Formula 1

Dominio Hamilton, Vettel subito terzo

Il Gran Premio d'Australia sorride al campione del mondo e alla Mercedes (secondo Rosberg), ma la Ferrari è seconda forza. Sfortunato Raikkonen: ritirato, ma era velocissimo.

Dominio Hamilton, Vettel subito terzo
Ricevi gratis le news
1
E' Lewis Hamilton il primo vincitore del 2015 in Formula 1. Il campione del mondo in carica si ripete a Melbourne, trionfando nel Gran Premio d'Australia davanti al compagno di squadra Nico Rosberg. Ma la Ferrari può sorridere: Sebastian Vettel è terzo, riportando la Ferrari sul podio dopo i tanti problemi del 2014. Il tedesco passa davanti a Felipe Massa al primo pit stop e dimostra che la Rossa almeno in terra australe è più forte della temutissima Williams. Sfortunato Kimi Raikkonen: dopo una brutta partenza si dimostra il più veloce in pista sul passo gara, ma è costretto al ritiro per un errore della squadra. Attardata la Red Bull, disastrose Lotus e McLaren.
 
A Melbourne è subito gara ad eliminazione: dopo la rinuncia delle Manor, non prendono il via della corsa nemmeno Valtteri Bottas (problemi alla schiena per il finlandese della Williams), Daniil Kvyat e Kevin Magnussen (entrambi fermi durante il giro di formazione). Di fatto solo quindici vetture partono allo spegnimento dei semafori (undici in meno rispetto agli anni '90), sintomo della crisi che attanaglia la massima Formula. E dopo il primo giro diventano quattordici.
 
Al via infatti Hamilton scatta bene davanti a Rosberg, Raikkonen brucia Vettel che però ha il vantaggio della traiettoria alla prima curva, Kimi perde velocità e si tocca con Nasr. Ne fa le spese Maldonado, a sua volta toccato dall'esordiente della Sauber e a muro dopo essere finito in testacoda.
 
La prima corsa dell'anno dunque inizia subito con una Safety Car, dietro cui si accodano Hamilton, Rosberg, Massa, Vettel, Sainz, Nasr, Ricciardo, Raikkonen, Verstappen e Hulkenberg. Anche Grosjean in questa fase si ritira. Grandi problemi di affidabilità per la nuova Formula 1.
 
Alla ripresa della gara l'unico cambio di posizione è quello di uno scatenato Nasr, che con motore Ferrari brucia il Renault della Toro Rosso di Sainz. Intanto Raikkonen inizia la sua rimonta e Hamilton mostra immediatamente di averne di più rispetto a Rosberg, inanellando giri troppo veloci anche per il suo compagno di box. Massa e Vettel, invece, non accumulano troppo distacco dal vicecampione del mondo.
 
Quando la gara entra nel vivo, però, la Ferrari mostra un passo molto promettente, anche rispetto alla (apparentemente) inarrivabile Mercedes. Raikkonen effettua il primo pit stop dell'anno al 17' giro, in anticipo rispetto a tutti gli altri. Al 22' invece si ferma Massa, consegnando momentaneamente una posizione da podio a Vettel. E il tedesco se la guadagna definitivamente con alcuni giri velocissimi, tanto che al 25' passaggio procede al suo cambio gomme e balza davanti al brasiliano della Williams.
 
A metà gara Raikkonen è il più veloce in pista e vede la possibilità di riportarsi nelle posizioni più nobili della classifica: è quinto alle spalle di Hamilton, Rosberg, Vettel e Massa. A superarlo è Rosberg, che prova una rimonta disperata su un Hamilton in controllo totale. E' il box Ferrari, però, a combinare il guaio: al 41' giro Raikkonen cambia di nuovo le gomme, ma la posteriore sinistra non viene fissata nel migliore dei modi, costringendo il finnico a parcheggiare la sua Rossa dopo qualche curva. Tra l'altro viene evidenziata l'Unsafe Release ai danni della Ferrari, una rogna in più in attesa di Sepang.
 
Nel finale, quindi, si accende una doppia lotta: per la vittoria tra le Mercedes (con Rosberg che prova a riportarsi a meno di due secondi da Hamilton) e per il podio tra Vettel e Massa, ma il tedesco resiste e porta a Maranello un ottimo podio, il primo della stagione. E tanta fiducia per questo 2015 che dovrà essere l'anno del rilancio definitivo.
 
Solo undici piloti sotto la bandiera a scacchi. Ultimo e fuori dai punti Jenson Button su una McLaren Honda che, in attesa di capire quando potrà riabbracciare Fernando Alonso, si interroga su una macchina che nel corso dell'intero weekend si è dimostrata la più lenta e inaffidabile in griglia.
 
Gran Premio d'Australia 2015 - Melbourne:
 
1. Lewis Hamilton (Mercedes AMG)
2. Nico Rosberg (Mercedes AMG)
3. Sebastian Vettel (Ferrari)
4. Felipe Massa (Williams Mercedes)
5. Felipe Nasr (Sauber Ferrari)
6. Daniel Ricciardo (Red Bull Renault)
7. Hulkenberg (Force India Mercedes)
8. Carlos Sainz (Toro Rosso Renault)
9. Marcus Ericsson (Sauber Ferrari)
10. Sergio Perez (Force India Mercedes).

Dominio Hamilton, Vettel subito terzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    15 Marzo @ 11.28

    Giorgio R.

    Una ruota fissata male ? Non si comincia bene anzi !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

MILANO

Fischi e insulti per Donnarumma a San Siro

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS