Saperi e Sapori

Il segreto dei macellai per bistecche tenerissime

Il segreto dei macellai per bistecche tenerissime
Ricevi gratis le news
0

di Errica Tamani

Sarà capitato anche a voi di assistere al triste ridimensionamento di una bella bistecca che, dopo qualche minuto sulla piastra bollente, sputando acqua come una vaporiera, si è rimpicciolita e indurita. A fare un po' di luce sul caso, Gianpietro Damini, noto macellaio, figlio e nipote d’arte, di Arzignano (Vi): «L'alimentazione è importantissima. Se gli animali mangiano in modo sano e corretto, crescendo così in modo naturale, la carne è già a un buon punto qualitativo e di certo avrà un suo sapore».
Ecco allora che può essere perfezionata dalla frollatura, perché raggiunga il giusto grado di tenerezza. La scelta controcorrente di Gianpietro di fare frollature lunghe è legata agli insegnamenti del padre e prima ancora del nonno, abili macellai.
Il segreto dei macellai
 «Oggi, si propende per frollature rapide innanzitutto per un motivo economico. Mio nonno diceva che la carne morta fa pianger il vivo».
 Insomma, tenere in cella la carne a maturare per più giorni comporta un’inevitabile progressiva perdita di acqua (e di peso) e quindi diminuiscono i margini di guadagno. Poi, non tutte le carni (ad esempio quelle di bovini che hanno messo su peso velocemente) riescono a sopportare lunghe frollature. «In fatto di tempo, non esiste una regola per la frollatura. Di norma l’anteriore viene fatto frollare meno rispetto al posteriore. Ciò perché i tagli anteriori richiedono lunghe cotture, mentre quelli posteriori (tipo filetto, controfiletto, costata) vanno cucinati rapidamente e devono essere teneri in partenza.
 Temperatura e umidità della cella giocano un ruolo primario, vanno tenute sotto controllo. Dal momento che ogni carne ha la sua storia, non esistono regole rigide su questi due parametri per avere una buona frollatura. Da considerare però c'è che in una cella con umidità troppo bassa la carne si secca, mentre se è troppo alta la carne è molto bagnata, la carica batterica aumenta e la frollatura procede più svelta».
Morbidezza e sapore
 Come distinguiamo ad esempio una bistecca ben frolla da una no? «Partendo della stessa bestia, la carne meno frolla è quella che rilascia in cottura più acqua ed è poi meno tenera. Quella giustamente frolla è tenera e ha gusto».
Oggi pare che i consumatori chiedano tenerezza piuttosto che sapore e quest’ultimo dipende molto dall’alimentazione qualitativa dei bovini. «Insomma è un po' come fare il cioccolato: non tutti a partire dalle stesse fave lo fanno uguale e non tutti lo fanno davvero buono».
Ecco perché i bovini lavorati dai Damini non sono semplici limousine (razza francese), ma griffati «limousine Damini»: i capi provengono da un preciso allevamento che effettua un’alimentazione supercontrollata, poi il savoir faire di grandi e sensibili macellai fa la differenza.
Per i carnivori più scettici, annesso al negozio che effettua spedizioni in tutt'Italia c'è il simpatico ristorante dove toccare con mano (anzi gustare con forchetta!), fra le varie proposte di Giorgio, il fratello di Gianpietro, la dolcezza, la pienezza di sapore e tenerezza di una battuta a coltello di carne in diverse frollature.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS