21°

bonifica

Discarica di Viarolo: il Tar accoglie in parte il ricorso del Comune

Discarica di Viarolo

Discarica di Viarolo

1

 

Il Tar di Parma ha parzialmente accolto il ricorso proposto dal Comune di Parma contro l’ordinanza di diffida della Provincia per la bonifica dell’area vasta di Viarolo .
Il ricorso è del 2010, ma la vicenda ha radici antiche, risale addirittura a mezzo secolo fa, quando, nel corso degli anni, sulle rive del Taro furono accumulate montagne di rifiuti, poi sepolti e dimenticati. Ma la natura non regala nulla, così lo scempio è venuto allo scoperto in concomitanza con la realizzazione dell’alta velocità, nel periodo della gestione Vignali, e soprattutto quando il fiume, erodendo le sponde, ha portato allo scoperto i rifiuti accumulati nel corso di decenni.
Così la Provincia ha ordinato al Comune di Parma di bonificare l’area, individuandolo come unico responsabile dell’inquinamento. Il Comune ha risposto con il ricorso al Tar.
Ora il Tribunale Amministrativo ha decretato che il Comune di Parma è sì responsabile dell’inquinamento, ma limitatamente all’area afferente all’ex discarica Amnu (20 ettari contro i 670 ettari complessivi dell’area vasta di Viarolo). Ciò, peraltro, solo per il fatto che nel “passaggio di consegne” da AMNU e ENIA la discarica di Viarolo fu “dimenticata”.
Pertanto il Comune – decreta il Tar - non può essere ritenuto responsabile per la restante area.
Di conseguenza, per le parti restanti, che appartengono anche ad altri Comuni, ha sancito la responsabilità dei proprietari dei terreni.
Il Comune dovrà comunque continuare le attività volte alla messa in sicurezza del sito ed alla caratterizzazione dei rifiuti presenti nel proprio territorio, ma anche gli altri Comuni coinvolti nell’area vasta Viarolo dovranno fare la loro parte, e tutti dovrebbero eventualmente sostituirsi ai proprietari nel lavoro di bonifica, e poi addebitare i costi a questi ultimi. Operazione maledettamente complicata a decine di anni di distanza, soprattutto perché difficilmente la Provincia riuscirà ad individuare gli autori di quell’inquinamento, allora tollerato.
Tuttavia un fatto è certo: dopo tanti anni di silenzi alternati a rimpalli di responsabilità, solo l’attuale Amministrazione comunale, grazie anche all’aiuto della Regione, ha messo mano alla faccenda, investendo qualche soldo per mettere almeno in sicurezza la discarica, ed ha anche chiesto (in questo caso con l’assenso della Provincia e del Comune di Trecasali) di utilizzare a questo scopo anche i proventi della mitigazione ambientale della costruenda bretella Ti – Bre (che peraltro ormai nessuno vuole più).
Infatti, per iniziativa del Comune di Parma, sono in atto i sondaggi per individuare le tipologie di rifiuto presenti (costo 35.000 euro), sarà a breve bandita la gara per la realizzazione dei cosidetti “pennelli” a protezione dell’area da bonificare (92.000 euro) e soprattutto si sta progettando la scogliera delle sponde del Taro a protezione dell’area da bonificare, da realizzare con fondi stanziati dalla Regione Emilia Romagna (304.000 euro).
“Oggi il Comune – ci tiene a puntualizzare l’assessore all’ambiente Gabriele Folli – a differenza del passato, affronta queste problematiche che erano state nascoste sotto il tappeto dai nostri predecessori. Oltre alla bonifica dei terreni – è l’amara constatazione dell’assessore – ci vediamo costretti quotidianamente a “bonificare” gli effetti dell’inerzia di un modo di fare politica che pensava solo alle grandi opere, trascurando la manutenzione del territorio, che è il nostro bene più prezioso”.

Parma, residenza municipale 3 febbraio 2014

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    04 Febbraio @ 22.58

    E le discariche in zona sud in altre areee comunali? Quella a fianco la cassa di espansione?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

13commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

4commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

PARMA CALCIO

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

1commento

LEGA PRO

Sotto di 2 gol, il Pordenone ne segna 7 e aggancia il Parma! Domani crociati a Gubbio

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

3commenti

Formaggio

La grana del grana

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

10commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Da uno studio fatto a Parma nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% delle donne in età fertile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa