10°

Fotografia

"Il segreto per fare buone fotografie? Mai essere del tutto contenti"

"Il segreto per fare buone fotografie? Mai essere del tutto contenti"
0

di Andrea Violi

Alessandro Gandolfi si definisce «un artigiano della fotografia». Gira il mondo ma non fa soltanto scatti: fa reportage, racconta storie. Sa che per fare anche solo dieci foto «azzeccate» ci vogliono giorni o settimane di lavoro. E a chi voglia avvicinarsi al suo mondo, emulando la sua vita di fotoreporter freelance, raccomanda proprio questo: non avere fretta e prepararsi in modo adeguato. «Per fare un reportage, all'estero come nel Parmense, non basta andare sul posto una mezza giornata e fare dieci belle fotografie. Un consiglio per chi è alle prime armi? Non essere mai contenti di ciò che si fa, bisogna cercare sempre di migliorarsi ed essere critici di se stessi. Cerca anche i difetti delle tue fotografie e cerca di migliorarti osservando ciò che fanno i grandi fotografi».

Il parmigiano Gandolfi collabora con riviste a tiratura nazionale. Di recente una sua foto è stata inclusa in un reportage del «Magazine» del Corriere della sera. Il reportage raccontava attraverso 62 scatti i vari momenti di una giornata in Italia: il 14 gennaio. Una giornata qualunque o quasi: era il novantesimo compleanno di Andreotti, protagonista di una delle foto commissionate a decine di fotoreporter. È stato chiamato anche Gandolfi: la sua foto ritraeva un vigile del fuoco in un garage, dopo un incendio domato a Pilastrello (guarda nella fotogallery allegata e la video-intervista).

Alessandro Gandolfi racconta a Gazzettadiparma.it il suo modo di concepire la fotografia e la sua “biografia”. Nato nel 1970, parmigiano, Gandolfi è laureato in Filosofia e ha iniziato come giornalista. Ha collaborato con la Gazzetta di Parma, è diventato praticante con la Scuola di Urbino, ha lavorato come cronista nella redazione milanese e in quella romana del quotidiano La Repubblica. A un passo dall'assunzione, ormai giornalista professionista, ha deciso la svolta. Per Gandolfi la vita di redazione era monotona. La sua passione, da sempre, è quella dei viaggi, anche più della fotografia, che è più che altro uno “strumento” con cui esprimersi. Così il giovane parmigiano è diventato un fotoreporter freelance. Ora ha aperto Parallelo Zero, un'agenzia a Milano con alcuni colleghi, e ha un ricco sito personale, www.alessandrogandolfi.com. Il sito rende l'idea di quanto questo giovane di Parma abbia lavorato e viaggiato in questi anni. La home non a caso propone un planisfero in stile antico. Basta selezionare un continente per vedere dei menu con le foto dei suoi servizi in tantissimi Paesi: dalle Isole Vergini alla Polinesia, dal Mali alla Lituania, dal Kirghizistan all'Italia.

Oltre a pubblicare libri e partecipare a mostre, vende i suoi reportage al National Geographic come al Corriere della sera, a Class e a Le Monde e varie altre testate. «La formazione giornalistica è importante - spiega Gandolfi -. Capita che i fotografi che non provengono dal giornalismo si trovino in difficoltà nel capire la notizia, nell'individuare cosa possa essere più spendibile con il giornale. Racconto storie che i quotidiani non approfondiscono, mentre le riviste possono dedicarvi diverse pagine». Un esempio? Il primo servizio che il parmigiano ha realizzato per il National Geographic Italia (pubblicato nel 2007). Andò in Messico per documentare la vita quotidiana e le tradizioni di una comunità di discendenti di emigranti veneti arrivati un secolo prima. Altre volte ha dedicato un reportage ai Navigli milanesi, visti con un taglio inusuale, o ai bambini malati in Africa. «Non è indispensabile che si tratti di una storia in Cile o Mongolia - spiega Gandolfi -. Si può individuare una storia, magari piccola, anche nel Parmense. L'importante è dedicarvi tempo». E' fondamentale la ricerca, rimanere sul posto della storia che si vuole raccontare, fare interviste alle persone e cogliere i particolari.

Progetti per nuovi viaggi? Entreranno nel suo obiettivo la Terrasanta e le vie commerciali (come la storica Via della Seta) rivisitate in chiave moderna. «Mi piacerebbe anche approfondire alcuni aspetti - spiega Gandolfi - a livello progettuale, facendo non solo un reportage ma un evento più ampio con un libro, una serie di mostre e altre iniziative».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Josè Carrerascompie 70 anni

IL GRANDE TENORE

Josè Carreras compie 70 anni

 Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini

NATALE

Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini Foto

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

Questa sera dalle 23 sul sito exit poll, spoglio e proiezioni

polfer

Nel reggiseno 17 dosi di cocaina: arrestata

2commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

Carabinieri

Quando la vendita dell'iPhone è una truffa

3commenti

Salsomaggiore

"Lorenzo, un ragazzo speciale"

Domani alle 15 il funerale

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

5commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

2commenti

gran bretagna

Gli automobilisti killer al telefonino rischieranno l'ergastolo

WEEKEND

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

Calciomercato

Cinque curiosità su Roberto D'Aversa

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SOCIETA'

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

9commenti