-5°

Fotografia

Orler, le geometrie e i colori della vita

Orler, le geometrie e i colori della vita
0

di Luigi Alfieri

Le cose parlano. Le linee, i colori, le ombre, i profumi  sono la loro voce. Noi passiamo davanti alle forme senza ascoltare, sordi e ciechi. Solo i poeti hanno orecchio per sentire i sussurri che arrivano da una distesa di neve immacolata, dalle strutture metalliche di un ponte sull’autostrada, dai comignoli delle case di Essaouira, dal verde ora tenero ora cupo dei campi che si incrociano, dalla luce di una lampada.
Qualche volta i poeti hanno la reflex a tracolla e scattano un’istantanea. Allora le fotografie si sfogliano come  versi senza rime, geometrici e colorati:   la mostra di Pier Luigi Orler alla San Filippo Neri  è  poema breve sulla vita quotidiana. Restituisce la parola agli oggetti e ai paesaggi che ci circondano. Gli permette di parlarci e di emozionarci. I suoi scatti sono molto attenti alle geometrie e ai colori, all'incrociarsi delle linee euclidee tracciate dall'architetto Calatrava nel cielo di Reggio Emilia, allo spandersi ortogonale dei raggi di  luce, alle sinusoidi disegnate dallo sciatore fuoripista, alla corsa parallela dei filari nei campi dell'Oltrepò, al rosso del cielo che muore sulla città di Valencia; all'arancione, al giallo e al blu sintetico degli sciatori che danzano leggeri nella fatica bianca di neve; al lilla, al giallo, al cobalto delle case malesi, al celeste di una persiana aperta sull'oceano. 
Colori, geometrie, luci   rivelano i profumi. La neve tagliata a rasoiate sa di muschio e di menta. Quella a bordo strada segnata dalla fanghiglia ha odore di foglie marce. I gabbiani nel cielo di Assaouira hanno l'aroma del mare e il sapore dell'ostrica. Gli abeti, schierati come funghi sotto la neve sanno di resina e di cannella. 
Dalle foto esce anche odore di tè al gelsomino, di rose, di corpi di donna, di uva acerba, di plastica e di acciaio. A volte di sudore. Escono delle storie, delle emozioni. Colorate, geometriche e vive. Esce la gioia leggera di correre sulla neve, lo stupore di contemplare una natura diventata umana, dove le dune bianche sono seni, le montagne azzurre corpi in movimento, le nubi pozze di sangue, la luce una coperta Batik. 
I ponti d'acciaio sono dorsi di balena, le scale chioccioline in un giorno di pioggia, il teatro d'opera il casco di un pilota. Tutto invita a un modo nuovo di guardare le cose. Tutto spinge a non fermarsi alla prima occhiata, ad andare oltre, ad ascoltare gli oggetti e i paesaggi, a farsi cullare dai loro sussurri e dalle loro grida. A riscoprire la bellezza di quello che ci circonda, quello che c'è di allegro e di drammatico nelle scene quotidiane. Ad essere in armonia col mondo. Ad immergersi nella realtà come in una pozza di  acqua calda.
Di tanto in tanto fermarsi, guardare, lasciare correre la fantasia, pensare, scattare una foto. 
E come il poeta con la reflex si è lasciato trasportare da oggetti e paesaggi, lo spettatore della mostra si deve lasciare trasportare dalle fotografie. Avvertirà, girando tra le antiche boiserie della farmacia San Filippo Neri, un sottile brusio, qualche strillo, voci ferme, altre tremolanti. E' la vita che parla.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

2commenti

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

Lega Pro

Parma tra novità e cerotti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

20commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

Cinema

Caschi made in Parma per «Alien»

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Francesca che dall'ospedale aspetta il suo Stefano

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto