ARTE E CULTURA

Montagne, paesaggi dell'anima

Nasce a Parma il «Calendèr Ladin» con fotoracconti di Pierluigi Orler e Luigi Alfieri

«Calendèr Ladin» - Il mese di febbraio interpretato da Pierluigi Orler.

«Calendèr Ladin» - Il mese di febbraio interpretato da Pierluigi Orler.

0

 

Manuela Bartolotti
Non è un semplice calendario «Retrac che conta. Calender Ladin 2014» con immagini del fotografo trentino Pierluigi Orler e racconti di Luigi Alfieri, promosso dall’Istituto culturale ladino e dal Museo Ladino di Fassa. Non è un semplice scadenziario di mesi, dove si volta la pagina e si passa oltre. E’ un percorso più lungo e più profondo. E’ un viaggio nell’anima. Da interrogare sempre.
La cadenza del tempo è espressa dal colore delle stagioni, dalla neve o dai papaveri fioriti, dalle diverse luci malinconiche d’autunno, frementi, variabili di primavera, rabbrividenti d’inverno, di nitore blu di cielo colmo di sole d’estate. E si desidera essere lassù, tra quelle montagne maestose che respirano luce come giganti impietriti e ancora sovrani, tra boschi d’ombre accoglienti e d’inaspettati bagliori, sui prati umidi e vasti dove la solitudine non è mai desolazione, ma consolazione e immensa libertà. Dove il tempo si ferma sul crinale della vita. E la vita è rivelazione d’un atto d’amore tra cielo e terra, tra qui e oltre, tra noi e l’infinito. Si desidera solo ritrovarsi in quegli attimi, in quelle visioni strappate dall’anima con uno scatto d’obiettivo, con un battito di palpebra. Perché non sono semplici fotografie quelle di Pierluigi Orler, ma hanno l’intensità d’abbracci con l’immensità, di baci con lo spirito delle montagne, amanti dalle quali non si riesce a distogliere lo sguardo e dove si perde il cuore.
La commozione suscitata dalla visione è amplificata dai racconti carichi di poesia di Luigi Alfieri, un vagabondare interiore dallo stupore infantile che si riconduce sempre sulla strada della vita, traccia ondulata nella neve, aspra ascesa di roccia, linea bianca tra i prati. Ecco un calendario dove il tempo si è fermato nelle foto, mentre le emozioni sgorgano preziose in parole che gocciano dentro, in una clessidra che si rigira a ogni frase, a ogni mese. C’è l’inspiegabile antinomia della bellezza in questo calendario: pace e desiderio, silenzio e sussurri, solitudine e presenza, memoria ed eternità. E mai contrasti violenti, ma quel degradare tenue e crepuscolare, oppure un crescendo d’albe tenere e soffuse.
Luigi e Pierluigi, l’uno con la penna, l’altro con l’obiettivo, avanzano tra crinali e declivi boscosi delle valli con incedere leggero e calmo, per non perdere un solo istante, una sola sfumatura. La traduzione in lingua ladina restituisce ancora di più lo spirito di queste cime dolomitiche incantate e dipinte d’enrosadira.
Entrambi passano e ascoltano le voci della terra per riferirle in immagine o in parola.
Sono racconti che pur brevi condensano storie antiche come l’uomo, a volte lasciando affiorare ricordi, a volte erompendo in sogni volubili come nubi, avvolgenti e tenui come nebbie posate sul sole nascente. Si desidera allora essere lassù, dove sono nate quelle immagini. E ci si vola leggendo.
Quanto amore in tutto questo.
Amore per la vita, per la natura, per la montagna che della vita è una delle metafore più efficaci. Leggendo e rileggendo, si ripete il cammino. Come Pierluigi Orler e Luigi Alfieri si va cercando nella bellezza la verità. «Forse là in alto avrei scoperto la verità, forse il mistero, sulle cime, si sarebbe aperto come un fiore. Forse no. Avrei voluto restare per sempre tra le dune di miele.» Anche noi. E un po’ ci riusciamo con questo calendario. Non un semplice calendario.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

2commenti

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Referendum

I dati definitivi: il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

1commento

referendum

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro prima giù poi recupera - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

3commenti

Salsomaggiore

Squilli di tromba al funerale di Lorenzo, ucciso da una malattia a 15 anni

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

Collecchio

Pedone investito nella notte a Lemignano: è in Rianimazione

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

1commento

comune

Il parco ex Eridania sarà "Parco della Musica"

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

LA STORIA

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

5commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Referendum

Anziano vota e muore al seggio a Marina di Carrara

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

11commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

4commenti

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)