20°

32°

INCONTRO AL BODONI

Quei nativi digitali malati di internet e social network

Dieci ore di fila davanti al pc: sempre più adolescenti cyberdipendenti

Un momento del convegno sull'identità cibernetica

momento del convegno sull'identità cibernetica

0

 

Vittorio Rotolo
La letteratura scientifica li chiama «nativi digitali». Sono gli adolescenti di oggi, sempre più propensi ad instaurare legami virtuali e ad utilizzare in maniera smodata il web ed i social network, fino a diventarne dipendenti. 
Attenzione e ascolto
Un tema sviluppato dall’Ausl di Parma, nell’ambito di un incontro che si è svolto all’Itc Bodoni e che ha riunito psicologi ed esperti. Tutti concordi nel ribadire che la prevenzione delle cosiddette «cyberdipendenze» passa attraverso l’attenzione e l’ascolto. «Il web diventa una sorta di rifugio nel quale i ragazzi possono relazionarsi con gli altri, ma al tempo stesso è pure un mondo aperto, che si colloca al di fuori della possibilità di controllo da parte dei genitori - rileva Fabio Vanni, referente Programma Adolescenza e Giovane età dell’Ausl di Parma -: occorre che l’adulto sia presente, non semplicemente imponendo divieti, ma cercando di cogliere eventuali situazioni di disagio». 
Atteggiamenti aggressivi
Che spesso i giovani manifestano con atteggiamenti aggressivi verso gli altri o facendosi del male. «Da un studio condotto fra il 2007 e il 2009 nella nostra città, abbiamo accertato che su 1.080 utenti fra i 14 e i 24 anni finiti al Pronto Soccorso, il 29% presentava disturbi di natura psicopatologica - aggiunge Vanni -; e di questi solo 1 su 6 era seguito da una struttura pubblica o in privato. Fare rete sul territorio, coinvolgendo medici, associazioni e forze dell’ordine, è indispensabile».
L'identità sessuale? Sul web
Per molti adolescenti, internet diventa pure uno strumento per rivelare tratti della propria identità sessuale. «Comunicarlo attraverso i social, rende l’idea della condizione di isolamento in cui si trovano - spiega Maria Teresa Gaggiotti, psicologa dello Spazio Giovani Ausl di Parma -; utilizzare tale modalità, tuttavia, limita il rapporto emotivo ed affettivo, nonché la possibilità di accettazione da parte di familiari ed amici».
Dieci ore di fila davanti al pc
A contattare il Sert dalle nostre parti, sono anche molti genitori preoccupati perché i figli non riescono a staccarsi dal pc. «Ci sono giovani che, dopo essersi liberati dalla dipendenza dalle droghe, sviluppano quella legata ai giochi di ruolo on line. Che li fanno vivere in un’altra dimensione, tenendoli incollati al computer anche 9-10 ore di fila» racconta Maria Antonioni, responsabile del Sert di Parma. «Il meccanismo è identico: l’unico sistema è sviluppare percorsi graduali di disassuefazione».
Modelli pericolosi
Pure i modelli propinati dai media possono costituire un pericolo. «Perché le nuove generazioni tendono a cristallizzare quegli aspetti di sé che più si avvicinano all’ideale proposto dal messaggio pubblicitario - chiarisce Anna Maria Gibin, referente Programma Disturbi comportamento alimentare dell’Ausl -; e quando ci si accorge che il proprio modo di essere non è vincente, emerge il disagio. Serve una crescita culturale». 
Vittorio Rotolo

 

La letteratura scientifica li chiama «nativi digitali». Sono gli adolescenti di oggi, sempre più propensi ad instaurare legami virtuali e ad utilizzare in maniera smodata il web ed i social network, fino a diventarne dipendenti. 

Attenzione e ascolto Un tema sviluppato dall’Ausl di Parma, nell’ambito di un incontro che si è svolto all’Itc Bodoni e che ha riunito psicologi ed esperti. Tutti concordi nel ribadire che la prevenzione delle cosiddette «cyberdipendenze» passa attraverso l’attenzione e l’ascolto. «Il web diventa una sorta di rifugio nel quale i ragazzi possono relazionarsi con gli altri, ma al tempo stesso è pure un mondo aperto, che si colloca al di fuori della possibilità di controllo da parte dei genitori - rileva Fabio Vanni, referente Programma Adolescenza e Giovane età dell’Ausl di Parma -: occorre che l’adulto sia presente, non semplicemente imponendo divieti, ma cercando di cogliere eventuali situazioni di disagio». 

Atteggiamenti aggressivi Che spesso i giovani manifestano con atteggiamenti aggressivi verso gli altri o facendosi del male. «Da un studio condotto fra il 2007 e il 2009 nella nostra città, abbiamo accertato che su 1.080 utenti fra i 14 e i 24 anni finiti al Pronto Soccorso, il 29% presentava disturbi di natura psicopatologica - aggiunge Vanni -; e di questi solo 1 su 6 era seguito da una struttura pubblica o in privato. Fare rete sul territorio, coinvolgendo medici, associazioni e forze dell’ordine, è indispensabile».

L'identità sessuale? Sul web Per molti adolescenti, internet diventa pure uno strumento per rivelare tratti della propria identità sessuale. «Comunicarlo attraverso i social, rende l’idea della condizione di isolamento in cui si trovano - spiega Maria Teresa Gaggiotti, psicologa dello Spazio Giovani Ausl di Parma -; utilizzare tale modalità, tuttavia, limita il rapporto emotivo ed affettivo, nonché la possibilità di accettazione da parte di familiari ed amici».

Dieci ore di fila davanti al  pc A contattare il Sert dalle nostre parti, sono anche molti genitori preoccupati perché i figli non riescono a staccarsi dal pc. «Ci sono giovani che, dopo essersi liberati dalla dipendenza dalle droghe, sviluppano quella legata ai giochi di ruolo on line. Che li fanno vivere in un’altra dimensione, tenendoli incollati al computer anche 9-10 ore di fila» racconta Maria Antonioni, responsabile del Sert di Parma. «Il meccanismo è identico: l’unico sistema è sviluppare percorsi graduali di disassuefazione».

Modelli pericolosi Pure i modelli propinati dai media possono costituire un pericolo. «Perché le nuove generazioni tendono a cristallizzare quegli aspetti di sé che più si avvicinano all’ideale proposto dal messaggio pubblicitario - chiarisce Anna Maria Gibin, referente Programma Disturbi comportamento alimentare dell’Ausl -; e quando ci si accorge che il proprio modo di essere non è vincente, emerge il disagio. Serve una crescita culturale».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

«Io, pastore di giorno e pole dancer di sera»

PERSONAGGI

«Io, pastore di giorno e pole dancer di sera» Foto

Grande Fratello UK

televisione

Rissa al Grande Fratello UK: interviene la security Video

1commento

Silvia Olari

musica

Torna Silvia Olari con il nuovo singolo: "Fuori di Testa"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cani da adottare

ANIMALI

Cani da adottare

Lealtrenotizie

Vento e forte pioggia a Parma e Monticelli: rami in strada, a Marore pianta su un'auto

PARMA

Vento e forte pioggia: danni a Marore e Monticelli, rami in strada in città Foto

Le foto dei lettori (scarica l'app Gazzareporter per inviarci foto e video)

2commenti

PARMA

Scontro auto-bici in via Europa: grave una 16enne

7commenti

Assemblea Upi

Figna al ministro Delrio: "Si trovino le risorse per TiBre, Pontremolese e aeroporto Verdi"  

Bene l'economia di Parma, fiducia delle imprese ai massimi. Delrio promette defiscalizzazione e sostegno al lavoro

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Intervista a Pizzarotti: i nomi della giunta e del nuovo Consiglio

Asessuali

Vivere senza sesso: il documentario della parmigiana Soresini

4commenti

PARMA

Bocconi avvelenati: allerta in Cittadella

Elezioni 2017

Federico Pizzarotti rieletto sindaco con il 57,87% dei voti La festa (foto)

Ecco come sarà il nuovo Consiglio

51commenti

Lo sconfitto

Scarpa: "Il Pd ha adottato Pizzarotti, trattandolo come enfant prodige"

Il Pd regionale: "Impariamo dalle sconfitte in Emilia-Romagna"

25commenti

Medesano

Picchia e violenta la ex moglie: 30enne in carcere

2commenti

coordinamento

Emergenza acqua, riunione in Provincia

3commenti

Serie B

Le avversarie del Parma ai raggi X

parma

Furto da "Amor di Patata", all'ombra del duomo: è sparita la cassa

1commento

RAID HELP

Da Parma a Gomel: i motociclisti raccontano il viaggio

Poggio S.Ilario

E' ancora grave la figlia dell'ivoriano che ha appiccato il fuoco alla camera Video

Il caso

Casaltone, un paese diviso in due

2commenti

polizia

Blitz dei ladri nella notte al Palacampus

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Cinque anni fa vinse Grillo. Questa volta ha vinto lui

di Stefano Pileri

ITALIA/MONDO

SALERNO

Il braccialetto elettronico non c'è : l'attore Domenico Diele va in carcere

5commenti

reggio emilia

La moglie vuole separarsi, lui le getta in faccia sostanze urticanti

SOCIETA'

MALTEMPO

Albero sradicato a Monticelli: la foto di una lettrice

archeologia

Scoperta una piccola Pompei sotto la metro di Roma Gallery Video

SPORT

Moto

Viñales ringrazia Dovizioso: "Grazie per avermi evitato"

2commenti

calcio

I Della Valle pronti a farsia parte: "Fiorentina in vendita"

MOTORI

OPEL

Grandland X, via agli ordini. Si parte da 26 mila euro

MINI SUV

Citroën: la C3 Aircross in tre mosse