Formula 1

Schumi, un incubo lungo 500 giorni

Tanti ne sono passati dall'incidente di Meribel. Il Kaiser intanto prosegue il suo recupero in Svizzera, circondato dall'amore della famiglia.

Schumi, un incubo lungo 500 giorni
Ricevi gratis le news
0
Cinquecento giorni fa la vita di Michael Schumacher è cambiata per sempre: era il 29 dicembre 2013 quando il sette volte campione del mondo entrava in coma farmacologico per le conseguenze di una drammatica caduta sulle nevi di Meribel, in Alta Savoia, e cominciava la corsa più difficile della sua vita.
 
Il campione tedesco fu ricoverato all'ospedale di Grenoble, dove fu messo in coma farmacologico in ipotermia. "Senza il casco, non sarebbe arrivato vivo all'ospedale", dissero i dottori. Terribile il primo bollettino medico: "Ci sono lesioni cerebrali diffuse e non è possibile pronunciarsi sulle possibilità di sopravvivenza".
 
Nel corso dell'inchiesta sull'incidente fu poi ritrovata una telecamerina montata sul suo casco. Fu quindi stabilito che Schumacher non andava a velocità sostenuta e non commise imprudenze. Nell'ottobre scorso il cronista Jean-Louis Moncet venne a sapere dal figlio di Schumi che a causare l'incidente non era stato lo choc, ma proprio la stecca della piccola videocamera.
 
E' comunque sempre stata la portavoce Sabine Kehm ad aggiornare sulle condizioni di salute del pilota. "Sta iniziando un processo di risveglio che potrebbe durare a lungo", disse il 30 gennaio 2014, "Ha momenti di coscienza e di veglia", la notizia del successivo 4 aprile, che riaccese le speranze di tutto il mondo. Che il 16 giugno apprese che il Kaiser era uscito dal coma.
 
Uscito dall'ospedale di Grenoble, fu trasferito al centro di recupero di Vaud, vicino Losanna. Qui furono anche trafugate le sue cartelle cliniche. Il presunto ladro fu trovato impiccato il 6 agosto. Il 10 settembre, quindi, Schumacher lasciò anche Vaud per proseguire la riabilitazione nella propria abitazione a Gland, in Svizzera. Pochissime le persone autorizzate a visitarlo. Tra queste Jean Todt, che dichiarò: "Sembra che presto potrà riprendere una vita leggermente più normale. Serve avere un po' di pazienza". Ancora più frequenti (circa due volte al mese) le visite di Luca Badoer. Amico fraterno del Kaiser, ha sempre voluto mantenere il più stretto riserbo sulle condizioni di salute del campione.
 
Jean-Francois Payen, capo del reparto di anestesia e rianimazione dell'ospedale di Grenoble, ha chiaramente fatto capire che i tempi di recupero potranno oscillare fra uno e tre anni.
 
Un periodo di tempo ancora drammaticamente lungo, durante il quale tuttavia Schumacher vive e vivrà circondato dall'affetto incondizionato della sua famiglia, a partire dalla moglie Corinna. Che a più riprese è stata chiara: "Lasciateci in pace".
 
Un urlo di dolore che chi ha amato e ama il Kaiser che tanti successi raccolse prima in Benetton e poi, per un'epopea difficilmente replicabile in futuro, in Ferrari, non può che raccogliere. Senza mai smettere di dedicare un pensiero al grande campione, alla caccia della vittoria più importante della sua vita.

Schumi, un incubo lungo 500 giorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video

emergenza

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

ospedale

Arresto cardiaco durante l’ora di ginnastica: 15enne salvato al Maggiore

1commento

maltempo

Emergenza elettricità: tante frazioni isolate nel parmense

1commento

ferrovia

Enza esondato: chiuse le linee Parma-Brescia e Parma-Suzzara

1commento

PIENA

Enza, a Casaltone il peggio è passato. "Ma restate lontano dagli argini" Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

4commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

17commenti

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

AVEVA 46 ANNI

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

austria

Esplosione impianto di gas: interrotto il flusso tra Russia e Italia. Calenda: "Oggi stato d'emergenza"

sudafrica

Rissa in carcere, ferito Pistorius

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

fidenza

Coduro, 25 mici a rischio sfratto

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole