12°

Fotografia

Mattia Dori: quando le foto di natura sono una passione "totale"

Mattia Dori: quando le foto di natura sono una passione "totale"
Ricevi gratis le news
0

di Andrea Violi

Tutto è nato per fotografare il camoscio sulle vette alpine. Lunghi e pazienti appostamenti per immortalarlo. Di scatto in scatto, imparando anche dai propri errori, Mattia Dori è cresciuto sul piano artistico e ha deciso che la fotografia naturalistica avrebbe occupato sempre di più il suo tempo libero.
Dori, trentino classe 1980, lavora in un laboratorio di analisi ambientali; in passato, in un museo di Scienze naturali. La natura è una costante nella sua vita: gli piace viaggiare per andare alla ricerca di esemplari da catturare. Solo con l'obiettivo, nel loro habitat.
Le sue "peregrinazioni" hanno portato Dori anche nel Parmense, per andare a “scoprire” le lepri nella zona dei boschi di Carrega e i gufi di palude nella Bassa.
Si sa che da cosa nasce cosa. Mattia Dori ha conosciuto l'arte di Maria Elena Ferrari, che fa disegno naturalistico. Insieme espongono oltre venti foto e altrettanti disegni al ristorante Ferlaro di Sala Baganza, fino al 21 settembre. La mostra «Due sguardi, due arti, Think Wild - Il fotografo e la disegnatrice» descrivono le forme e i colori di una natura abbastanza vicina a noi ma che spesso passa inosservata.
Mattia Dori spiega a Gazzettadiparma.it come sono nate la mostra e, in questi anni, la sua passione per gli scatti dedicati alla natura.

Lei è trentino ma espone le sue foto a Sala Baganza. Come ha «scoperto» il Parmense?
Per fare fotografia naturalistica mi piace viaggiare, soprattutto nel Nord Italia. In particolare ho scoperto Parma perché volevo fotografare le lepri. Documentandomi, ho saputo che nella zona di Parma ce n'erano diversi esemplari e così ho «scoperto» queste zone. In quei giorni, tra l'altro ho conosciuto la proprietaria del bed&breakfast Il richiamo del bosco a Sala Baganza, che ha visto il mio sito. Mi alzavo molto presto tutte le mattine per andare in giro a fotografare. Lei conosceva la disegnatrice Maria Elena Ferrari, ci ha proposto di organizzare una mostra e ci ha fatti incontrare. Abbiamo visto che le nostre idee erano comuni, a partire dall'interesse per la natura.

In che periodo è venuto nel Parmense?
Facevo foto nei boschi di Carrega, quattro giorni fra marzo e aprile. Il mese dopo sono tornato per fotografare il gufo di palude: da qualche mese ce n'era una colonia nella Bassa, nei dintorni di Torrile. Torno sempre volentieri nella vostra provincia: è ricca di spunti per la fotografia naturalistica.

La mostra di Mattia Dori e Maria Elena Ferrari dura fino a settembre...
La chiusura è il 21 settembre. Anche se non ci conoscevamo prima, abbiamo trovato soggetti in comune: l'acqua, la neve, gli animali notturni... Le mie fotografie rispecchiavano i suoi disegni.

Le foto in mostra sono tutte frutto dei suoi quattro giorni nei boschi di Carrega?
Sono scatti fatti nel Nord Italia, alcuni anche nelle vostre zone. Ci sono anche i camosci che vivono oltre 2mila metri fino al capriolo, che ho fotografato nelle vostre zone.

Quale attrezzatura preferisce? Rullino o digitale?
Ho iniziato con la pellicola, per reportage di viaggio. Quando ho deciso di unire le mie due passioni, fotografia e natura, sono passato al digitale. E' molto più intuitivo e, scattando moltissimo, il digitale è comodo... se fai mille scatti in un'uscita di una giornata.

Mille scatti in un giorno?
Sì. Per “bloccare” il movimento dell'animale si scatta a raffica. Poi magari scatti buoni ce ne sono due! Avevo ripreso la pellicola per altri motivi, per scoprire altri modi di fotografare al di là del genere naturalistico... Ma ora sono concentrato su questo genere.

La fotografia naturalistica è una sua passione, non riguarda il lavoro...
Occupa più o meno tutto il mio tempo libero però rimane una passione. Quando riesco a fare qualche viaggio fotografico non perdo occasione. Io e un amico stiamo cercando di creare un'associazione per la divulgazione scientifico-naturalistica ma per ora non riguarda il lavoro.

C'è un viaggio o un soggetto che spicca fra le sue preferenze? O magari un animale che è stato molto difficile da «incontrare»?
La passione è nata per fotografare il camoscio alpino. Ho da sempre un amore per questo animale e ho impegnato due anni di attività. Con questo soggetto ho imparato a fare fotografia naturalistica, imparando dai miei errori. L'animale che mi ha fatto più penare è il gallo cedrone. Da qualche anno cercavo di fotografarlo ma senza risultati. Quest'anno sono riuscito a fare un bel lavoro, qui in Trentino, in Valsugana. E' difficile perché comporta di passare le notti in un capanno, aspettando l'alba. Nel periodo degli amori questo uccello scende dagli alberi e fa parate cercando di attirare le femmine sul terreno. Sempre in alta montagna, più o meno in aprile, con freddo e neve. E' abbastanza complicato... Ci lavoravo da due anni e ora i risultati sono arrivati. Sono molto contento.

Multimedia
Il sito del fotografo: www.mattiadori.com
Le foto su Flick
La pagina Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

5commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

spagna

Italiano ucciso in una rissa a Barcellona

MILANO

Ladro ucciso: l'oste pubblica le sue ricette per pagarsi il processo

1commento

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Milan e Atalanta, pari per la Lazio: tutte qualificate

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery