-1°

14°

film recensioni

La corte - Un film che cambia continuamente tono e umore

L'aula di tribunale diventa palcoscenico

Fabrice Luchini

Fabrice Luchini

0

E' una valigia col doppio fondo, un dolce inganno, una giornata di quelle che piove col sole, che al mattino è ancora inverno e al pomeriggio già primavera. Un film curioso e ricamato, «La corte», che pattina elegante sul ghiaccio più sottile, senza paura di mescolare temi e stili, mood e debolezze: tanto da trasformare un'aula di tribunale in un palcoscenico, fingendo di appassionarsi - nel teatro della vita - al genere processuale per mutarlo invece, con tocco gentile e assai felice (tipico dei francesi: gente che prima di andare in ufficio fa la punta alla matita), nella cornice di una raffinata e acuta commedia sofisticata.
Piacevole sorpresa dell'ultima Mostra di Venezia, dove ha vinto con merito il premio per la miglior sceneggiatura e quello per il miglior attore protagonista (Fabrice Luchini), «La corte» (traduzione banale e un po' sciatta dell'originale «L'hermine», l'ermellino indossato dai magistrati) disegna con tocco minimale, «lieve», e bella scrittura teatrale (frasi che non cadono nel vuoto, ma ballano in un sottofondo di sentimenti), il ritratto di empatica sincerità del giudice «a due cifre» (le sue condanne non sono mai inferiori ai 10 anni...) Racine (nome probabilmente non casuale), severissimo e poco amato anche dai colleghi, ma in realtà - nel privato -, tenero e impacciato. Come confermerà - durante il terribile processo a un giovane padre accusato di aver ucciso il figlio di 7 mesi -, anche l'incontro casuale con un'anestesista (la danese Sidse Babett Knudsen, premio César per la miglior attrice non protagonista), conosciuta anni prima e mai davvero dimenticata.
Abile nel cambiare di continuo tono e colore del film con grande agilità e senza forzature, il regista Christian Vincent (che avevamo imparato a conoscere grazie a «La timida»>, debutto fortunato e di gran classe che è ancora tra le sue cose migliori) cura con amorevole attenzione i dialoghi lasciando che il resto lo faccia il suo protagonista, nato bravo. Costruendo così una pellicola che seduce per sensibilità, e, in un registro che è doppio se non triplo, schiva tutti i luoghi comuni; costringendo chi è chiamato a scrivere una sentenza difficile ad attenderne un'altra non meno importante: da giudice a imputato nel «processo» dei suoi stessi sentimenti.
Giudizio: 3 su 5

SCHEDA
REGIA: CHRISTIAN VINCENT
SCENEGGIATURA: CHRISTIAN VINCENT
FOTOGRAFIA: LAURENT DAILLAND
INTERPRETI: FABRICE LUCHINI, SIDSE BABETT KNUDSEN, EVA LALLIER, CORINNE MASIERO, SIMON FERRANTE
Francia 2015, colore, 1 h e 38'
GENERE: COMMEDIA/DRAMMA PROCESSUALE
DOVE: D'AZEGLIO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Scippo in via Farini

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

Degrado

«Strada del Traglione? Uno schifo»

3commenti

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

2commenti

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

PONTETARO

Nuovo blitz alla Valtaro Formaggi, ma il colpo fallisce

1commento

Protesta

Strade pericolose e degrado: Gaione alza la voce

3commenti

CHIRURGO

Lasagni, in oltre 20 anni mai un'assenza dal lavoro

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

11commenti

ITALIA/MONDO

FISCO

Nel 2016 oltre 450mila liti pendenti per 32 miliardi

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

4commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia