13°

Fotografia

Gli scatti di Ivano Bolondi aprono una finestra sul mondo

Gli scatti di Ivano Bolondi aprono una finestra sul mondo
Ricevi gratis le news
0

di Andrea Violi

Le sue fotografie non si limitano a ritrarre persone e luoghi. Ivano Bolondi racconta storie e legge fra le righe. I suoi scatti vanno al di là della realtà concreta che mostrano. Così la sequenza di scatti sul Mozambico «Il tesoro nascosto» mostra un luogo non privo di bellezze naturali e di fascino ma costellato di rischi. Le mine anti-uomo che rappresentano un «tesoro» in negativo: ordigni sepolti (come i tesori, appunto) che possono mutilare o uccidere chi li trova.
Bolondi ha presentato tre dei suoi «foto-racconti» nella serata conclusiva della rassegna «Viaggiando» del circolo fotografico «Brozzi» di Traversetolo.
La rassegna si è chiusa con un ospite importante, un fotografo insignito di riconoscimenti internazionali.
Bambini che parlano fra loro in un villaggio africano, monaci buddisti in processione a capo chino, scene di vita quotidiana in Paesi lontani. Non ci sono persone in posa, negli scatti di Ivano Bolondi. Tutto è immortalato come se il fotografo non fosse presente, come se avesse aperto una sorta di finestra invisibile su un luogo o su una scena di vita altrimenti inaccessibile.

Come lui stesso dice nell'intervista a Gazzettadiparma.it, Ivano Bolondi non si considera solo un fotografo di viaggi. Cerca di trasmettere emozioni. E ci riesce molto bene. Al pubblico, il fotografo montecchiese ha mostrato degli audiovisivi. Sullo schermo vengono proiettate le immagini in sequenza, con un accompagnamento di musica e testi. «Il tesoro nascosto» è composto da foto scattate nel 2004: racconta appunto dei bambini del Mozambico che, portando a pascolare il bestiame delle loro famiglie, sono più esposti al rischio di trovare le mine disseminate dei campi. Nascoste, come accade a un tesoro. «Se sei il bambino che lo troverà - dice la narratrice - volerai in alto... Al suono delle mine del Mozambico».
Bolondi ha raccontato anche la vita nel deserto libico in «Tracce nel nulla». Ha dato una sua interpretazione del Sahara. Il deserto è il simbolo dell'infinito, sottolinea, e i Tuareg dicono che Dio lo donò agli uomini affinché trovassero la loro anima.
Un altro audiovisivo che resta di grande attualità, sebbene sia stato realizzato con foto del 2001, è quello sulla Birmania. Si intitola «Come una favola...». I puntini di sospensione non sono un caso. «Come una favola perché il popolo birmano è il più dolce di quelli che ho visitato in Oriente - spiega Bolondi -. Sempre sorride, sempre disponibile, come popolo. Però c'è una dura situazione economica e politica». Sulla Birmania Bolondi ha pubblicato un libro: 180 pagine e 173 foto senza commento, solo la prefazione di Albertina Soliani.

Nella vita Bolondi è un imprenditore del settore meccanico; ha 67 anni e vive a Montecchio Emilia. La sua grande passione è sempre stata la fotografia, come ha spiegato in un'intervista a margine della serata di Traversetolo.
Ci racconti un po' di lei: quando è iniziata la passione per la fotografia?
Fotografavo fin da ragazzino, poi negli '70 ho cominciato a fare alcune ricerche. Oggi faccio parte della Fiaf, la Federazione italiana delle associazioni fotografiche. Sono stato nominato Afi, cioè Artista della fotografia italiana. Nel 2005 sono stato l'Autore dell'anno e nel 2007 sono stato nominato Maestro della fotografia. Nel settore è il massimo che si possa ottenere.
Nei suoi audiovisivi lei non fotografa soltanto... Racconta... Cosa cerca di trasmettere?
Sì, i miei non sono audiovisivi di viaggi. Nel nostro gergo sono chiamati “emozionali” perché cerco di trasmettere le emozioni che provo nei miei viaggi. Sempre abbinandoli a storie e leggende. Sono più di trent'anni che faccio audiovisivi, proiettati in tutta Italia. Sono vicino alle mille serate fatte: sono tante, ma è un grande piacere.
Al giorno d'oggi c'è la “diatriba fra digitale e pellicola. Qual è meglio?
Dipende dalla foto che esce. Se la foto trasmette qualcosa, a me non interessa che sia fatta in digitale o meno. Quel che conta è che ci sia della “sostanza”. E poi il mercato va verso il digitale. Ci sono stati progressi enormi in queste tecnologie. È più un tipo di fotografia per i giovani però il mondo va su questa strada e noi dobbiamo seguirlo.
Un consiglio da maestro a chi vuole avvicinarsi alla fotografia...?
Entusiasmarsi, per poter trasmettere le emozioni. Io in ogni foto mi entusiasmo. Questo è il modo per ottenere risultati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mangiamusica:  Parmigiano e  Rolling Stones

Fidenza

Mangiamusica: Parmigiano e Rolling Stones Gallery

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

GAZZAFUN

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

24commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Sciame sismico in Appennino, le scosse avvertite in tutta la provincia

TERREMOTO

Sciame sismico in Appennino, almeno 13 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non segnalati danni

2commenti

ULTIM'ORA

Uno dei terremoti più profondi in Emilia Romagna

La scossa più forte su un basamento roccioso

1commento

Incidente

Scontro su strada Pilastro, un ferito

2commenti

PARMA

Riina: l'addio senza lacrime (e lite con i cronisti) della vedova e dei figli

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo". Conclusa l'autopsia sul corpo del boss (Ipotesi tecnica di "omicidio colposo" contro ignoti) : i risultati tra 60 giorni

15commenti

FUNERALE

La lettera della mamma di Mattia

IN PENSIONE

Roncoroni, chirurgo a tutto campo

Incidente

Carambola fra tre auto in via Mantova, due feriti

Indaga la Polizia municipale

WEEKEND

Il Mercato del Forte, la torta di verze, November Porc a Zibello: l'agenda di domenica

Salso

Sfondano la vetrina e rubano capi firmati

Polizia

Raffica di furti negli appartamenti

Bici rubate e in attesa dei proprietari

Eccellenze

Il Parmigiano trionfa agli "Oscar del formaggio" a Londra

Risultato stellare: porta a casa 38 medaglie

1commento

POESIA

Zucchi tradotto da un giurato del Nobel

calcio

Parma, poker e primato

Lutto

L'addio di Rubbiano a Fabrizio Aguzzoli

LIRICA

Festival Verdi, numeri da record

FERROVIA

Fidenza-Cremona, treni al posto di due bus

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La figlia di Totò Riina e una rabbia che offende

di Georgia Azzali

3commenti

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

Ris di Parma

Scomparse due mogli di un allevatore: trovate ossa nella stalla

3commenti

Il caso

Cerca la madre naturale. Lei la gela: "Sei il simbolo della violenza subita"

2commenti

SPORT

SERIE A

Il Napoli piega il Milan (2-1), la Roma si prende il derby

GAZZAFUN

Parma-Ascoli 4-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GENOVA

Uomo aggredito da un cinghiale nei boschi del genovese

LA PEPPA

Pollo e peperoni ripieni

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto