ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Cerca il meteo del tuo Comune

SCOPRI LE altre SEZIONI

Fondazione Monteparma cede la quota di Banca Monte Parma
Economia

Fondazione Monteparma cede la quota di Banca Monte Parma

 
Declassamento Palatina, Pizzarotti: "Grave errore"
Cultura

Declassamento Palatina, Pizzarotti: "Grave errore"

 
Monica Farina: "This Christmas"
Musica

Monica Farina: "This Christmas" Video

 
Campioni attori per la Nike: il 2° video più visto
YOUTUBE

Campioni attori per la Nike: il 2° video più visto

 
Una ricetta al giorno: la stella di Natale
gusto

Una ricetta al giorno: la stella di Natale

 
Ginnastica: la festa Coop Nordest
Sport

Ginnastica: la festa Coop Nordest

 
Incubo furti nel parcheggio di via Moletolo
topi d'auto

Incubo furti nel parcheggio di via Moletolo

 
Quaranta docenti: 6 motivi per dire no al sabato a casa da scuola
Bertolucci

Quaranta docenti: 6 motivi per dire no al sabato a casa

 
Classe B, Mercedes alza l'asticella
RESTYLING

Classe B, Mercedes alza l'asticella

 
Natale? Perfetto per il "digital detox": 5 consigli
Hi-tech

Natale? Perfetto per il "digital detox": le 5 mosse

 
Parmalat cresce in Australia. Acquisita la Longwarry Food Park
Alimentare

Parmalat cresce in Australia

 
Bertolucci: "Da Parma un abbraccio fortissimo"
Cultura

Bertolucci: "Da Parma un abbraccio fortissimo"

 
L'Albania vista dagli italiani in guerra
immigrati

L'Albania vista dagli italiani in guerra

 
Torna il presidio di protesta dei dipendenti comunali
portici del grano

Torna il presidio di protesta dei dipendenti comunali

 
L'AMORE BUGIARDO - GONE GIRL

L'AMORE BUGIARDO - GONE GIRL

 
Seattle: dove osano i falchi
viaggi

Seattle: dove osano i falchi

 
4mila foto: ed ecco il Natale di Parma in TimeLapse
video

4mila foto: il Natale di Parma in TimeLapse

 
Fra Giuseppe: il cappuccino dagli occhi a mandorla
fidenza

Fra Giuseppe: il cappuccino dagli occhi a mandorla

 
Settimana Moda: top 5 news
in passerella

Settimana Moda: top 5 news

 
"Anolén" o "caplètt"?
Tradizioni

"Anolén" o "caplètt"?

 
Bottoms up!
Band di provincia

Bottoms up!

 
Trattoria La Boschina

Trattoria La Boschina

 
Fai affari con Kauppa, il social commerce alla parmigiana!
Kauppa

Fai affari con Kauppa, il social commerce alla parmigiana!

 
Donne: tutte le news al femminile
la città rosa

Donne: tutte le news al femminile

 

C inema

IO E TE

IO E TE

Genere Drammatico

Durata 97

 

Gazzettascuola

Imparare l'inglese ascoltando Shakespeare

Imparare l'inglese ascoltando Shakespeare
0

Vittorio Rotolo
Imparare l’inglese, approfondire la conoscenza dei grandi classici della letteratura teatrale, prendere confidenza con i linguaggi della musica e della recitazione.
Si incontrano tanti universi possibili attingendo dai capolavori di William Shakespeare.
E pur  nella sua complessità, abbracciare un percorso didattico così articolato può risultare assai stimolante per gli studenti. Provate a chiedere a quelli del Liceo scientifico Ulivi di Parma, 170 in tutto, che ormai da qualche anno si dedicano anima e corpo a «Will after All».
Ideato  da un gruppo di insegnanti di inglese, il progetto si propone di far conoscere la storia e l’opera del grande drammaturgo in una maniera assolutamente innovativa.
Non soltanto  cimentandosi in classe nella lettura e traduzione di opere quali «Romeo e Giulietta» ed «Amleto», ma anche assistendo a rappresentazioni dal vivo, grazie all’apporto del gruppo del Teatro Due, o partecipando a dibattiti e conferenze.
L’ultima  di queste, nell’Auditorium dell’Itc Bodoni, ha avuto tra i suoi relatori Simon Knight, traduttore e studioso di Shakespeare, l’attore teatrale, Giacomo Giuntini ed il cantante, Gian Marco Scheretti.
«Per avvicinare  i ragazzi alla produzione shakespeariana siamo partiti da una prospettiva diversa dal solito, che non fosse cioè racchiusa nella sola analisi dei testi - spiega la docente, Maria Saponaro -; e così è nata l’idea di un percorso che stimolasse la loro curiosità attraverso il teatro, la musica, il confronto diretto con artisti, registi e traduttori chiamati ad interpretare le opere di Shakespeare».
La bontà  della proposta didattica è testimoniata dalle parole degli alunni, ormai completamente «rapiti» dal genio del drammaturgo inglese. «È un’esperienza che ci permette di imparare divertendoci ed allargando i nostri orizzonti conoscitivi - sottolinea Georgiana Relia, della classe 3ª I -: cosa mi affascina di Shakespeare? Quell’alone di mistero che avvolge la sua vita».
«Grazie a  questo progetto - aggiunge Alice Frelino, 16 anni - continuiamo ad approfondire le opere anche fuori dall’ambito scolastico, scambiandoci opinioni e commenti su Facebook dove abbiamo creato un apposito gruppo».
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0