22°

Fotografia

Masetti, Dosi e Dalcò: tre fotografi portano la "Trasformazione" a Reggio

Masetti, Dosi e Dalcò: tre fotografi portano la "Trasformazione" a Reggio
Ricevi gratis le news
0

di Andrea Violi

La fotografia come creazione artistica. Un lavoro sulla luce, sui soggetti preferiti, su un messaggio che magari si vuole trasmettere. Così nasce «Trasformazione. Verso lo stato dell'unione», la mostra fotografica di tre autori del Parmense - Corinne Masetti, Emidio Dosi, Enrico Dalcò - e del loro collega friulano Luca Menegaldo.
Gazzettadiparma.it incontra Dalcò, Dosi e la Masetti a Reggio Emilia, nella piccola Arcoiris Gallery di corso Garibaldi 17. I tre fotografi accolgono i visitatori nel fine settimana: «Trasformazione» fa parte del programma della rassegna Fotografia Europea e sarà aperta fino al 12 giugno.

ENERGIA CHE CAMBIA FORMA. È una calda domenica, corso Garibaldi è poco frequentato nelle prime ore del pomeriggio. In poco meno un'ora però un paio di gruppetti di visitatori della rassegna fanno tappa qui, per vedere gli insetti di Dosi, le ballerine e i gruppi musicali ripresi da Dalcò (entrambi di Monticelli), i cieli e le nubi di Corinne Masetti, francese ma originaria di Corniglio, e i luoghi della memoria friulani immortalati da Menegaldo.
I tre autori parmensi espongono insieme perché si conoscono dal 2008. Dopo una mostra di scatti sul centro tibetano di Votigno, vicino a Canossa, hanno preso gusto a lavorare insieme. L'anno scorso, il debutto alla rassegna Fotografia Europea; ora tornano a Reggio.
Perché «Trasformazione»? Le foto riunite nei pannelli della galleria rappresentano una riflessione sull'energia, sulla natura, su una metamorfosi continua. «Come fotografi lavoriamo sulla luce - spiega Corinne Masetti -. La luce è energia: un attimo dopo lo scatto non è uguale all'attimo prima! Anche quella è una trasformazione continua. È un discorso di visione del presente come energia legata a tutto e a tutti. Come gli atomi, noi siamo tutti collegati». Questa è la filosofia di fondo dell'esposizione, il “filo rosso” che lega quattro reportage nati in autonomia e messi insieme per l'occasione. Sono soggetti molto diversi fra loro: musicisti e ballerine, insetti in primo piano, nuvole che riempiono il cielo, luoghi che furono teatro della Grande Guerra (quindi, una tragedia collettiva).

"Trasformazione": guarda la fotogallery 

GLI AUTORI SI RACCONTANO. Corinne Masetti è francese ma abita a Corniglio: da qui emigrarono i suoi nonni paterni. È una fotografa freelance dal 2007. «In Francia ho studiato pubblicità e storia dell'arte - spiega -. Ho lavorato nel settore del montaggio dei film e come assistente fotografa in uno studio. Ho iniziato a fotografare in bianco e nero, in Francia. Ora sono tornata alla fotografia, ma mi sento nel mio habitat anche con la creazione artistica. Per me è importante il messaggio che passa nelle foto». La creazione si realizza con programmi tipo Photoshop. Ad esempio si parte da una foto, si cambiano colori e tonalità e alla fine nasce qualcosa di artistico. Non è comunque il caso degli scatti presentati a Reggio.

Emidio Dosi ha 43 anni e vive a Monticelli, dove gestisce un residence alberghiero assieme alla sorella. Lui è specializzato in macrofotografia: realizza scatti agli insetti e a soggetti di tipo naturalistico. «Coltivo questa la passione da tanti anni - spiega -. Avevo un amico biologo, che mi ha influenzato. Negli ultimi anni sono passato dalla pellicola al digitale».

La stessa scelta di Enrico Dalcò, 45enne di Monticelli, che lavora come operaio metalmeccanico in una ditta di Parma. «Ho iniziato con scatti su pellicola, più che altro facendo paesaggi - dice Dalcò -. La mia prima passione è in realtà... la bicicletta. Quando faccio qualche giro in bici, mi capita di vedere bei paesaggi e di tornarci con la macchina fotografica. Fra i luoghi che mi hanno più colpito c'è Votigno; in generale, i paesini rustici di montagna». Anche a Dalcò piace usare Photoshop ogni tanto, per essere creativo. Com'è iniziata? Anni fa fotografò una casa antica nella zona di Marore: bella nel complesso, ma sul tetto c'era un'antenna parabolica. Era uno scatto su pellicola ma Dalcò riuscì a “ripristinare” l'effetto antico, facendo una copia digitale e usando il fotoritocco. «In un'altra occasione ho preso tre foto di me stesso e le ho sovrapposte - spiega l'autore -. Alla fine, nell'immagine io giocavo a scacchi con un altro me stesso; dietro di noi, un terzo me stesso osservava la scena».

Riceviamo da Corinne Masetti qualche cenno biografico di Luca Menegaldo: nato in Friuli nel 1964 e qui residente. Sviluppa la passione per la fotografia fin dalla giovane età ma senza mai andare oltre a realizzazioni amatoriali. Predilige gli scatti naturali, i volti presi dalle strade un paesaggio, passando indifferentemente dal colore al bianco e nero. Pubblica nel 2003 una raccolta di foto e poesie e successivamente nel 2007 espone la serie di fotografie tratte dal viaggio in Ladakh dal titolo"Fotogrammi dal cielo".

Leggi le altre interviste, guarda le altre "mostre virtuali" e scopri l'archivio 2008-2009 della rubrica La tua personale sul web.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Artaj", osteria moderna all'insegna della tradizione

IL RISTORANTE

"Artaj", osteria moderna all'insegna della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

5commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

Calcio

Per il Parma un altro ko

7commenti

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, domani gli interrogatori

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

8commenti

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Fidenza

Addio a Orlandelli, il «Mariner»

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

39commenti

dopo Parma-Empoli

Lucarelli: "Tante ingenuità, ma puniti oltre misura" Video

1commento

TARDINI

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

Nocciolini si fa parare un rigore. La "rivoluzione" di D'Aversa non basta

5commenti

IL VIDEOCOMMENTO

Grossi: "Castigati da Caputo, inseguito a lungo dal Parma"

1commento

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

2commenti

tamponamento

Incidente in Tangenziale Nord (via Venezia): in due al Ps Foto

nella notte

Incidente, schianto contro un traliccio in via Langhirano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

montecchio

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

boretto

Si schianta al limite del coma etilico, denunciato. E rischia multa fino a 10mila euro

SPORT

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

MotoGp

Vale torna in pista a Misano. Il padre: "Ottimista per Aragon"

SOCIETA'

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...