21°

Fotografia

Gente di provincia: Francesco Mignosa

Gente di provincia: Francesco Mignosa
0

Stefano Rotta

E' ancora un bambino, per certi versi, Francesco Mignosa, ma ha già girato il mondo Canon al collo, con prestigiose pubblicazioni internazionali all’attivo. Nel 2004, a dieci anni (è nato l’8 novembre 1994, mentre lo intervistiamo ha aperto il quaderno degli esercizi per la patente), il primo viaggio: Botswana. Con i genitori, ovviamente, ma pur sempre esperienza formidabile. «Sono rimasto molto colpito dalla varietà della fauna di quella zona, non l’ho più ritrovata. Oltre a visitare il delta dell’Okavango, siamo stati anche alle Cascate Vittoria».

La prima pubblicazione, nel 2010, è del «Nature's Best Photography», come «Highly Honored Winner» nella categoria giovani. La seconda è sull'«Oasis Photo Contest» 2011. Soddisfazioni non da poco, visto il valore di queste realtà. Nel 2006 è il turno delle Galapagos: undici giorni di barca con spostamenti lungo l’arcipelago. «All’epoca avevo una macchina Canon Power Shot S2 IS, ancora compatta, ma già più complessa». Nel 2007 il Kenya. «In Masai Mara ho assistito alla migrazione degli gnu, e al lago Nakuru, con due milioni di fenicotteri», ricorda il giovane Mignosa. Nel 2008, il Sudafrica. «Circa un mese, viaggiando dal Kruger National Park, verso il deserto del Kalahari, quindi città del Capo e la riserva del Namaqualand. E’ l’anno del nuovo acquisto, una Canon Eos 40d, quindi già una macchina semiprofessionale reflex».

Nel 2009 Canada e Alaska, con la 50D: una spedizione per fotografare gli orsi intenti alla pesca del salmone. Di lì, appunto, in Canada, a Vancouver. Nel 2010 la Namibia, nel deserto con le dune più alte del mondo, Skeleton Coast, Epupa falls. Un mese di viaggio con il padre e la 7D, la stessa di oggi.

Nel 2011, Svalbard (Artico), arcipelago della Norvegia. Qui Mignosa, a soli 17 anni, fotografa gli orsi bianchi (3mila sul territorio), trichechi e foche. Undici giorni a bordo di un rompighiaccio russo, nessuno dei quali può essere dimenticato. Quest’anno, infine, la Kamchatka, estrema penisola della Russia. Qui gli orsi non sono bianchi, ma bruni; al Kurilskoye Lake mangiano salmoni. E poi vulcani e giri lungo la costa, a caccia delle migliori immagini naturalistiche. Francesco Mignosa viaggia prevalentemente per la fotografia naturalistica di animali. Ma fotografa anche paesaggi e architetture. Durante il resto dell’anno, quand’è a Felino, fotografa sull'Appennino (in particolare funghi, cascate), oppure a Cogne, gli animali del Gran Paradiso, a Cortina (paesaggi) e in Sardegna, essendo la madre, Maria Giovanna Tanda, sarda.

«Nelle fotografie cerco di catturare o i momenti migliori, in particolar modo nel caso degli animali, o i momenti con la luce migliore, nei paesaggi. Le immagini servono per sottolineare l’aspetto selvaggio della natura e nel caso degli animali di sensibilizzare riguardo alla minaccia della loro estinzione. I leoni, per esempio, a dispetto della loro immagine di forza, come gli squali e gli orsi, sono a grave rischio di estinzione», rimarca. Al momento Francesco, figlio del professor Paolo Mignosa, docente di ingegneria idraulica all’ateneo di Parma, sta frequentando l’ultimo anno di liceo. «Per l’università sono ancora indeciso fra medicina e fisica», ammette. Ma la fotografia? «Spero diventi un lavoro, ma non sarà facile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scocca l'ora di nove bellissime 50enni:  Cindy Crawford

L'INDISCRETO

Riuscireste a dire di no a queste nove bellissime 50enni?

1commento

American Airlines

rissa sfiorata

Steward colpisce con un passeggino una donna con il bimbo

1commento

Aktion T4: dal 25 aprile Lenz racconta l'olocausto dei piu' deboli

tg parma

Aktion T4: Lenz racconta l'olocausto dei più deboli Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Camminare in Lunigiana Escursioni per tutte le stagioni

NOSTRE INIZIATIVE

Camminare in Lunigiana Escursioni per tutte le stagioni

Lealtrenotizie

Pedone investito in via Spezia: è grave

incidente

Pedone investito in via Spezia: è grave

Lutto

Trovato morto in casa l'avvocato Alberto Quaini

lega pro

D'Aversa: "Ora deve tornare a scattare la scintilla dell'entusiasmo" Video

FORNOVO

Pochi iscritti alle elementari, è polemica

l'agenda

Una domenica tra feste di primavera, aquiloni e treni storici

LANGHIRANO

Il comandante dei vigili: «Massese pattugliata»

2commenti

gazzareporter

Un lettore: "Ma i vigili controlleranno anche le Harley Davidson?"

SORBOLO

Quegli attori anti-truffa che educano i cittadini

Finto carabiniere

Truffati altri due anziani

Lavori pubblici

Ecco il rinato «Lauro Grossi»

EMILIAMBIENTE

Massari: «Piena fiducia nel cda»

cadute

Incidenti in moto a Noceto e Berceto, grave una 46enne di Salso Video

Sanità

Visite «bucate», arrivano le prime multe

5commenti

verso il 25 Aprile

"Bella ciao!": in centinaia a celebrare la Resistenza delle donne Foto

unione parmense

Il wifi copre la Pedemontana

fidenza

Positivo all'alcotest, aggredisce i carabinieri insieme all'amico: arrestati

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

I vecchi partiti? Meglio di oggi

2commenti

EDITORIALE

Francia: l'Isis cerca di dirottare il voto

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

televisione

Morta a 56 anni Erin Moran, la Joanie di Happy Days

francia nel terrore

Panico a Parigi per un uomo con un coltello

WEEKEND

foto dei lettori

Aspettando la 1000 Miglia: lo sguardo di Paolo Gandolfi Foto

la peppa propone

Ricetta della domenica - Tortino tricolore: uno spuntino patriottico

SPORT

Ciclismo

Michele Scarponi è morto, post toccante della moglie

lega pro

Verso il Sudtirol (lunedì 20.45): Parma in ritiro anticipato. I convocati Video

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"