-2°

scuole

Quel fantasma che aiuta a studiare

Un avvincente "street game" interattivo contro l'abbandono scolastico. E' stato realizzato da otto studenti

Quel fantasma che aiuta a studiare
0

Si chiama “Il fantasma solitario” ed è un avvincente “street game” creato su iniziativa della Provincia di Parma da otto giovani studenti, un gioco didattico interattivo assolutamente inedito che ha un obiettivo ambizioso: aiutare a conoscere la storia o le scienze e trovare in questo nuovo modo di apprendere una motivazione in più per continuare a studiare.
Il fantasma, che si chiama Moroello, lo si è visto all’opera questa mattina in Provincia in occasione della presentazione del gioco ideato all’interno del progetto europeo Leonardo da Vinci Code RED, che propone appunto la sperimentazione di strumenti innovativi per la rimotivazione di giovani a rischio di abbandono scolastico o formativo.
Il gioco propone una visita virtuale al castello di Bardi, nel Parmense, del tutto sui generis visto che a fare da guida è il fantasma Moroello. Il protagonista (maschio o femmina a seconda della scelta del giocatore) si è trattenuto per sbaglio nel maniero oltre l’orario di chiusura e non sa più come uscire. Incontra così il fantasma del castello, una vera leggenda per gli appassionati del maniero: sarà lui a porgli una serie di enigmi da risolvere, sulla storia del castello e sui Landi, i signori che lo ressero. A ogni risposta esatta corrisponde un pezzo della mappa, e quando la mappa sarà completa sarà facile trovare la via d’uscita.
Oggi in Provincia all’incontro di presentazione c’erano quattro degli otto ragazzi “inventori”. Rosa, Angelo, Khalid e Mohamed si sono detti soddisfatti: è stata un’esperienza bella che ripeterebbero, hanno sottolineato, vi hanno dedicato il loro tempo libero e ciascuno ha svolto un ruolo: chi si è occupato della programmazione informatica, chi della grafica e chi dei dialoghi. Un lavoro di gruppo che li ha fatti socializzare, soprattutto, dicono, uno strumento efficacissimo per imparare nuove cose in un tempo breve sul proprio smartphone o tablet.
“ Se c’è una cosa che ci insegna questa crisi e che per trovare lavoro occorre aumentare il livello di apprendimento di giovani e adulti – ha detto l’assessore provinciale Manuela Amoretti consegnando gli attestati agli studenti – Esistono tanti tipi di intelligenza e dunque devono esistere tanti strumenti per farsì che quelle intelligenze possano dispiegarsi. Con questo progetto abbiamo creato uno strumento nuovo, una piattaforma a disposizione per tutti quelli, e mi auguro siano tanti, che vorranno seguire questa esperienza”.
Gaetana Ariu, funzionaria della Provincia di Parma ha spiegato il percorso compiuto con i quattro paesi partner del progetto e che sono il Regno Unito con la Nottingham Trent University e l’ong Greenhat Interactive, la Grecia con l’Università di Atene, Cipro con la società EuroCy Innovations, e l’Italia con la Provincia di Parma (Servizio Formazione professionale e Lavoro, Servizio Scuola).
Gli studenti provengono da due scuole superiori del Parmense (l’Istituto alberghiero Magnaghi di Salsomaggiore e l’Isiss Giordani di Parma) e da due enti di formazione professionale (Forma Futuro e Ciofs), luoghi tra quelli che negli ultimi anni hanno fatto registrare tassi di abbandono dei propri studenti abbastanza elevati. Nel complesso sono stati 13 gli incontri, per un totale di 39 ore, un lavoro che ha permesso di conoscere, come ha osservato Ariu “ una situazione che accade non solo nella scuola ma anche nella vita, abbiamo imparato che facendo leva sulle conoscenze di gruppo si può trovare una via d’uscita”.
Gli otto “inventori” sono stati guidati e accompagnati da adulti qualificati fra cui Cristian Iunco, facilitatore digitale del workshop, che oggi ha illustrato nel dettaglio il gioco. Il lavoro ha avuto carattere interattivo, partendo dalla pratica del gioco e aggiungendo via via informazioni e contenuti teorici di supporto allo sviluppo della progettazione, e ha puntato a sviluppare nei ragazzi capacità di relazione, di gestione dei potenziali conflitti, di definizione e realizzazione degli obiettivi oltre che a sviluppare competenze di base di programmazione informatica.

Le caratteristiche del gioco
È uno “street game”, una nuova famiglia di giochi che si è sviluppata di pari passo con il diffondersi dei dispositivi “mobile” basati sulla georeferenziazione Gps (si va virtualmente in un luogo che si scopre attraverso una visita guidata, con curiosità e dettagli). Si tratta di giochi multiutente da giocare all’aperto, particolarmente avvincenti per i più giovani. L’apprendimento avviene come risultato dell’interazione tra giocatori, ricerca di informazioni, analisi di oggetti di apprendimento potenziale, ecc.
È stato creato utilizzando una piattaforma software libera (Aris), che ha consentito di realizzare tutte le fasi di progettazione e creazione da parte di non addetti ai lavori.
E’ disponibile in rete e fruibile da chiunque, in ogni parte del mondo, in italiano e in inglese, ma potrà essere tradotto in altre lingue.
È uno dei quattro giochi non professionali previsti dal progetto Leonardo da Vinci Code RED in Italia, Gran Bretagna, Cipro e Grecia (i 4 paesi partner di progetto).
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Arriva Torinopoli: il Monopoli sabaudo con gianduiotto, bagna cauda e "sold"

Giochi

Arriva Torinopoli: il Monopoli sabaudo con gianduiotto, bagna cauda e "sold"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

9commenti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

5commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Scuola

Il Romagnosi compie 156 anni

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

11commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti