16°

30°

Mauro Mascarello, quando un «barolista» diventa leggenda

Il Vino di Andrea Grignaffini

Barolo bottiglia vino decanter

Barolo bottiglia vino decanter

Ricevi gratis le news
0

«Solo la memoria del passato può aprirci la strada del futuro» questo il motto emblematico di una filosofia di vita e del fare. Parliamo di un barolista, Mauro Mascarello, che è considerato una vera e propria leggenda: Il mondo lo adora al pari delle miti borgognoni e i suoi vini strappano cifre da primato. Erede dal 1881 di una leggenda enoica piemontese iniziata dal suo avo Giuseppe dalle uve nebbiolo, ben presto la passione, la determinazione, la costanza hanno contribuito le sue etichette, figlie di quel territorio particolarmente vocato alla produzione di Nebbiolo che sono le Langhe albesi, a diventare punto di riferimento nel mondo. Giuseppe antesignano di nuovi procedimenti tecnici in cantina e in vigna ha dato una forte spinta all’azienda a produrre vini di eccelsa qualità. Mauro nel 1967 prende in mano la conduzione della cantina studiando e sperimentando nuovi procedimenti di vinificazione pur con un occhio alla tradizione dalla quale ha continuato a ottenere grandissimi risultati, contribuendo a tenere alto il prestigio dei vini di famiglia, oggi affiancato anche dal figlio Giuseppe. Oggi l’azienda Giuseppe Mascarello vinifica su tre classici cru tra i più famosi Barolo, attraverso fermentazione con lieviti selezionati, macerazione in vasche d’acciaio e sosta di tre anni in grandi botti di rovere di Slavonia. Fiore all’occhiello dell’azienda la famosa Riserva di Barolo Monprivato Cà d’ Morissio, un millesimo ottenuto solo nelle annate migliori. Un vino che non ha eguali per estrema finezza, splendida eleganza, impressionante ventaglio aromatico che spazia dal fruttato allo speziato e con cenni floreali. Al palato è ampio, sontuoso, complesso, austero (G). Altra imperdibile etichetta il Barolo Monprivato in Castiglione Falletto, un vino caldo, strutturato, dall’ampio profilo aromatico, molto fruttato e intenso. In bocca è sostenuto da tannini fini ed equilibrati e finale lungo e persistente (F). Rimanendo sempre fra i Barolo non da meno il Barolo Villero in Castiglione Falletto dal colore rosso granato che vira all’aranciato. All’olfatto un surplus di profumi fruttati intensi e vibranti. Al palato è corposo, pieno, ampio ed equilibrato (E). Ma la cantina Mascarello non è solo Barolo: Per chi non può o non vuole permettersi il lusso di bere queste bottiglie da mille e una notte si può rifare con il resto della produzione che altro non è che il panorama meno nobile ma altrettanto straordinario dell’enografia piemontese: Barbera, Dolcetto, Freisa, Nebbiolo, Rosso Langhe. Prendiamo ad esempio la Barbera d’Alba Superiore Santo Stefano di Perno 2007, nel bicchiere è rosso rubino carico. Al naso sentori fruttati intensi. In bocca è corposo, austero, vigoroso con tannini equilibrati (D). Chiudiamo con il Langhe Freisa Toetto 2009 dal colore rosso rubino profondo, al naso sentori fruttati e note speziate, Al palato è caldo, sapido con tannini in spolvero, chiude con i cenni minerali di un terrori unico (C). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile»

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti