14°

25°

band di provincia

Flerida

Flerida

Flerida

0
L'anima acustica è la cifra stilistica della band nata nel 2009 come duo. E il nome fu suggerito dalla fornaia

 

TRAVERSETOLO
Bianca Maria Sarti
I Flerida si riconoscono in una sorta di totem, una chitarra acustica che non li abbandona mai in nessuna esibizione, anche nel luogo «antiacustico» per eccellenza: le discoteche. L’anima acustica è certamente la cifra stilistica della band nata nel 2009 come duo: sei corde, una voce femminile, una maschile e tanto talento erano più che sufficienti per incantare e convincere. Oggi, però, i creatori dei Flerida, Michele Diemmi e Federica Melegari, condividono il loro percorso con altri tre musicisti che hanno arricchito e impreziosito il tessuto musicale, rispettandone la trama. «Se vogliamo risalire alle prime origini - racconta Michele - dobbiamo tornare al 2008, nella sala prove del bar Aurora a Traversetolo. Lì io e Federica suonavamo con alcuni coetanei delle superiori nella rock band “The Lights of Brenno”. Nel 2009, però, abbiamo avuto la nostra “svolta acustica” e siamo diventati un duo con uno stile che sentivamo più nostro. Abbiamo iniziato a suonare brani nostri nei locali, alle feste della birra e persino sul palco del Traversetolo Rock Festival del 1° maggio». Alla fine del 2011 avviene l’incontro con Alessio: «Abbiamo partecipato al progetto “Stardust” e abbiamo incontrato Alessio, bravissimo cantautore, che oggi abbiamo “adottato” come batterista». Nel 2012 il progetto della band prende forma da una sfida: «L’organizzazione “London’s Corner” ci ha proposto di fare una serata nella discoteca Be Bop di Felino. Così abbiamo sperimentato la formazione con Alessio e Jacopo Delia di Castione al basso». Lo stesso anno i Flerida vengono contattati da Radio Deejay che li invita a «Occupy Deejay» dove presentano il loro primo Ep autoprodotto: «Nuclear Emotion», registrato con l’aiuto di Marco Casaluce di Traversetolo, che poco dopo sarebbe entrato nella band come chitarrista. A completare la formazione Marco Marinelli, alle tastiere e basso, in sostituzione di Delia. La formazione attuale ha suonato in diversi locali tra cui il Legend Club di Milano e, a Parma, il Pulp e il Positiva e il Fuori Orario di Taneto.  In un importante festival estivo hanno condiviso il palco con Malika Ayane, i Nomadi, Irene Grandi e i Motel Connection. «Tutti contribuiamo ai pezzi - spiegano i Flerida - Michele e Federica danno l’input con accordi e testo, poi rielaboriamo contaminando gusti e generi diversi. Proviamo e riascoltiamo i pezzi, che autoproduciamo e registriamo a casa di Alessio. I temi delle nostre canzoni sono dei tòpoi: parliamo di amore o del tempo o altre riflessioni spesso espresse in dialogo, sfruttando le due voci maschile e femminile. Ora la sfida consiste nel debutto in italiano, che rispecchia la nostra vera essenza. Il 20 dicembre al Campus Industry Music, coi Musicanti di Grema, apriremo il concerto di Levante e debutteremo con alcuni dei pezzi nuovi in italiano, che presenteremo per intero al Be Bop con il London’s Corner». 
L’unicità dei Flerida è nel loro nome: «Qualche anno fa - racconta Michele - la fornaia da cui andavo tutti i giorni mi ha chiesto se avessi scelto un nome per il duo. Le ho detto che era difficile e lei, in risposta, ha chiesto alla prima cliente come si chiamasse: “Flerida”, che abbiamo scoperto essere un nome spagnolo che significa persona creativa, al centro di un palcoscenico. Vorremmo essere così: “Leaders rather than followers”».
TRAVERSETOLO

 

Bianca Maria Sarti

I Flerida si riconoscono in una sorta di totem, una chitarra acustica che non li abbandona mai in nessuna esibizione, anche nel luogo «antiacustico» per eccellenza: le discoteche. L’anima acustica è certamente la cifra stilistica della band nata nel 2009 come duo: sei corde, una voce femminile, una maschile e tanto talento erano più che sufficienti per incantare e convincere. Oggi, però, i creatori dei Flerida, Michele Diemmi e Federica Melegari, condividono il loro percorso con altri tre musicisti che hanno arricchito e impreziosito il tessuto musicale, rispettandone la trama. «Se vogliamo risalire alle prime origini - racconta Michele - dobbiamo tornare al 2008, nella sala prove del bar Aurora a Traversetolo. Lì io e Federica suonavamo con alcuni coetanei delle superiori nella rock band “The Lights of Brenno”. Nel 2009, però, abbiamo avuto la nostra “svolta acustica” e siamo diventati un duo con uno stile che sentivamo più nostro. Abbiamo iniziato a suonare brani nostri nei locali, alle feste della birra e persino sul palco del Traversetolo Rock Festival del 1° maggio». Alla fine del 2011 avviene l’incontro con Alessio: «Abbiamo partecipato al progetto “Stardust” e abbiamo incontrato Alessio, bravissimo cantautore, che oggi abbiamo “adottato” come batterista». Nel 2012 il progetto della band prende forma da una sfida: «L’organizzazione “London’s Corner” ci ha proposto di fare una serata nella discoteca Be Bop di Felino. Così abbiamo sperimentato la formazione con Alessio e Jacopo Delia di Castione al basso». Lo stesso anno i Flerida vengono contattati da Radio Deejay che li invita a «Occupy Deejay» dove presentano il loro primo Ep autoprodotto: «Nuclear Emotion», registrato con l’aiuto di Marco Casaluce di Traversetolo, che poco dopo sarebbe entrato nella band come chitarrista. A completare la formazione Marco Marinelli, alle tastiere e basso, in sostituzione di Delia. La formazione attuale ha suonato in diversi locali tra cui il Legend Club di Milano e, a Parma, il Pulp e il Positiva e il Fuori Orario di Taneto.  In un importante festival estivo hanno condiviso il palco con Malika Ayane, i Nomadi, Irene Grandi e i Motel Connection. «Tutti contribuiamo ai pezzi - spiegano i Flerida - Michele e Federica danno l’input con accordi e testo, poi rielaboriamo contaminando gusti e generi diversi. Proviamo e riascoltiamo i pezzi, che autoproduciamo e registriamo a casa di Alessio. I temi delle nostre canzoni sono dei tòpoi: parliamo di amore o del tempo o altre riflessioni spesso espresse in dialogo, sfruttando le due voci maschile e femminile. Ora la sfida consiste nel debutto in italiano, che rispecchia la nostra vera essenza. Il 20 dicembre al Campus Industry Music, coi Musicanti di Grema, apriremo il concerto di Levante e debutteremo con alcuni dei pezzi nuovi in italiano, che presenteremo per intero al Be Bop con il London’s Corner». L’unicità dei Flerida è nel loro nome: «Qualche anno fa - racconta Michele - la fornaia da cui andavo tutti i giorni mi ha chiesto se avessi scelto un nome per il duo. Le ho detto che era difficile e lei, in risposta, ha chiesto alla prima cliente come si chiamasse: “Flerida”, che abbiamo scoperto essere un nome spagnolo che significa persona creativa, al centro di un palcoscenico. Vorremmo essere così: “Leaders rather than followers”».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Insinna insulta i concorrenti: "Avevamo 7 dementi, ha giocato una nana"

striscia la notizia

Insinna insulta i concorrenti di "Affari tuoi": infuria la polemica Video

Festival di Cannes: curiosità dalla Croisette

cinema

Festival di Cannes: curiosità dalla Croisette Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

A Parigi, per dodici mesi tra paesaggi e ritratti

VIAGGI

Parigi val bene un weekend. Ecco i nostri consigli

di Luca Pelagatti

Lealtrenotizie

Colpiscono il gestore del supermercato con una catena: due donne arrestate per rapina

VIA COSTITUENTE

Colpiscono il gestore del supermercato con una catena: due donne arrestate per rapina

tg parma

Tubercolosi: migliora il 17enne malato ma c'è un altro caso "sospetto" al Rondani Video

play-off

Parma qualificato ai quarti: alle 15,30 il sorteggio della prossima avversaria dei crociati

play-off

Sondaggio: chi vorreste incontrare ai quarti? (Guarda la griglia)

TRAVERSETOLO

I ragazzini fanno i vandali, il sindaco: "Pagheranno le famiglie"

POLITICA

Il senatore Pagliari: "Dal 5 giugno arriveranno nuovi 15 vigili del fuoco a Parma"

1commento

CARABINIERI

Tre falsi Morandi scoperti a Bologna. Furti d'arte: Parma fra le città più colpite

PARMA

Scontro auto-moto in via Colorno: un ferito

Criminalità

Successo per le «ronde elettroniche»

1commento

Salsomaggiore

Lo struggente addio a Monia Lusignani

VERSO IL VOTO

Amministrative, i sondaggi nazionali sul «caso Parma». In testa Pizzarotti 

Gazzareporter

Le foto di una lettrice: "Neviano de Rossi, una strada praticamente abbandonata..."

1commento

Lutto

San Polo piange Eva Meldi, storica cuoca dell'asilo

Viabilità

Cominciati i lavori sulla provinciale Monchio-Corniglio

PGN

Cinque nuovi dischi delle band di Parma

Torna Parmagiornoenotte: eventi, appuntamenti, concerti, aperitivi, teatro e feste

LA STORIA

Radio Deejay: love story autista bus - passeggera, impazza il gossip parmigiano

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Caccia ai complici di Manchester Video

LA SPEZIA

Due ragazzi trovati morti in una cava dismessa: hanno fatto un volo di 40 metri

SOCIETA'

ESTATE

Torna "Musica in castello": 36 eventi in tutta la provincia

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

SPORT

playoff ritorno

Parma - Piacenza 2 - 0: gli highlights del match Video

BASEBALL

E' ufficiale: Joe Testa è del Parma

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancora più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare