21°

31°

Saperi e Sapori

In cantina come una volta per bere «vini naturali»

In cantina come una volta per bere «vini naturali»
Ricevi gratis le news
0
Si terrà domenica e lunedì prossimi a Fornovo  il salone «Vini di vignaioli/Vins de Vignerons» dedicato ai vini «naturali».  
Oggi, sembra fin banale e facile proporre l’idea di «naturale», tale è l’attenzione, in tutti i campi, che ad esso si riserva: col vino, però, le cose si complicano.  
Se ne può tentare una definizione con Marcel Lapierre, vigneron di molta esperienza e tra i più noti produttori di Beaujolais.
«Oggi -  dice -  parlare di vini “naturali” significa definire quello che non si considera come naturale ed è sempre una definizione per difetto. A partire dal 1980 ho voluto fare un vino come lo avrebbe prodotto mio nonno, ma tenendo conto delle scoperte scientifiche di Jules Chauvet che non parlava di cultura “biologica”, ma diceva: se non volete usare i lieviti in commercio, coltivate le vostre vigne». 
Vini al 100% d'uva
«I vini “naturali” sono quelli dei vignaioli che lavorano come i loro nonni, ma non in modo passatista, non in modo empirico, ma in modo intelligibile e intelligente, tenendo conto delle conoscenze recenti. Lo scopo è quello di ottenere vino al 100% d’uva! A volte, dico, scherzando: vino di sfaticati e di tirchi! Nient’altro. Per fare vini naturali, siamo obbligati ad avere uve biologiche, ma assieme alle uve biologiche possiamo mettere tutto e fare un vino industriale: i vini “naturali” sono invece  vini senza niente. Nel vino “naturale” c’è l’idea che essi esprimono la loro origine e il loro millesimo, perché non s’interviene. Il vino “naturale” non è una dottrina, ma un ideale: l’ideale di vinificare senza niente, rispettando il territorio.  Nei vini molto tecnici, come accade in quelli del Nuovo Mondo, l’ingegnere agronomo fa in modo che le uve siano uguali tutti gli anni, e se ci sono piccole differenze, l’enologo le cancella, dunque la nozione di millesimo non serve a nulla, è sempre il medesimo prodotto». 
Un vino che viene voglia di bere
Per Pierre Overnoy, vignaiolo a Pupillin nell’Arbois, fondatore dell’AVN (Associazione vini naturali), definire cos’è il vino naturale «non è per niente facile. Per noi, un vino naturale è un vino che abbiamo voglia di bere e bere ancora. Non abbiamo potuto mettere norme precise e abbiamo deciso di fare per patrocinio, così quelli che sono del luogo guardano come il vignaiolo lavora la vigna, come lavora in cantina e poi assaggiano il vino: se è pieno di zucchero, si nota subito. Dunque, assaggiare il vino, vedere lo spirito del vignaiolo e poi farlo entrare poco alla volta nell’Associazione». 
«Il nostro scopo, per esempio, rispetto al solfato di rame è di usarne il meno possibile in vigna, perché il problema è che è nocivo, cade sul suolo, blocca la vita dei microbi. A mio parere, per i vini naturali, il minimo punto di partenza è di fare agricoltura biologica certificata».
Christine Cogez conclude dicendo: «E’ necessario, e spero che a Fornovo questo accada, far conoscere i principi fondamentali su cui si sviluppa il vino “natura”. Bisogna rompere con le pratiche di una certa viticoltura “convenzionale” che è spesso in contraddizione con la vita del territorio in cui l’uva nasce e che il vino deve sempre esprimere»Chichibìo

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

weekend

Un sabato tra amor, musica e... castelli di sabbia: l'agenda

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Lutto

Morto Maurizio Carra

Teatro

E' morta l'attrice Tania Rochetta

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti