominati dal Tribunale di Parma - illustrano il lavoro fatto in questi mesi. Elencano tutte le azioni intraprese dalla procedura: dalla verifica del passivo alla ricerca di un nuovo soggetto gestore per la proprietà indivisa (quasi 500 alloggi che non possono essere venduti singolarmente) passando dall’impostazione di azioni di responsabilità nei confronti di alcuni amministratori e sindaci di Di Vittorio e Polis. La Di Vittorio e Polis sono state dichiarate fallite dal Tribunale il 29 dicembre 2014, con un passivo di circa 70 milioni di euro. Un fallimento che ha fatto molto discutere a Fidenza, dove risiedono tantissimi dei soci prestatori, che avevano investito nella Di Vittorio i loro risparmi e che rischiano di non rivederli, se non in parte.

Il lavoro svolto dai curatori
Ci si è chiesti se i debiti della Di Vittorio ricadranno sulla collettività, quali sono le cause e le responsabilità del dissesto e che fine farà il patrimonio di alloggi della proprietà indivisa. «Quando siamo stati nominati – esordiscono Ragone e Capretti – le preoccupazioni del Tribunale erano sostanzialmente due: tutelare gli interessi delle famiglie coinvolte (sia dal punto di vista del diritto alla casa che della tutela del risparmio) e minimizzare il rischio di dissesto dei Comuni coinvolti, attesa la possibilità che gli stessi fossero chiamati a fronteggiare il carico di mutui (di nominali 27 milioni) gravanti sugli immobili appartenenti alla cosiddetta proprietà indivisa. Di questi 27 milioni la procedura ne ha contestati 19 milioni perché contratti in spregio alla normativa, dato che non sono stati usati per realizzare alloggi ma per fare altro». Infatti, negli anni il gruppo Di Vittorio ha operato in svariati settori, allontanandosi dai fini mutualistici per cui era nata.

La proprietà indivisa
La novità più importante è l’arrivo di due manifestazioni di interesse per l’acquisto dei 475 immobili della proprietà indivisa. 

L'esercizio provvisorio
«La procedura – illustrano Ragone e Capretti - sta svolgendo l’esercizio provvisorio da circa 18 mesi e in tale ambito abbiamo cercato di mettere in sicurezza la proprietà indivisa, ottimizzando e rendendo trasparente la gestione. E’ stata curata la manutenzione degli alloggi anche al fine di promuovere l’assegnazione di alloggi vuoti da tempo ed è stata avviata un’efficace attività di recupero crediti, contrastando le morosità, per raggiungere l’equilibrio finanziario. Il nostro lavoro, in condivisione con il giudice Pietro Rogato (con cui ci incontriamo settimanalmente) e con il Comitato dei creditori (nel quale sono rappresentati gli interessi dei prestatori e degli assegnatari), è stato finalizzato a rendere appetibile il “ramo aziendale indiviso” al fine di attrarre possibili investitori. Abbiamo contattato la Cassa Depositi e Prestiti per verificare l’appetibilità dell’investimento per Fondi a compartecipazione pubblica e per individuare la miglior soluzione tecnico giuridica per giungere all’allocazione della proprietà indivisa».

Vai alla sezione Fidenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Arrestato insegnante di musica: i due anni da incubo di un'allieva

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

1commento

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

colorno

Approfittano del caos dovuto alla piena per svaligiare due case Video

solidarietà

"Chi vuole ospitare sfollati di Lentigione?": Sorbolo e Mezzani aprono uno sportello

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

5commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS