-4°

IL CASO

Massari: «Multa ingiusta? No, abbandono di rifiuti»

Il sindaco risponde a Federico Ghiozzi dopo lo sfogo per la multa ricevuta

Massari: «Multa ingiusta? No, abbandono di rifiuti»

Andrea Massari, sindaco di Fidenza, e Federico Ghiozzi

Ricevi gratis le news
7

Dopo lo sfogo alla Gazzetta, da parte del ristoratore Federico Ghiozzi (titolare della trattoria Belvedere a Parma, ma residente a Fidenza), per aver ricevuto una multa di 114 euro per aver lasciato una busta di carta nel sacco per la raccolta della plastica - multa ritenuta da Ghiozzi «sproporzionata per chi commette una leggerezza» - oggi pubblichiamo la risposta integrale del sindaco di Fidenza.
Caspita. Da due giorni leggo una storia da Gabibbo, da Iene. E’ la storia di Federico Ghiozzi, che qua al paesello, come lo chiama lui, è per tutti “l’Oste” e un sosia discreto di Mel Gibson. Federico-Mel ha raccontato di essere un provetto cittadino che si è buscato una sanzione da 114 euro perché nel suo sacchetto “contenente solo materiale plastico” gli ispettori ambientali hanno trovato “una lettera di carta”. Una sola, soletta.
E Federico-Mel, che sente di essere mosso da un’etica green pazzesca, si è lasciato andare ad uno sfogo che lì per lì ha impressionate anche me: dice che lava perfino i vasetti dello yogurt e che, nonostante questo, la tariffa rifiuti non gli è stata abbassata. Un’ingiustizia difficile da tenere dentro, a suo dire. Non siamo un tribunale del popolo, ci sono 30 giorni di tempo per presentare in Municipio delle buone motivazioni per farsi annullare la sanzione, ma mi ero già messo nella predisposizione d’animo di fare quello che ho fatto (per fortuna) poche altre volte: aprire il portafoglio e pagare personalmente per evitare una beffa inutile ad un cittadino.
Conosco bene Federico-Mel, è un passionario col quale a volte è un piacere scambiarsi qualche rasoiata su Facebook, perché il nostro paesello è molto social, dobbiamo dirlo. E se aveva subito un’ingiustizia mi sembrava doppiamente doveroso intervenire. Poi arriva un punto dove finisce la poesia e iniziano gli atti. Ho chiesto una verifica ai miei uffici e la questione ha preso subito un’altra piega. E ho scoperto che Federico è entrato un po’ troppo nei panni di Mel, dell’attore, lasciandosi prendere la mano. La sanzione di cui si lamenta non è piovuta dal cielo, ma è stata determinata da un classico abbandono di rifiuti. Traduco: mentre la gran parte dei fidentini differenziano ed espongono i loro rifiuti in modo regolare, nel caso di Federico quel sacchetto è stato lasciato “all’angolo tra via Mazzini e la scalinata del parco Gernika” con “materiali non correttamente diversificati (vpl e carta)”. E voi direte: vabbè, dai, lasciate correre. Gli ispettori hanno anche fatto delle foto e alla faccia della lettera di carta sola soletta. Mischiata nella plastica c’era una pattumiera, con tanta carta, mozziconi e pacchetto di sigarette compresi. Non male per uno che lava perfino il vasetto dello yogurt.

Ma c’è di più. Federico-Mel recitando il suo copione da colossal, si è dimenticato di dire che in casa sua è arrivata un’altra sanzione da 62 euro, notificata come l’altra il 12 ottobre. Per cosa? Abbandono di rifiuti. Ancora. E ancora nello stessa zona. Curiosamente quella che sta proprio a ridosso della nuova abitazione in cui Federico-Mel abita dal luglio scorso.
Nel verbale si legge che il sacchetto stavolta era stato lasciato “in un cestino gettacarte pubblico” e conteneva “rifiuti domestici”. Rifiuti domestici è riduttivo: sigarette, residui di cibo, plastica, stoffa, una pallina di spugna, tanta carta, tappi di bottiglia e molto altro.
Curiosamente, non c’erano vasetti di yogurt.

Ora, Federico-Mel ha ragione su un punto: Fidenza ha una differenziata da record, che sfiora l’80% e questo lo deve senza dubbio a coloro che non abbandonano i rifiuti, che non seminano bugie e che guardano le cose per quello che sono. E sono gli stessi cittadini che ci chiedono di stangare chi pensa di poter stare sopra le regole.
Cittadini, ancora, che con questo record ci hanno fatto conquistare 300.000 euro di bonus in Regione, tutti spesi per ridurre la tariffa rifiuti. Anche quella di Federico-Mel, che gode di una Tari tra le più basse della provincia, ridotta ulteriormente da 0,91 euro/mq a 0,81 euro/mq proprio grazie al bonus.
Anche nel suo nuovo appartamento da oltre 150 metri quadrati, che lapalissianamente sviluppa una tariffa rifiuti un cicinino più alta di quello vecchio da poco più di 100 metri quadrati. Tutto questo per dire che voglio bene a Federico, che amo la sua cucina tipica e quando posso continuerò ad andarlo a trovare in osteria. Ma gli vorrei ricordare che quando si prende la palla al balzo per fare propaganda politica in qualità di grande sponsor dell’opposizione – in questo caso facendola pagare al resto dei fidentini –, poi le figure grame arrivano. Anche se assomigli a Mel Gibson e lavi i vasetti dello yogurt.
Ps: proprio perché non ci interessa fare cassa, si è contestata solo l’infrazione principale in un approccio collaborativo, sperando che non si ripetano gli stessi fenomeni.

Andrea Massari (Sindaco di Fidenza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    21 Ottobre @ 17.34

    Per commentare il tutto detto e scritto da Massari e da Ghiozzi, con un'interiezione tipicamente borgzàna: F**a!

    Rispondi

  • frufru

    21 Ottobre @ 14.20

    che bella lavata..................... bravo SINDACO

    Rispondi

  • Bastet

    21 Ottobre @ 14.00

    Ma mi chiedo, nel primo verbale come hanno fatto a capire che era suo? Dal contenuto in elenco, non vi sono stralci di documenti, buste o altro!....Se ad una persona un po' fuori di testa stesse fortemente sulle scatole il sig. Pinco Panco e mettesse, dentro ad un sacco del residuo, della plastica ed una busta di carta con scritto"Egr.Sig. Pinco Panco Via Tal dei Tali, 5...e via dicendo" per poi metterla davanti a casa del Sig. Pinco Panco....quest'ultimo prenderebbe la multa?Perchè io vedo anche passanti gettare rifiuti nei bidoncini fuori dai condomini, case e via dicendo!

    Rispondi

    • la rivolta di atlante

      21 Ottobre @ 16.20

      la rivolta di atlante

      E POI ... ROVISTARE NELL'ALTRUI SPAZZATURA ... SIAMO SICURI CHE NON CI VOGLIA UN MANDATO LEGALE .... NON E' PROPRIO COME APRIRE L'AUTO MA CI VA' MOLTO VICINO ... SPECIALMENTE SE FOSSE CARTA DA UN UFFICIO COMMERCIALE O INDUSTRIALE ... RASENTEREBBE LO SPIONAGGIO.

      Rispondi

  • la rivolta di atlante

    21 Ottobre @ 13.13

    la rivolta di atlante

    CI HA POCO DA FARE LO SPIRITOSO IL SINDACO ... QUELLO CHE E' INCONTESTABILE E' CHE PER STRAPPARE I SOLDI IN TASCA AI CITTADINI LA CLASSE POLITICA ITALIANA LE STUDIA DI NOTTE E PERSEGUE SEMPRE I PIU' CIVILI E COSTRUTTIVI DI LORO. DIRE CHE E' UNA CIFRA IMPORTANTE PER UN REATO INSIGNIFICANTE E' LA VERITA' SPECIALMENTE PER UNA FAMIGLIA CON 3 FIGLI E UNA MADRE CHE DEVE CORRERE TUTTO IL GIORNO ...

    Rispondi

  • Oberto

    21 Ottobre @ 12.46

    vorrei andare a mangiare dal ristoratore e poi alla fine pagarlo con un pezzo di carta su cui ho scritto 200 euro ? Lo riterrà uguale agli euro ? secondo me no ! la plastica è plastica e la carta è carta.

    Rispondi

    • Mauro

      21 Ottobre @ 21.02

      sono d'accordissimo con il sindaco di Fidenza. ha fatto rispettare la legge….

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Emma Chambers

Emma Chambers

Gran Bretagna

Morta Emma Chambers, sorella di Hugh Grant in "Notting Hill"

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

social

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

INSTAGRAM

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Undici colpi nel mio bar: un incubo»

Via Picasso

«Undici colpi nel mio bar: un incubo»

Ex Eridania

Rubata di nuovo la bacchetta di Toscanini

WEEKEND

Tra sci, escursioni e tavole golose: l'agenda della domenica

Attore

Addio a Poletti, recitò con Fellini

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

AMMINISTRATIVE

Nasce il progetto civico «Siamo Salso»: «Insieme per costruire il futuro»

GAZZAREPORTER

Domenica, ore 7: "Sta nevicando abbondantemente a Panocchia" Foto

Traversetolo

I profughi spalano la neve: tregua tra Comune e Betania

In treno

Violinista dimentica la valigia, «miracolo» della Polfer

VIADANA

Sequestrato un furgone carico di agnelli maltrattati

PARMA 2020

Capitale della cultura: svelati tutti i progetti

felino

Ladri sbadati beccati dalla polizia grazie al gps Video

APPENNINO

Il sindaco Lucchi: "Gelo e neve in arrivo, lunedì scuole chiuse a Berceto e Ghiare"

Serie B: 27a giornata

Empoli in testa all'ultimo istante. Cade il Frosinone. Solo il Bari ne approfitta. La Cremonese non scappa

APPENNINO

Frana sulla strada fra Varsi e Ponte Lamberti: operai al lavoro Video

VIABILITA'

Buche in A1: problemi anche nel tratto parmense dell'autostrada

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Confronti? No grazie. Meglio i monologhi

di Francesco Bandini

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

napoli

Uccide il suo datore di lavoro dopo una lite per 100 euro

ORVIETO

E' morto Folco Quilici: il grande documentarista aveva 87 anni

SPORT

olimpiadi invernali

Ester Ledecka oro anche nello snowboard, male gli azzurri

parma calcio

D'Aversa su Parma-Venezia: "I ragazzi hanno spinto dall'inizio alla fine" Video

SOCIETA'

MODA

Borsalino, la finanza sequestra il marchio: si può vendere Foto: star di Hollywood

Irruzione

Lo streaker più famoso colpisce (ancora) alle Olimpiadi Gallery

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day