-3°

14°

Fotografia

Gli scatti di Ivano Bolondi aprono una finestra sul mondo

Gli scatti di Ivano Bolondi aprono una finestra sul mondo
Ricevi gratis le news
0

di Andrea Violi

Le sue fotografie non si limitano a ritrarre persone e luoghi. Ivano Bolondi racconta storie e legge fra le righe. I suoi scatti vanno al di là della realtà concreta che mostrano. Così la sequenza di scatti sul Mozambico «Il tesoro nascosto» mostra un luogo non privo di bellezze naturali e di fascino ma costellato di rischi. Le mine anti-uomo che rappresentano un «tesoro» in negativo: ordigni sepolti (come i tesori, appunto) che possono mutilare o uccidere chi li trova.
Bolondi ha presentato tre dei suoi «foto-racconti» nella serata conclusiva della rassegna «Viaggiando» del circolo fotografico «Brozzi» di Traversetolo.
La rassegna si è chiusa con un ospite importante, un fotografo insignito di riconoscimenti internazionali.
Bambini che parlano fra loro in un villaggio africano, monaci buddisti in processione a capo chino, scene di vita quotidiana in Paesi lontani. Non ci sono persone in posa, negli scatti di Ivano Bolondi. Tutto è immortalato come se il fotografo non fosse presente, come se avesse aperto una sorta di finestra invisibile su un luogo o su una scena di vita altrimenti inaccessibile.

Come lui stesso dice nell'intervista a Gazzettadiparma.it, Ivano Bolondi non si considera solo un fotografo di viaggi. Cerca di trasmettere emozioni. E ci riesce molto bene. Al pubblico, il fotografo montecchiese ha mostrato degli audiovisivi. Sullo schermo vengono proiettate le immagini in sequenza, con un accompagnamento di musica e testi. «Il tesoro nascosto» è composto da foto scattate nel 2004: racconta appunto dei bambini del Mozambico che, portando a pascolare il bestiame delle loro famiglie, sono più esposti al rischio di trovare le mine disseminate dei campi. Nascoste, come accade a un tesoro. «Se sei il bambino che lo troverà - dice la narratrice - volerai in alto... Al suono delle mine del Mozambico».
Bolondi ha raccontato anche la vita nel deserto libico in «Tracce nel nulla». Ha dato una sua interpretazione del Sahara. Il deserto è il simbolo dell'infinito, sottolinea, e i Tuareg dicono che Dio lo donò agli uomini affinché trovassero la loro anima.
Un altro audiovisivo che resta di grande attualità, sebbene sia stato realizzato con foto del 2001, è quello sulla Birmania. Si intitola «Come una favola...». I puntini di sospensione non sono un caso. «Come una favola perché il popolo birmano è il più dolce di quelli che ho visitato in Oriente - spiega Bolondi -. Sempre sorride, sempre disponibile, come popolo. Però c'è una dura situazione economica e politica». Sulla Birmania Bolondi ha pubblicato un libro: 180 pagine e 173 foto senza commento, solo la prefazione di Albertina Soliani.

