ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Cerca il meteo del tuo Comune

SCOPRI TUTTE  LE SEZIONI DEL SITO

Franca Valeri: «Solida educazione e un certo ottimismo»
L'intervista

Franca Valeri: «Solida educazione e un certo ottimismo»

 
Da Parma al mondo: la grande avventura di Buongiorno
workout pasubio

Da Parma al mondo: la grande avventura di Buongiorno

 
Avis Cariparma festeggia il 45º compleanno
Volontariato

Avis Cariparma festeggia il 45º compleanno

 
Incendio nell'Underground
underground

Londra: incendio sulla Metro Video

 
Leon d'Oro

Leon d'Oro

 
Stella Piroli
PGN

Stella Piroli è la prima «Ragazza Pgn»

 
Cima da Conegliano: Madonna dell'arancio (particolare)
galleria nazionale

Cima da Conegliano e l'Emilia

 
Cena benefica al Tulipano
help for children

Cena benefica al Tulipano

 
La voglia di ricominciare fa festa al Montanara
Dopo la piena e i danni

La voglia di ricominciare fa festa al Montanara

 
Matteo Iotti, il «gentleman» driver
GENTE DI PROVINCIA

Matteo Iotti, il «gentleman» driver

 
PORCO ROSSO

PORCO ROSSO

 
Il Quarantennale del Bodoni: ecco il programma
anniversario

Il Quarantennale del Bodoni: ecco il programma

 
Sinfo One, tecnologia per le imprese alimentari
informatica

Sinfo One, tecnologia per le imprese alimentari

 
Roger torna in Colombia per aprire una gelateria
la storia

Roger torna in Colombia per aprire una gelateria

 
"Ti adoro il lunedì": si prega su Facebook
Fidenza

"Ti adoro il lunedì": si prega su Facebook

 
Se nella patria del prosciutto arriva la cucina vegana
Langhirano

Se nella patria del prosciutto arriva la cucina vegana

 
Firenze: primo prelievo di fegato con Google glass
sanità

Firenze: primo prelievo di fegato con Google glass

 
Kauppa fa passare il raffreddore a tutta la famiglia....
offerte

Kauppa fa passare il raffreddore a tutta la famiglia....

 
Scoprire l'origine delle forme dentro i cantieri navali
Fotografia

Scoprire l'origine delle forme dentro i cantieri navali

 
Andrea Volta, presidente di Legacoop Parma
Parla Andrea Volta

Cooperazione, un'arma anticrisi

 
Lunedì e martedì elezioni universitarie
Ateneo

Lunedì e martedì elezioni universitarie

 
«Lunäri domìllaecuìnndoz» 12 mesi di buonumore
Lunäri 

Dodici mesi di buonumore Foto Video

 
Mauritius: le 5 meraviglie dell'isola
il Mercoledì 

Mauritius: le 5 meraviglie dell'isola

 
Victoria's Secret e la guerra del "Perfect body"
MODA e polemiche

Victoria's Secret e la guerra del "Perfect body"

 
Las Karne Murta, sostegno dal palco
Venerdì prossimo

Las Karne Murta, sostegno dal palco

 
Donne: tutte le news al femminile
la città rosa

Donne: tutte le news al femminile

 

C inema

Gazzettascuola

Imparare l'inglese ascoltando Shakespeare

Imparare l'inglese ascoltando Shakespeare
0

Vittorio Rotolo
Imparare l’inglese, approfondire la conoscenza dei grandi classici della letteratura teatrale, prendere confidenza con i linguaggi della musica e della recitazione.
Si incontrano tanti universi possibili attingendo dai capolavori di William Shakespeare.
E pur  nella sua complessità, abbracciare un percorso didattico così articolato può risultare assai stimolante per gli studenti. Provate a chiedere a quelli del Liceo scientifico Ulivi di Parma, 170 in tutto, che ormai da qualche anno si dedicano anima e corpo a «Will after All».
Ideato  da un gruppo di insegnanti di inglese, il progetto si propone di far conoscere la storia e l’opera del grande drammaturgo in una maniera assolutamente innovativa.
Non soltanto  cimentandosi in classe nella lettura e traduzione di opere quali «Romeo e Giulietta» ed «Amleto», ma anche assistendo a rappresentazioni dal vivo, grazie all’apporto del gruppo del Teatro Due, o partecipando a dibattiti e conferenze.
L’ultima  di queste, nell’Auditorium dell’Itc Bodoni, ha avuto tra i suoi relatori Simon Knight, traduttore e studioso di Shakespeare, l’attore teatrale, Giacomo Giuntini ed il cantante, Gian Marco Scheretti.
«Per avvicinare  i ragazzi alla produzione shakespeariana siamo partiti da una prospettiva diversa dal solito, che non fosse cioè racchiusa nella sola analisi dei testi - spiega la docente, Maria Saponaro -; e così è nata l’idea di un percorso che stimolasse la loro curiosità attraverso il teatro, la musica, il confronto diretto con artisti, registi e traduttori chiamati ad interpretare le opere di Shakespeare».
La bontà  della proposta didattica è testimoniata dalle parole degli alunni, ormai completamente «rapiti» dal genio del drammaturgo inglese. «È un’esperienza che ci permette di imparare divertendoci ed allargando i nostri orizzonti conoscitivi - sottolinea Georgiana Relia, della classe 3ª I -: cosa mi affascina di Shakespeare? Quell’alone di mistero che avvolge la sua vita».
«Grazie a  questo progetto - aggiunge Alice Frelino, 16 anni - continuiamo ad approfondire le opere anche fuori dall’ambito scolastico, scambiandoci opinioni e commenti su Facebook dove abbiamo creato un apposito gruppo».
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0