film recensioni

La corte - Un film che cambia continuamente tono e umore

L'aula di tribunale diventa palcoscenico

Fabrice Luchini

Fabrice Luchini

0

E' una valigia col doppio fondo, un dolce inganno, una giornata di quelle che piove col sole, che al mattino è ancora inverno e al pomeriggio già primavera. Un film curioso e ricamato, «La corte», che pattina elegante sul ghiaccio più sottile, senza paura di mescolare temi e stili, mood e debolezze: tanto da trasformare un'aula di tribunale in un palcoscenico, fingendo di appassionarsi - nel teatro della vita - al genere processuale per mutarlo invece, con tocco gentile e assai felice (tipico dei francesi: gente che prima di andare in ufficio fa la punta alla matita), nella cornice di una raffinata e acuta commedia sofisticata.
Piacevole sorpresa dell'ultima Mostra di Venezia, dove ha vinto con merito il premio per la miglior sceneggiatura e quello per il miglior attore protagonista (Fabrice Luchini), «La corte» (traduzione banale e un po' sciatta dell'originale «L'hermine», l'ermellino indossato dai magistrati) disegna con tocco minimale, «lieve», e bella scrittura teatrale (frasi che non cadono nel vuoto, ma ballano in un sottofondo di sentimenti), il ritratto di empatica sincerità del giudice «a due cifre» (le sue condanne non sono mai inferiori ai 10 anni...) Racine (nome probabilmente non casuale), severissimo e poco amato anche dai colleghi, ma in realtà - nel privato -, tenero e impacciato. Come confermerà - durante il terribile processo a un giovane padre accusato di aver ucciso il figlio di 7 mesi -, anche l'incontro casuale con un'anestesista (la danese Sidse Babett Knudsen, premio César per la miglior attrice non protagonista), conosciuta anni prima e mai davvero dimenticata.
Abile nel cambiare di continuo tono e colore del film con grande agilità e senza forzature, il regista Christian Vincent (che avevamo imparato a conoscere grazie a «La timida»>, debutto fortunato e di gran classe che è ancora tra le sue cose migliori) cura con amorevole attenzione i dialoghi lasciando che il resto lo faccia il suo protagonista, nato bravo. Costruendo così una pellicola che seduce per sensibilità, e, in un registro che è doppio se non triplo, schiva tutti i luoghi comuni; costringendo chi è chiamato a scrivere una sentenza difficile ad attenderne un'altra non meno importante: da giudice a imputato nel «processo» dei suoi stessi sentimenti.
Giudizio: 3 su 5

SCHEDA
REGIA: CHRISTIAN VINCENT
SCENEGGIATURA: CHRISTIAN VINCENT
FOTOGRAFIA: LAURENT DAILLAND
INTERPRETI: FABRICE LUCHINI, SIDSE BABETT KNUDSEN, EVA LALLIER, CORINNE MASIERO, SIMON FERRANTE
Francia 2015, colore, 1 h e 38'
GENERE: COMMEDIA/DRAMMA PROCESSUALE
DOVE: D'AZEGLIO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

2commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Roberto D'Aversa

parma calcio

D'Aversa è il nuovo allenatore: "Diamo un'anima alla squadra" (Video) 

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video)

2commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

1commento

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

3commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

14commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

10commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

2commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

6commenti

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

1commento

tg parma

Referendum costituzionale: domani urne aperte dalle 7 alle 23 Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

CALIFORNIA

Incendio al concerto: 9 morti

GRAN BRETAGNA

Chiude la fonderia della campana del Big Ben

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

sesso

E' italiano il primo strumento che misura l'intensità dell'orgasmo

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti