-2°

Saperi e Sapori

La torta di pane e latte, povera ma nobile

La torta di pane e latte, povera ma nobile
Ricevi gratis le news
0

Un pizzico di «arte di far di necessità virtù» unito a quanto basta di «arte di arrangiarsi»: ecco la ricetta che spesso ci toglie dai guai nelle cose della vita come nella cucina. Lo sanno bene le «rezdore» del passato che, davanti alle necessità più stringenti, hanno saputo aguzzare l’ingegno e recuperare gli avanzi con gusto.
Oggi ad esempio, adducendo la scusa del poco tempo, si compra il pane grattugiato, per impanare cotolette o per fare polpette, e magari si è gettato via quello di qualche giorno prima. Col pane vecchio, nonne e bisnonne della Penisola hanno inventato ricette appetitose come la panzanella o la pappa col pomodoro.
In Brianza, ma anche in Veneto, è ancora viva l’usanza di cucinare nei mesi autunnali, in ottobre soprattutto, in coincidenza con le singole feste patronali, o per la Madonna del Rosario, una torta di origine contadina, il cui ingrediente principale è appunto il pane raffermo. Si sbaglierebbe a pensare che le umili origini di questo dolce coincidano con povertà di ingredienti e scarsa golosità. In vero, questa tipologia di torta, che assume i nomi più disparati, da «torta paesana» a «torta paciarella» a Gessate, a «turta mica e làcc’» (torta di pane e latte), probabilmente è il frutto di un assemblaggio scaltro degli avanzi della credenza (dal cacao all’uvetta, dai pinoli ai biscotti) e si è via via arricchita, con il diffondersi del benessere.
Le varianti della ricetta non cambiano solo da paese a paese, ma anche da famiglia a famiglia (chi mette i canditi, chi gli amaretti, chi leva l’uvetta) e spesso ci si regola a occhio perché i rischi di fallimenti sono quasi nulli. L’importante è partire al pane raffermo (in Brianza è la michetta a farla da padrone) amollato nel latte e aggiungere il resto delle delizie sino a fare un composto che una volta cotto si presenterà scuro (per via del cacao), con la superficie crostigliante e l’interno morbido e umido.
Ecco gli ingredienti: 500 g di pane raffermo; 1 l di latte fresco; 100 g di cioccolato fondente grattugiato; 300 g di amaretti tritati ; 200 g di zucchero vanigliato; 50 g di burro; 100 g di cacao dolce, 50 g di cacao amaro;2 uova; un pizzico di sale. Un paio d’ore prima di iniziare, in una ciotola si ricopre di latte il pane spezzato. Si tritano gli amaretti. Si impasta il pane strizzato (lasciato in ammollo per due ore nel latte) con il resto degli ingredienti. Si versa il composto in una tortiera imburrata e si cuoce in forno già caldo a 180° C per 1 ora e 1/2. La prova ‘stecchino’ garantirà la cottura. L’attesa, la torta va gustata fredda, la renderà più «dolce».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

9commenti

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

spagna

Igor era in Spagna da settembre. "Accetto l'estradizione in Italia"

15commenti

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

nuoto

Europei, tris d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

SOCIETA'

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5