17°

32°

Fotografia

Stefano Cuccolini cattura angoli "sconosciuti" di Appennino

Stefano Cuccolini cattura angoli "sconosciuti" di Appennino
0

Comunicato stampa

C’è un personaggio che fa scatti del nostro Appennino al pari, e forse meglio, dei grandi fotografi naturalisti delle più prestigiose riviste di settore. Ma non è fotografo di professione. Ora arriva, domenica 2 aprile, alle 16,30 ad Albinea, alla sua prima mostra personale. Da rimanere senza fiato. E’ la bella storia di Stefano Cuccolini, albinetano di soli 27 anni, che nel 2001 inizia i suoi primi scatti in ambito sportivo. “Ma era un contesto che non mi appassionava - ricorda lui che, nella vita, è tecnologo alimentare a Parma - da 4-5 anni ho iniziato a camminare sul nostro Appennino e a portarmi al seguito l’attrezzatura necessaria”.

L’Appennino perché?
“Perché offre paesaggi incredibili”
E come hai affinato questa arte?
“Partecipando a forum su internet (di fotografia o della Nikon) e chiedendo consigli”.
Tra i tuoi fotografi maestri?
“L’americano Marc Adamus, fotografo paesaggista con un sito da perdere il fiato…”
Poi un giorno le tue foto sono pubblicate sull’agenzia Redacon. Il contatto con l’on-line, cosa ti ha regalato?
“La conoscenza di un pubblico più vasto. Sono aumentati moltissimo i visitatori del mio blog e, ora, molti sono i privati che mi chiedono di stampare le mie foto. C’è anche uno studio di comunicazione che le ha scelte per il suo sito”.
Il segreto per gli scatti più belli?
“Amo molto i tramonti, i giochi di luce. Per fare queste foto parto anche alle quattro del mattino o ritardo al tramonto e rientro in notturno”.
Orari da brivido. Hai mai avuto paura?
“Solo volta che ho avuto un incontro inaspettato con un capriolo”.
Altri compagni di viaggio?
“Ultimamente esco con un gruppo di amici con cui condivido questa passione”
Un luogo cui sei particolarmente legato?
“Direi i Prati di Sara, sul Cusna, che offrono sempre spunti diversi”.

E tra le curiosità, anche, alcune piccole scoperte. Come, quando di recente, con un suo eccezionale scatto rilanciò la conoscenza del lago "fantasma" di Maresca, di origine glaciale e sconosciuto ai più.  La mostra fotografica "Natura Luce e Colori: Appennino reggiano e altri paesaggi" di Stefano Cuccolini gode del patrocinio del Comune di Albinea e la collaborazione della Pro-Loco. In essa è possibile ammirare in 20 scatti il meglio un lustro di fotografie.

Oltre agli scatti della montagna reggiano, è possibile ammirare due eccezionali immagini care all’autore. Uno di questi è stato realizzato in Bretagna sulla bellissima isola di Ouessant e l'altro gli è valso la terza posizione al concorso internazionale indetto dalla rivista di cultura ambientale Oasis. La mostra (a ingresso libero) si terrà dal 2 al 10 aprile in sala civica ad Albinea con inaugurazione sabato 2 aprile alle 16,30: quindi il sabato e la domenica dalle 15 alle 19 di sera con possibilità di incontrare l’autore, durante la settimana gli orari della biblioteca (lunedì, martedì e giovedì: 9 - 12,30 15 - 19, il mercoledì e il venerdì: 9 - 12,30).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks

Cannes

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks - Gallery

La domenica pomeriggio al Colle San Giuseppe

FESTE

Un pomeriggio al Colle... foto

Il pallone di Totti ce l'ha Thomas: "Non lo vendo, è sacro"

la storia

Il pallone di Totti ce l'ha Thomas: "Non lo vendo, è sacro" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo - Laura Chimenti

L'INDISCRETO

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Nuova razzia in palestra. I ladri ripuliscono la Magik

DOPO IL PALACITI

Nuova razzia in palestra. I ladri ripuliscono la Magik

SALA BAGANZA

Investito sulle strisce: gravissimo

1commento

SORBOLO

Scoperti i ragazzi che «giocano» a buttarsi sotto auto e treno

VIA ALEOTTI

69enne travolto da un pirata

università

Lo sfogo di Gallese: "Ecco l'ultimo paradosso del Miur: escludere i migliori"

BASEBALL

Davide, il fuoriclasse che non dimenticheremo mai

VIA TOSCANA

Bertolucci, rubata una bici al giorno. E le telecamere?

1commento

RUGBY

Gavazzi, «ultimatum» alle Zebre

MUSICA

Il dj Luca Giudici: «Sarò al fianco di Clementino»

play-off

Lucchese (mercoledì): oltre 6mila biglietti venduti

Problemi on line, Majo: "Fisiologico quando c'è richiesta". Per il ritorno a Lucca: prevendita nella sede del Centro di Coordinamento

1commento

VIA BUDELLUNGO

Prima l'incidente, poi la lite e la "fuga" con il trattore: condannato agricoltore

1commento

Parma

Una lettrice: "Stazione, un uomo nudo nel piazzale ma nessuno interviene"

37commenti

PARMA

Ruba una borsetta nella chiesa dell'Annunziata: inseguita e bloccata 56enne parmigiana Video

1commento

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

Via Amendola: i pusher si allontanano, gli invitati restano. E si arrabbiano

18commenti

baseball in lutto

Lo sport di Parma piange Davide Bassi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

La nostra vita blindata nell'epoca della paura

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

TORINO

Neonato abbandonato in strada, muore in ospedale

modena

Sniffano la "droga del diavolo" a una festa, due 30enni in coma

1commento

SOCIETA'

panama

E' morto Noriega, ex dittatore-presidente

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

SPORT

calciomercato

Voci dalla Liguria: "Faggiano in pole per il dg dello Spezia"

ROMA

L'addio di Totti, il capitano in lacrime abbraccia i figli: "Starei qui altri 25 anni" Foto

MOTORI

Volkswagen

Golf, è l'ora della variante a metano

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione