-6°

Fotografia

Musei, quando l'arte trasforma i visitatori

Musei, quando l'arte trasforma i visitatori
0

 di Manuela Bartolotti

Luca Piola è un fotografo e artista che interviene sulla realtà catturandone dettagli impercettibili all’occhio distratto, le forme transitorie e fuggenti. Riesce a centrare il bersaglio dell’invisibile, quello che la vista non può registrare, utilizzando solo la sua sensibilità personale affinatissima e l’abilità nell’uso del mezzo fotografico. 
Parmigiano trasferito a New York, dopo aver esposto in collettive d’importanti sedi italiane quali Palazzo Ducale a Genova, Palazzo Reale a Milano e in personali a Parma (San Ludovico), quindi sempre a Milano alla Galleria Grazia Neri, ha da poco concluso un Open studio a Chelsea, cuore dell’arte contemporanea newyorkese, e ora presenta la sua mostra «Passengers»  organizzata da The Art Advisory Council of Port Washington Public Library  (fino al 29 giugno) a Long Island. Chi sono però questi «passengers», questi frequentatori di musei?   Sono «passanti» che fluttuano via sulla superficie fluida dell’esistenza oppure passeggeri di un viaggio parallelo e sconvolgente che  spesso inizia   nelle sale di un museo? Ecco che su stampe fotografiche ricercate vengono impresse le immagini di uomini strappati alla dimensione del quotidiano e trascinati tra le suggestioni della coscienza e della fantasia. Il viaggio di costoro va oltre le opere che ammirano, trasportandoli nel sortilegio della memoria, della creatività. L’occhio dell’artista fotografo afferra l’immaginazione che appare come una striscia sfuocata a chiudere a cerchio il pensiero in un vortice di emozioni, in un’elusione magica. In questo modo Piola svela la forza dell’arte e la sua capacità di trascendere la realtà; immortala addirittura – si potrebbe dire – la celebre sindrome di Stendhal, quella che colpisce i visitatori dei musei, turbandoli fino allo svenimento. In lui stupisce anche la capacità d'evidenziare e insieme sottendere, di far intuire con tagli sapienti, come nella foto dove s’intravedono le gambe di un bronzo di Giacometti e alle spalle le gambe di una donna che scorrono veloci. Allora, quella scultura bronzea che dovrebbe denunciare il disfacimento dell’essere nel tempo, in questo contesto e contrasto produce invece una sensazione d’eternità, di concretezza, solo perché rapportata alla volatilità del corpo umano in carne e ossa, invece effimero e di passaggio. Nel paradosso e nello sbilanciamento spazio-temporale sta tutto il gioco di Luca Piola, la straordinaria capacità di catturare l’universo parallelo e l’invisibile, fragile bolla delle emozioni prima che si spezzi. Anche grazie a un raffinato procedimento di stampa, le sue foto riescono a restituire l’effetto ovattato e straniante di un sogno, mentre le figure si fanno evanescenti, inafferrabili. E tuttavia sempre più efficaci, quasi pulsanti. Ancora un paradosso, perché quello che svanisce di fatto è quello che resta e l’opera d’arte non è solo quella esposta e osservata alle pareti, divenuta invece quasi invisibile, ma è la sagoma vibrante dello spettatore, la sua ombra eloquente, pensante. Luca Piola, forse sulla scia del grande Ghirri, ha saputo sorprendere l’invisibile, il non-luogo della contemplazione, il limbo della bellezza. Sulla carta sensibile resta impressionata la traccia del pensiero, il transito dell’emozione. Anche certi vuoti, certe sfumature indistinte sono riempite da una grana fotografica densa, pregnante, espressiva, mai fredda. Piola non descrive, non analizza nei dettagli, ma compie con la macchina fotografica un atto d’amore, condividendo l’esperienza dei soggetti fotografati, documentandone e svelandone il mistero. La sua è arte sull’arte, per andare oltre lo sguardo, oltre il presente. Il luogo, in questo caso il museo – quello che indaga l’artista - influisce sull’uomo e lo trasforma, lo porta via. Le sue foto sono dunque riprese impossibili di tutti i viaggi possibili. Quelli della mente e del cuore. E le persone? Passeggeri o passanti? Forse entrambe le cose.
 
Dalla figura alle ombre. Come cambia l'immagine
Luigi Alfieri 
In principio Luca Piola era un fotografo classico. Un figurativo che amava rappresentare le cose così come sono. Un interprete fedele della realtà apparente, quella che si può vedere con gli occhi e toccare con le mani. Attento alle luci, alle forme, ai colori e, già dagli esordi, predisposto a cogliere le emozioni che un oggetto può dare per poi trasmetterle agli spettatori. Le immagini del suo ultimo libro, «A chi va per favole nei pioppeti», del 2009, sono un passo avanti. Il fotografo non è più artigiano, ma comincia ad essere artista e ad ascoltare le parole che le figure, apparentemente mute, sanno dire. Le storie che possono raccontare a chi, con orecchio di poeta, le sente. Dopo quel viaggio nella Bassa parmense, l’emozione, a piccoli passi, ruba la scena all’immagine. La macchina fotografica diventa come la tavolozza di un pittore astratto. Nasce, in Luca, l’ansia che tormentava i maestri del pennello di fine Ottocento e di principio del secolo: abbandonare il vero per navigare verso un nuovo modo di dialogare con la realtà. Condensare le sensazioni in poche macchie di colore. Una linea pura. Una sfuocata, un mosso. Riassumere mille segni in uno solo. Facendo quello che fanno i poeti ermetici con le parole. Ha abbandonato la rappresentazione delle cose per puntare diritto verso la loro essenza interiore. Non fotografa più i corpi, ma le anime. Racconta la vita dello spirito e il suo mutare davanti al nutrimento dell’arte. La sua casa, ora, è il museo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano: il sindaco di Langhirano: "chieste le strisce pedonali"

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Il caso

Il Tar dà ragione a Medesano: sì alla farmacia a Ramiola

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

BASILICAGOIANO

Omicidio Habassi: Del Vasto capace di intendere e volere

tg parma

Greci, dai Nuovi consumatori alla candidatura alle comunali Video

5commenti

Calciomercato

Matteo Guazzo-Modena: salta tutto

Niente intesa sull'ingaggio, tegola per il mercato del Parma che ora ha un over di troppo.

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

16commenti

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

Fotografia

Parma di Badignana: la cascata

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

PADOVA

Orge in canonica con 9 donne: prete nei guai

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Foto

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta