10°

19°

INCONTRO AL BODONI

Quei nativi digitali malati di internet e social network

Dieci ore di fila davanti al pc: sempre più adolescenti cyberdipendenti

Un momento del convegno sull'identità cibernetica

momento del convegno sull'identità cibernetica

0

 

Vittorio Rotolo
La letteratura scientifica li chiama «nativi digitali». Sono gli adolescenti di oggi, sempre più propensi ad instaurare legami virtuali e ad utilizzare in maniera smodata il web ed i social network, fino a diventarne dipendenti. 
Attenzione e ascolto
Un tema sviluppato dall’Ausl di Parma, nell’ambito di un incontro che si è svolto all’Itc Bodoni e che ha riunito psicologi ed esperti. Tutti concordi nel ribadire che la prevenzione delle cosiddette «cyberdipendenze» passa attraverso l’attenzione e l’ascolto. «Il web diventa una sorta di rifugio nel quale i ragazzi possono relazionarsi con gli altri, ma al tempo stesso è pure un mondo aperto, che si colloca al di fuori della possibilità di controllo da parte dei genitori - rileva Fabio Vanni, referente Programma Adolescenza e Giovane età dell’Ausl di Parma -: occorre che l’adulto sia presente, non semplicemente imponendo divieti, ma cercando di cogliere eventuali situazioni di disagio». 
Atteggiamenti aggressivi
Che spesso i giovani manifestano con atteggiamenti aggressivi verso gli altri o facendosi del male. «Da un studio condotto fra il 2007 e il 2009 nella nostra città, abbiamo accertato che su 1.080 utenti fra i 14 e i 24 anni finiti al Pronto Soccorso, il 29% presentava disturbi di natura psicopatologica - aggiunge Vanni -; e di questi solo 1 su 6 era seguito da una struttura pubblica o in privato. Fare rete sul territorio, coinvolgendo medici, associazioni e forze dell’ordine, è indispensabile».
L'identità sessuale? Sul web
Per molti adolescenti, internet diventa pure uno strumento per rivelare tratti della propria identità sessuale. «Comunicarlo attraverso i social, rende l’idea della condizione di isolamento in cui si trovano - spiega Maria Teresa Gaggiotti, psicologa dello Spazio Giovani Ausl di Parma -; utilizzare tale modalità, tuttavia, limita il rapporto emotivo ed affettivo, nonché la possibilità di accettazione da parte di familiari ed amici».
Dieci ore di fila davanti al pc
A contattare il Sert dalle nostre parti, sono anche molti genitori preoccupati perché i figli non riescono a staccarsi dal pc. «Ci sono giovani che, dopo essersi liberati dalla dipendenza dalle droghe, sviluppano quella legata ai giochi di ruolo on line. Che li fanno vivere in un’altra dimensione, tenendoli incollati al computer anche 9-10 ore di fila» racconta Maria Antonioni, responsabile del Sert di Parma. «Il meccanismo è identico: l’unico sistema è sviluppare percorsi graduali di disassuefazione».
Modelli pericolosi
Pure i modelli propinati dai media possono costituire un pericolo. «Perché le nuove generazioni tendono a cristallizzare quegli aspetti di sé che più si avvicinano all’ideale proposto dal messaggio pubblicitario - chiarisce Anna Maria Gibin, referente Programma Disturbi comportamento alimentare dell’Ausl -; e quando ci si accorge che il proprio modo di essere non è vincente, emerge il disagio. Serve una crescita culturale». 
Vittorio Rotolo

 

La letteratura scientifica li chiama «nativi digitali». Sono gli adolescenti di oggi, sempre più propensi ad instaurare legami virtuali e ad utilizzare in maniera smodata il web ed i social network, fino a diventarne dipendenti. 

Attenzione e ascolto Un tema sviluppato dall’Ausl di Parma, nell’ambito di un incontro che si è svolto all’Itc Bodoni e che ha riunito psicologi ed esperti. Tutti concordi nel ribadire che la prevenzione delle cosiddette «cyberdipendenze» passa attraverso l’attenzione e l’ascolto. «Il web diventa una sorta di rifugio nel quale i ragazzi possono relazionarsi con gli altri, ma al tempo stesso è pure un mondo aperto, che si colloca al di fuori della possibilità di controllo da parte dei genitori - rileva Fabio Vanni, referente Programma Adolescenza e Giovane età dell’Ausl di Parma -: occorre che l’adulto sia presente, non semplicemente imponendo divieti, ma cercando di cogliere eventuali situazioni di disagio». 

Atteggiamenti aggressivi Che spesso i giovani manifestano con atteggiamenti aggressivi verso gli altri o facendosi del male. «Da un studio condotto fra il 2007 e il 2009 nella nostra città, abbiamo accertato che su 1.080 utenti fra i 14 e i 24 anni finiti al Pronto Soccorso, il 29% presentava disturbi di natura psicopatologica - aggiunge Vanni -; e di questi solo 1 su 6 era seguito da una struttura pubblica o in privato. Fare rete sul territorio, coinvolgendo medici, associazioni e forze dell’ordine, è indispensabile».

L'identità sessuale? Sul web Per molti adolescenti, internet diventa pure uno strumento per rivelare tratti della propria identità sessuale. «Comunicarlo attraverso i social, rende l’idea della condizione di isolamento in cui si trovano - spiega Maria Teresa Gaggiotti, psicologa dello Spazio Giovani Ausl di Parma -; utilizzare tale modalità, tuttavia, limita il rapporto emotivo ed affettivo, nonché la possibilità di accettazione da parte di familiari ed amici».

Dieci ore di fila davanti al  pc A contattare il Sert dalle nostre parti, sono anche molti genitori preoccupati perché i figli non riescono a staccarsi dal pc. «Ci sono giovani che, dopo essersi liberati dalla dipendenza dalle droghe, sviluppano quella legata ai giochi di ruolo on line. Che li fanno vivere in un’altra dimensione, tenendoli incollati al computer anche 9-10 ore di fila» racconta Maria Antonioni, responsabile del Sert di Parma. «Il meccanismo è identico: l’unico sistema è sviluppare percorsi graduali di disassuefazione».

Modelli pericolosi Pure i modelli propinati dai media possono costituire un pericolo. «Perché le nuove generazioni tendono a cristallizzare quegli aspetti di sé che più si avvicinano all’ideale proposto dal messaggio pubblicitario - chiarisce Anna Maria Gibin, referente Programma Disturbi comportamento alimentare dell’Ausl -; e quando ci si accorge che il proprio modo di essere non è vincente, emerge il disagio. Serve una crescita culturale».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

anteprima gazzetta

L'emergenza droga ancora in primo piano. E i lettori ci ringraziano

Da San Leonardo alle scuole nuovi episodi. Intervista all'assessore Casa

3commenti

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

7commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Droga

San Leonardo ostaggio dei pusher: ecco come funziona "il rito"

21commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

3commenti

tg parma

Giornate del Fai: 3 tappe per celebrare la storia parmense Video

Fiere di Parma

MecSpe, il cuore del salone è l'Industria 4.0

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

4commenti

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

1commento

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Tg Parma

Distretto Sud-Est, parte il progetto Staff per assistenza agli anziani Video

I FUNERALI

L'addio a Fadda. «Giovanni adesso è insieme a Dio»

Carcere

Pagliari interroga il Governo: "Serve un direttore a tempo pieno"

Il senatore replica alle accuse del sindaco

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

Lutto

Addio a "monnezza": è morto il grande Tomas Milian Gallery Video

1commento

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

motogp

Qatar, prime libere: domina Vinales. Rossi solo nono

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery