15°

28°

Il calendario

Scuole al via il 15 settembre. Stop il 6 giugno

Le feste natalizie e pasquali

Scuole al via il 15 settembre. Stop il 6 giugno
Ricevi gratis le news
5

Inizierà lunedì 15 settembre, per concludersi sabato 6 giugno, l’anno scolastico 2014-2015 in Emilia-Romagna. Il calendario, che prevede almeno 205 giorni di lezione complessivi, riguarda tutte le istituzioni scolastiche: dalla scuola elementare alla scuola secondaria di primo e secondo grado.
Oltre alle domeniche, si legge in una nota della Regione, nell’anno scolastico sono previsti dieci i giorni di festa, che salgono a undici nel caso in cui il Santo patrono cada in un giorno di lezione: Primo novembre, 8 dicembre, Natale, Santo Stefano, Capodanno, Epifania, 25 aprile, Lunedì dell’Angelo, Primo Maggio, 2 giugno, Festa del patrono.
Le lezioni saranno sospese per la commemorazione dei defunti (2 novembre), mentre le vacanze di Natale andranno dal 24 al 31 dicembre e dal 2 al 5 gennaio di ciascun anno scolastico, mentre quelle di Pasqua andranno dai tre giorni precedenti la domenica di Pasqua al martedì immediatamente successivo al Lunedì dell'Angelo.
In base al piano dell’offerta formativa, le scuole dell’infanzia possono anticipare la data di apertura e posticipare il termine delle attività didattiche, che deve essere comunque previsto entro il 30 giugno di ciascun anno scolastico. Inoltre, prosegue la nota, possono terminare in una data successiva al termine delle lezioni le attività relative agli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di primo e secondo grado e i percorsi formativi destinati all’istruzione degli adulti.
Possono anticipare l'inizio delle attività didattiche e terminarle in data successiva, ancora, gli istituti secondari di secondo grado per attività di stage o di alternanza scuola-lavoro e per gli interventi didattici successivi allo scrutinio finale per gli studenti con giudizio sospeso.
Infine, chiosa la nota, le singole istituzioni scolastiche hanno facoltà di procedere ad adattamenti del calendario scolastico, purchè risulti assicurato il limite minimo di 205 giorni di lezione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fedeari

    23 Maggio @ 11.33

    A proposito di scuola e' vera la notizia di un caso di TUBERCOLOSI in una scuola di noceto???????Da voci di paese pare proprio di si!Ho la mia nipotina che frequenta la scuola e vorrei essere tranquilla e poter fare gli opportuni controlli!!!!grazie

    Rispondi

  • Gea

    22 Maggio @ 17.39

    Ma che "simpaticone" questo sindaco 5s !

    Rispondi

  • Bastet

    22 Maggio @ 10.06

    Risp.a quanto postato dal sig.Vercingetorige:credo sia quanto di + aberrante ci possa essere. Far pagare ai bambini colpe che non hanno.....è ASSURDO!!!! se questa è la nostra società...spero che mio figlio vada a vivere all'estero! ...perché qui.....siamo ben oltre la frutta....

    Rispondi

  • Biffo

    22 Maggio @ 09.12

    Per me resta un errore iniziare le scuole a metà settembre, in un paese, come l'Italia, con un clima ancora estivo, e molto caldo in numerose regioni. In quella data. Un tempo, si iniziava in ottobre, ed uscivano dalle scuole alunni meglio preparati da maestri e professori molto migliori di quelli attuali. Non conta la quantità dell'anno scolastico, ma la qualità dell'insegnamento.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Maggio @ 18.58

    DISPACCIO ANSA 21 MAGGIO 2014 , ORE 16,51 -- DOPPIO MENU A SCUOLA A POMEZIA "Faccio un appello contro quell' ignobile scelta del Comune di Pomezia, che nega il dolce ai bambini più poveri. E' una vergogna: il bambino con il papà che può permettersi una certa retta avrà il pasto completo con il dolce, l'altro avrà il vassoio senza il dolce. Ma io mi domando: dove andremo a finire...?", ha detto il presidente della Regione Nicola Zingaretti. Dal prossimo anno scolastico, infatti, nelle mense delle scuole materne ed elementari di Pomezia, comune laziale guidato dal SINDACO DEL MOVIMENTO 5 STELLE FABIO FUCCI, compariranno due menù: uno meno costoso (4 euro) ed uno più costoso (4,40 euro). A fare la differenza è il dolce alla fine del pasto. Il SINDACO M5S si difende: "La polemica sul doppio menù è solo elettorale. E' stata una decisione presa con i rappresentanti dei genitori. Noi aiuteremo chi ha più bisogno, come già facciamo oggi. E' stata una decisione presa insieme con le rappresentanze dei genitori e del bando se ne parla da mesi", puntualizza. "Provvedimenti del genere vogliono trasformare la scuola dell'uguaglianza in una scuola delle differenze economiche e delle discriminazioni. Semplicemente assurdo!". Lo scrive sul suo profilo FB l'assessore alla Scuola di Roma Capitale Alessandra Cattoi. "Non conosco bene il caso, ma io sono per l'autonomia scolastica e non mi sembra una situazione di discriminazione", ha detto il ministro dell'istruzione Stefania Giannini. Di parere diverso Piero Fassino: "E' corretto distinguere le rette tenendo conto del reddito delle famiglie, ma dare a un bambino un dolce e a un altro no è poco convincente. Si espongono i bambini alla stupida e avvilente situazione di chi lo riceve e chi no. Basta selezionare sulle tariffe, introdurre la selezione del dolce è ridicolo e umiliante per i bambini". Lo ha detto a Radio 24 il presidente dell'Anci Piero Fassino.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

4commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

8commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

17commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

francia

Auto contro due fermate dell'autobus a Marsiglia, un morto. "Pista psichiatrica"

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti