Fotografia

Il Regio: realtà e sogno

Il Regio: realtà e sogno
Ricevi gratis le news
0

Stefania Provinciali

Il Teatro Regio di Parma «va in scena» a Palazzo Pigorini in una delle mostre in calendario per questo bicentenario verdiano. Un teatro espressione della vita e del mito, attraverso le immagini di fotografi che nei primi anni Ottanta hanno volto il loro sguardo e il loro obiettivo a quel complesso mondo, luogo e metafora della rappresentazione, dove si misurano e si confrontano campi estetici diversi. Qui la realtà e il sogno si mescolano negli occhi e nei gesti del quotidiano fino a fissare l’identità culturale di un mondo che fa parte della ricchezza della città poiché ne esprime una essenza e non solo la messa in scena di un’opera. L’idea di dar vita a questo progetto, lavorando sui confini di un’ idea del teatro, nei primi anni Ottanta è stata di Alberto Nodolini, parmigiano, allora Art Director per le edizioni Condé Nast, ovvero la persona attraverso cui passa l’ impostazione visuale complessiva, e quella delle fotografie che si pubblicheranno sulle più importanti testate della moda. E’ lui che indica gli autori, a loro propone il racconto che diverrà immagine, spesso segue la loro formazione professionale e artistica. Raffinato operatore e cultore dell’ immagine su scala mondiale, è legato alla sua città ed al suo teatro tanto da chiedere ai fotografi che conosce e che apprezza di scattare foto nel cuore del teatro dando vita ad un archivio enorme mai esposto al pubblico da cui esce il nucleo della mostra. L’occhio di ciascun autore ha una diversa visione, la scelta cade su «storie» diverse, diverse angolazioni, intese come impostazione dell’immagine e come visione di quella realtà  che si snoda pian piano nell’itinerario espositivo, rievocando volti, azioni, interpretazioni, gestualità e pensiero dietro e sulla scena. La mostra dal titolo «Teatro per scelta» visibile fino all’8 dicembre, fa parte della rassegna «Obiettivo teatro», e presenta foto dalla collezione Nodolini di alcune decine di fotografi. Carlo Bevilacqua, 1983, mostra il Teatro come impacchettato dal cellophane all’ indomani del terremoto trasformando il cantiere in un gesto post dadaista, come quelli di Christo e Jeanne-Claude. C’è poi la foto narrativa, di cronaca degli spettacoli, che si svolge con il bianco e nero deciso e grafico di Maurizio Buscarino mentre il raccontare di Mario Contrino procede nei tempi dilatati suggeriti da superfici un po’ consumate volte a smontare l’idea del fasto. Altro espressionismo è quello sfiorato nel réportage di Nancy Campbell dove la fotografia si avvicina ad un mondo dell’arte che è anche pittorico, a fianco e dentro le ragioni delle correnti artistiche del secondo Novecento. Sante D’ Orazio - siamo nel 1983 – si muove in zone precluse al pubblico mentre nelle foto a colori di Roberto Tizzi, nel camerino con Lydia Alfonsi, il volto dell’attrice «riletto» nello specchio, si trasforma in una maschera come una natura morta di Tomea. E’ solo un accenno al percorso. Paolo Castaldi, Didier Duval con le pause dello spettacolo, i volti (Belledi, Bioli, Del Monte, Maag, Jerkovich, Falavigna) con le inquadrature che sottolineano gli sguardi, per tagli decisi. La notte del teatro per Giovanni Ferraguti –storico narratore in immagine della cronaca locale- ha il sapore delle notti parigine. Accanto tutti gli altri fotografi.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Stallone è morto". Ma era una bufala online

cinema

"Stallone è morto". Ma era una bufala online

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

64 offerte di lavoro per articolo Gazzetta 20 febbraio 2018

LAVORO

64 nuove offerte

Lealtrenotizie

Preso il rapinatore con roncola della sala scommesse

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

2commenti

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

tgparma

Meteo: da domani rischio neve in città, domenica arriva il gelo

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

10commenti

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

IL CASO

Colf estorce 3.000 euro all'ex datore di lavoro. E patteggia 3 anni

tg parma

Gazzola: "Abbiamo piena fiducia nel mister" Video

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

DI NOTTE

Maiatico, razzia dei ladri nelle case

Allarme

Parma, in 10 anni 166 medici in pensione. E chi li sostituisce?

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Una scintilla per le idee. La vera vittoria di Parma 2020

di Marco Magnani

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

1commento

ITALIA/MONDO

tribunale

Corona, l'ex fotografo esce dal carcere e va in comunità

vandalismi

Imbrattata con svastiche la targa di Moro a Roma Foto

SPORT

guinness

Trainato da una Levante, Barrow sullo snowboard a 151,57 km/h: è record

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

SOCIETA'

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

3commenti

gusto

La ricetta light - Brodo vegetale allo zenzero

MOTORI

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day