Nella vita Bolondi è un imprenditore del settore meccanico; ha 67 anni e vive a Montecchio Emilia. La sua grande passione è sempre stata la fotografia, come ha spiegato in un'intervista a margine della serata di Traversetolo.
Ci racconti un po' di lei: quando è iniziata la passione per la fotografia?
Fotografavo fin da ragazzino, poi negli '70 ho cominciato a fare alcune ricerche. Oggi faccio parte della Fiaf, la Federazione italiana delle associazioni fotografiche. Sono stato nominato Afi, cioè Artista della fotografia italiana. Nel 2005 sono stato l'Autore dell'anno e nel 2007 sono stato nominato Maestro della fotografia. Nel settore è il massimo che si possa ottenere.
Nei suoi audiovisivi lei non fotografa soltanto... Racconta... Cosa cerca di trasmettere?
Sì, i miei non sono audiovisivi di viaggi. Nel nostro gergo sono chiamati “emozionali” perché cerco di trasmettere le emozioni che provo nei miei viaggi. Sempre abbinandoli a storie e leggende. Sono più di trent'anni che faccio audiovisivi, proiettati in tutta Italia. Sono vicino alle mille serate fatte: sono tante, ma è un grande piacere.
Al giorno d'oggi c'è la “diatriba fra digitale e pellicola. Qual è meglio?
Dipende dalla foto che esce. Se la foto trasmette qualcosa, a me non interessa che sia fatta in digitale o meno. Quel che conta è che ci sia della “sostanza”. E poi il mercato va verso il digitale. Ci sono stati progressi enormi in queste tecnologie. È più un tipo di fotografia per i giovani però il mondo va su questa strada e noi dobbiamo seguirlo.
Un consiglio da maestro a chi vuole avvicinarsi alla fotografia...?
Entusiasmarsi, per poter trasmettere le emozioni. Io in ogni foto mi entusiasmo. Questo è il modo per ottenere risultati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel 'Corsaro Nero'

TELEVISIONE

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel "Corsaro Nero" Video

1commento

Colin Firth e Woody Allen

Colin Firth e Woody Allen

NEW YORK

Molestie: Woody Allen, anche Colin Firth si sfila. Carriera finita?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Oltre 5.000 candidati per un posto da infermiere: alla prova del 23 gennaio, maxi organizzazione dell’AUSL di Parma

23 gennaio

Oltre 5.000 candidati per un posto da infermiere: affittato il Palacassa Tutte le info

Comitato di vigilanza con 160 operatori aziendali, bus navetta dalla stazione ferroviaria

3commenti

FURTO

Collecchio, va a fare la spesa e le svaligiano la villa

Casa a soqquadro. La proprietaria: «Conoscevano le nostre abitudini»

1commento

elezioni

Da "Mamme del mondo" a "W la fisica" (oltre a Lega e M5S), ecco i primi simboli presentati Foto

POLIZIA

Parma, mancano agenti: Pizzarotti chiede un incontro al ministro dell'Interno

Nella lettera, il sindaco sottolinea che Parma è penalizzata rispetto ad altre città dell'Emilia-Romagna

9commenti

PARMA CALCIO

I nuovi numeri di maglia. I convocati per Cremona (ci sono Calaiò e Ceravolo)

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

Traversetolo

In fiamme autocarro che trasportava fieno a Vignale Foto

Sono intervenuti i vigili del fuoco

1commento

Traversetolo

Un cartello alla porta: «I vostri colleghi ladri sono già passati»

1commento

PARMA

Luigine, proseguono le trattative: ne parla anche "Striscia la notizia" Video

Mistero

Busseto, chiuse due strade nella notte: è giallo

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

1commento

Tar di Bologna

Velo in tribunale: il giudice è un parmigiano

2commenti

SCUOLA

Albertelli, saranno trasferite le elementari ma non le prime

FIDENZA

Chirurgia senza bisturi per rimuovere tumori gastrointestinali: nuove tecniche a Vaio

Già eseguiti due interventi, perfettamente riusciti

Inchiesta

Polizia stradale, a Parma 403 patenti ritirate in un anno

Dopo la sentenza

Le foto dei figli in rete? E' polemica

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'auto progredisce. L'uomo regredisce

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

maltempo

L'uragano flagella il Nord Europa: 10 morti Video impressionante

USA

Trump assegna i "Fake News Awards" ma il sito fa flop Video

SPORT

Cremonese-Parma

D'Aversa: "Ceravolo e Calaiò in recupero. Ma non sono al 100%" Video

tennis

Griglia di partenza rovente: al via domani i regionali di Tennis a squadre indoor Fotogallery

SOCIETA'

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

LA PROVA

Debutta la Volkswagen T-Roc: la "Golf" dei Suv...