-1°

musica

Dr. Rock - GET READY! Lo STRATOSferico R&B dei Ribelli.

Schede di archeologia pop, di Riccardo Venturella

I Ribelli
0

 

I Ribelli, band degli anni sessanta del filone beat, sono ricordati soprattutto per la presenza dello straordinario performer Demetrio Stratos uno degli artisti piu originali e innovativi di tutta la nostra storia musicale. Il gruppo però è stato molto altro, inanzitutto backing band di Adriano Celentano nel periodo della sua ascesa (sono presenti in tutte le registrazioni del molleggiato fino al '67). Poi, essendo eccellenti strumentisti, molta della produzione musicale dei sessanta li vede coinvolti (per esempio le prime incisioni di Battisti) e infine come gruppo hanno portato avanti un discorso musicale nuovo all'interno del panorama beat italiano, che li ha visti tra i primissimi a frequentare territori musicali “neri” come il soul e il rythm & blues, quando da noi erano pressochè sconosciuti .

Attivi fin dalla fine degli anni 50 (quando in formazione c'era anche Enzo Jannacci!!) per il primo lustro dei sessanta si distinguono come una delle poche band italiane di successo, tra rock'n'roll e Mersey beat, piazzando alcune hit come la celeberrima “Chi sarà la ragazza ...” riuscita rilettura della “keep On Serchin” di Brian Poole (uscita nel '64 con tanto di copertina drag in buon anticipo sui Rolling Stones) risposta al tormentone “E già” della misteriosissima ragazza del Clan(operazione mediatica messa in piedi appunto da Celentano e suoi accolti della Clan)   video  

Ma è nel 1966, che le cose cominciano a muoversi, già nel gennaio i nostri,Gianni dall'Aglio (batteria) Giorgio Bennacchio (Chitarra) Detto Mariano(Tastiere) Angel Salvador (basso) e Natale Massara (Fiati), partecipano a San Remo (in un folto drappello beat che vedeva tra gli altri anche L'Equipe 84, i Renegades e udite udite gli Yardbirds) stravolgendo l'insulso simil mariachi “Alla Buenos De Dios” con un frizzante arrangiamento che lasciava intravvedere gli sviluppi futuri (Sul retro del 45 “Ribelli” già in odore di contestazione capellona); poi a giugno incidono un nuovo singolo: sul lato a, un giovane e sconosciuto Lucio Battisti gli regala il primo brano di successo “Per una lira”, interessante per il suo arrangiamento folk rock, ma è il retro che colpisce nel segno: l'originale “Hey voi” è una delizia garage degna dei migliori Who e Kinks!  video   

A questo punto arriva il grande Demetrio Stratos (sostituisce Mariano alle Tastiere), Il cantante greco alessandrino, che giunto in Italia per studiare architettura, si era messo a sbarcare il lunario come tastierista e vocalist nelle balere, dando fin dall'inizio punti e filo da torcere a tutti i cantanti che circolavano all'epoca. Dotato di una voce eccezionale, ai limiti dell'estensione possibile, spostò da subito la direzione musicale della band verso matrici nere, con il brano “Enchinza Bubu” un incredibile Ryth'm'blues su testo assolutamente demenziale, pubblicato come lato b del singolo “Come Adriano” (accorato saluto al loro mentore, visto che di li a poco sarebbero passati dall'etichetta del molleggiato, la Clan, alla piu avanguardistica Ricordi).
Ed è proprio con la Ricordi che arrivano i capolavori. Dopo una falsa partenza (Battisti offre l'interessante beat “Non prego per me”per San Remo 1967. ma la casa discografica in vena di follie manda al loro posto Mino Reitano in coppia con gli Hollies di Graham Nash !!!). arriva il primo gioiello: “Pugni chiusi”,  una splendida ballata ispirata al Percy Sledge di When Man loves a woman, che gia da tempo ronzava nella testa di Dall'aglio e che trova la sua dimensione con la splendida interpretazione di Stratos . Pubblicato inizialmente come lato B del singolo “La follia” ( la “Friday On My Mind” degli Easybeat che intrigherà anche il grande Bowie) il pezzo rifinito e prodotto da Ricky Gianco trionferà al Cantagiro e nel tempo crescerà fino a diventare un classico amatissimo e riletto da tanti artisti.  video  
Si prosegue poi nell'autunno con il singolo “Chi mi aiuterà” che va coraggiosamente a pescare nel territorio hard psichedelico dei Vanilla Fudge di “You Keep Hangin' On”(cover tosta delle Supremes di Diana Ross) e il sound intrigherà non poco una band esordiente chiamata New Trolls.

Nel 68, finalmente l'esordio su Lp e “I Ribelli” è un gran sentire, visto che presenta quasi una scaletta da set live, con i due singoli già pubblicato e tanto altro sempre nel segno della soul music, dalle frizzanti “Baby è un'abitudine” e “Come sempre” all'incredibile “Lei mama” (la “Tell mama” di Etta James) fino al climax con la strepitosa cover di “Get ready” ( video ) che supera alla grande l'originale dei Temptations, e poi ancora Battisti con una bella e riuscita ballad “Nel sole e nel vento, nel sorriso e nel pianto” che mostra ancora un grande Stratos e verrà pubblicata anche su singolo.
In realtà però non tutto funziona , vista la presenza di due scivoloni come “Delilah” di Tom Jones e “Over the rainbow” della Gardland, la pubblicazione poi di un singolo discutibile come “Yummy, Yummy Yummy” (dagli Ohio Express, è la famigerata bubblegum music qui alla sua nascita, ma che avrà proseliti illustri vedi Obladì Obladà dei Beatles ) accelera un fase di confusione, perdita di identità musicale e conseguente decadenza. Nel '69 si va a pescare nel repertorio dei Fab Four, ma ne “Obladì obladà” e ne “Goodbye” (scritta da McCartney per la folkeggiante Mary Hopkins)” sollevano le sorti e la fine si avvicina inesorabile. Resta l'ultimo colpo di coda con lo splendido singolo della primavera 1970 (pubblicato a band ormai sciolta) con la “Oh Darling “ beatlesiana e “Il vento non sa leggere” (dagli Hollies) e una performance vocale di Stratos da brivido (pare che il macca si sia complimentato!)  ( ascolta )

Finita l'avventura i componenti della band diverranno apprezzati session man, (li si puo vedere come backing band nel celeberrimo duetto Mina-Battisti a Teatro 10) mentre Stratos toccherà vette artistiche altissime prima con gli Area poi come solista (collaborando tra gli altri anche con John Cage), fino a che un terribile malattia lo porterà via nel 1979. Poco ci consola che la sua salma riposi qui vicino a noi, in quel di Scipioni Castello vicino a Salso (sua moglie Daniela Ronconi è salsese): resta la sua voce, davvero unica.

 (Post: dei Ribelli esistono diverse antologie in cd a voi il piacere di scoprirle!)

DR. ROCK - Le puntate precedenti

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Intervista

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

Graiani, il vigile del fuoco volante

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

6 febbraio

Superbowl: sfida dell'anno tra Patriots e Falcons

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria