14°

28°

Saperi e Sapori

Pane carasau, una musica che arriva dalla Sardegna

Pane carasau, una musica che arriva dalla Sardegna
Ricevi gratis le news
0

di Errica Tamani
L’aspetto di una sfoglia sottile e croccante, che al morso, produce un una serie suoni secchi che fanno eco alla progressiva frantumazione, lo rende inconfondibile. Il pane tipico, rappresentativo, della cucina sarda, ricorda la pergamena su cui venivano scritte le note musicali ed ecco che è noto anche come «carta musica».
Di origini antichissime, se ne sono trovate tracce nei nuraghi (ma c’è chi gli attribuisce un’origine araba), questo pane leggero e «scrocchiarello», grazie alla sua estrema conservabilità (dura anche sei mesi) si identifica da sempre con il pane dei pastori sardi che potevano portarne con sé delle scorte senza che perdesse minimamente la croccantezza caratteristica. Il nome alluderebbe al concetto di pane indurito, in special modo «staccato», benché questa accezione sia ormai poco percepita.
Deriverebbe infatti dal termine in lingua accadica «kara?u», ossia, «rompere, staccarsi», e anche «tagliare a pezzi, staccare in due parti». In effetti, questo pane (fatto a base di semola di grano duro, sale, lievito e acqua), una volta infornato ad altissima temperatura, sui 500 Cº, si gonfia rapidamente come fosse un palloncino ed è allora che viene tagliato lungo la circonferenza in due sfoglie nette e quindi «staccato». I vari dischi ottenuti, subiscono un’ulteriore asciugatura in forno. Perfetto come snack spezza fame, il pane carasau è davvero versatile: può fare da base per una dadolata di pomodori conditi con extravergine sale e basilico oppure può essere usato a scaglie come ‘cucchiaio’ croccante per recuperare formaggi cremosi come lo stracchino oppure mousse di mortadella piuttosto che di melanzane o ancora può essere intinto a mo’ di «nachos» messicani in salse sfiziose, come stuzzichino simpatico di un aperitivo informale a casa con amici.
Nella cucina sarda è anche una base per successive preparazioni: la più semplice che prevede che venga cosparso (con gocce) di olio e infornato di nuovo comporta un cambio di nome: da carasau il pane così condito si chiama «guttiau» ossia «gocciolato». Una trovata ingegnosa e ghiotta, divenuta ormai una tradizione affermata, lo vuole inumidito nel brodo o nell’acqua salata e usato come velo di pasta, proprio come si fa per le lasagne, da impilare, in alternanza a strati di sugo di pomodoro, pecorino grattugiato con ghiotto tocco finale di uovo in camicia posto in cima alla «pila». In questo modo abbiamo l’imperdibile pane «frattau» ossia «grattugiato» (riferito al Pecorino che insaporisce il tutto).
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti