10°

20°

televisione

Vip tra i profughi: dopo le polemiche parte «Mission»

Stasera e giovedì 12 in prima serata su RaiUno. Il direttore di rete Leone: «Temi importanti»

Michele Cucuzza e Rula Jebreal

Michele Cucuzza e Rula Jebreal

Ricevi gratis le news
0

 

Claudia Fascia
Francesco Pannofino, goffo muratore improvvisato che aiuta a costruire una casa di legno in Mali. Al Bano, testimone insonne e impotente davanti all’arrivo di centinaia di profughi siriani in una fredda notte in Giordania. Emanuele Filiberto e Paola Barale, ascoltatori increduli dei problemi di una comunità congolese stremata dalle guerre civili. Sono alcuni degli spezzoni, mostrati alla stampa ieri mattina in Rai, di «Mission», il programma delle polemiche che ora arriva in tv, con il via libera dei vertici aziendali: stasera e giovedì 12 dicembre, in prima serata su RaiUno.
Un debutto preceduto da aspre critiche e da un acceso dibattito, anche politico, andato in scena negli ultimi mesi, ma al quale la Rai non ha mai dato seguito. «Mission è stato il programma più recensito e più criticato, prima ancora che venisse prodotto – ha sottolineato Giancarlo Leone, direttore di RaiUno -. Il direttore generale Luigi Gubitosi con i suoi collaboratori lo ha visionato, una procedura non usuale. Il dg avrebbe potuto decidere la non messa in onda, ma non lo ha fatto». Su questo, i segretari della commissione di Vigilanza Rai Michele Anzaldi (Pd) e Bruno Molea (Scelta Civica) hanno chiesto maggiore trasparenza, invitando il presidente della bicamerale Roberto Fico a inviare una richiesta ufficiale a Gubitosi per conoscere il suo parere.
Le scene passate sullo schermo di Viale Mazzini lasciano immaginare un programma che cerca di destreggiarsi tra lo show classico, con tanto di pubblico e conduttori in studio (Michele Cucuzza e Rula Jebreal) a fare da collettori tra i vari racconti dai campi profughi di mezzo mondo, e il tentativo più audace di presentare qualcosa di innovativo e "sociale", a scopo umanitario (durante le due puntate saranno attivate anche due raccolte fondi). La prima puntata vedrà Al Bano insieme alle figlie Cristel e Romina Jr impegnato nei campi profughi siriani in Giordania e l’attore Francesco Pannofino con la giornalista Candida Morvillo nel Mali devastato dalla guerra civile. Nella seconda puntata, il 12 dicembre, Emanuele Filiberto e Paola Barale saranno in Congo, Cesare Bocci e Lorena Bianchetti in Ecuador, Michele Cucuzza e Barbara De Rossi in Sud Sudan.
L'obiettivo dichiarato della Rai, che ha realizzato il programma insieme all’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) e a Intersos, è far conoscere il mondo dei rifugiati e dei profughi al grande pubblico, di porre l'attenzione su realtà distanti e tragedie dimenticate. E di farlo attraverso gli occhi di personaggi famosi, una scelta che ha scatenato le critiche più feroci, per i nomi scelti e per i compensi che avrebbero ricevuto per la loro partecipazione "umanitaria" (anche se, secondo uno studio Doxa diffuso a Viale Mazzini, il 76% degli italiani sarebbe a favore della trasmissione). «La loro presenza – continua Leone – è essenziale per rivolgerci al grande pubblico. L’auspicio è che ci siano almeno 2-3 milioni di spettatori a seguirci. Ma non si tratta nè di un reality, nè di uno show con effetti speciali. È un format nuovo italiano (per il quale ci sarebbe interesse da parte di altri servizi pubblici tv europei, ndr) che non si può incasellare. Senza i vip saremmo entrati in una dimensione del reportage che però non appartiene a RaiUno. I loro occhi dovrebbero essere i nostri occhi». Sui compensi il direttore di RaiUno non ha voluto dare indicazioni: «La Rai – ha spiegato – per consuetudine non rende noti i compensi ai propri artisti. Anche per Mission vale lo stesso. I personaggi che hanno partecipato al programma hanno preso solo un rimborso spese. Starà a loro decidere se darli in beneficenza o meno».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Spigaroli Murgia a Radio Parma

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Lealtrenotizie

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

5commenti

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

SERIE B

Parma, batti un colpo

PEDRIGNANO

Pitbull assale la padrona e un suo amico

1commento

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

Si rafforza la possibilità che possano così diventare di proprietà pubblica

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

6commenti

economia

Derivati del pomodoro, cambia l'etichetta: bisognerà indicare l'origine della materia prima

I ministri Martina e Calenda hanno firmato il decreto

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

GERMANIA

Uomo attacca con un coltello a Monaco: 4 feriti

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

SPORT

Moto

Rossi: "Spero in una gara asciutta"

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: