14°

Fotografia

Galligani: una vita di scatti in prima linea

Protagonista della prima rassegna dell'audiovisivo d'autore in piazzale San Francesco. Una ricerca perenne della foto perfetta. "Spero di morire con la macchina al collo"

Galligani: una vita di scatti in prima linea

Il fotoreporter Mauro Galligani

0

Ha catturato l’anima sovietica. Oltre 30 anni rivivono nei suoi scatti che mozzano il fiato. «C’ero anche quando la falce e il martello sono state sostituite dalle pubblicità dei Rolex». Come ci si sente ad essere un veterano delle zone calde? «Praticamente un “dinosauro”, molti non crederebbero mai a quel che ho visto». Se non fosse per le sue foto che hanno fatto il giro del mondo.
Ironico, di un’umiltà d’altri tempi, Mauro Galligani incanta Parma. E’ stato protagonista della prima rassegna dell’audiovisivo d’autore promossa dai maghi degli obiettivi nostrani. Volti noti, professionisti e amatori hanno gremito piazzale San Francesco per l’evento targato «Casa della fotografia di Parma e provincia», un sodalizio composto da undici associazioni del settore. Dalla morte di Tito, alla prima visita di Giovanni Paolo II in Polonia. Poi l’invasione dell’Afghanistan da parte dell’Armata rossa, il cimitero degli elicotteri a Chernobyl, la sede del Kgb (Galligani è stato il primo fotografo ad accedere nel quartier generale dei servizi segreti russi). Una carrellata della storia, vista con gli occhi del fotoreporter tutto d’un pezzo. «Io vivo per il mio lavoro e, in tutte le occasioni, ho sempre cercato di dare il meglio». Le sue foto più significative? Affiora un mezzo sorriso: «Dopo un po’ non mi piacciono più, sono tremendamente autocritico e l’entusiasmo sfuma in fretta». Anche se secondo il resto del mondo si tratta di capolavori? Fa spallucce. La sua è una vita alla ricerca dello scatto perfetto «e spero proprio di morire con la macchina al collo, possibilmente senza patire dolore» si schermisce.
In effetti la rivolta cecena del 1997 gli è costata due mesi della sua vita. Fu rapito dai guerriglieri ceceni di montagna e trattenuto per 50 giorni finché non fu pagato il riscatto. «Ero andato per Panorama – racconta senza scomporsi troppo - mi rapirono in piena città bloccando la macchina in mezzo al traffico, sparando alle gomme. Ogni momento pensavo di poter morire. I momenti peggiori erano quando mi facevano passare dal un covo all’altro. Incappucciato. Pensavo: adesso mi buttano in un burrone. In quei casi o si paga o si muore. Ma non porto segni, anzi sono anche tornato a cercarli con un giudice istruttore russo e 15 uomini di scorta con tanto di blindati».
Non chiamatelo eroe e neppure fotografo di guerra per carità: «La paura c’è sempre, ho solo cercato di sopravvivere tentando perennemente di fregarli. Stavo attentissimo ai dettagli, cercavo di non alimentare il loro astio». Cosa consiglia ai giovani fotoreporter di oggi? «Purtroppo so bene come funzionano le cose, le testate chiudono o non ti appoggiano. L’importante è cercare di finanziarsi con attività alternative, per poter compiere magari due viaggi all’anno e portare a casa un prodotto eccezionale».
Come definirebbe il suo lavoro? «Mi vengono in mente solo banalità e non voglio rischiare di piegarmi, occorre semplicemente farlo».

Scopri la sezione Fotografia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

1commento

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

13commenti

Lealtrenotizie

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

1commento

Scuola

Iscrizioni: scientifico e tecnici, il «sorpasso»

il caso

Legionella, domani nuovo incontro pubblico alla Don Milani

langhirano

Camion ribaltato a Cascinapiano: Massese chiusa per due ore Foto

Trasporto pubblico

Busitalia ha già un nome: Mauro Piazza

6commenti

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

1commento

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

SALA BAGANZA

Addio ad Anna, pilastro del volontariato

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

Lega Pro

Parma, che attacco sarà senza Baraye

FIDENZA

Crac Di Vittorio, primi rimborsi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

solidarietà

Parma Facciamo Squadra: un risultato (super) da 162.700 euro

Al Regio, cerimonia di consegna dei fondi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

7commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

usa

Harrison Ford sbaglia manovra e sfiora aereo di linea: spunta il video

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

2commenti

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

5commenti

SPORT

calciomercato

Amauri nuovo giocatore dei New York Cosmos

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

LA RIO in pillole

Nuova Kia Rio, lancio sabato 25: da 10.900 euro

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv