Saperi e Sapori

"Victoria sandwich", un dolce da regina

"Victoria sandwich", un dolce da regina
Ricevi gratis le news
1

Ha un nome regale, origini inglesi e diversamente da quanto ci si aspetterebbe, non è salato, ma dolce ed è perfetto per l’ora del tè. Mistero presto svelato quello del «Victoria sandwich», lo spuntino intitolato alla leggendaria regina inglese che regnò per più di sessant’anni filati.
Si racconta che ne fosse particolarmente ghiotta e che non potesse mancare tra le proposte, dolci e salate, destinate ad accompagnare la classica tazza pomeridiana di tè. Si tratta di uno spicchio di torta spugnosa diviso in due, farcito di crema al burro e da un bel velo di confettura di lamponi o di fragole. Accattivante dal punto di vista cromatico (il giallo della torta è intervallato dal candore della crema e dal tocco rosso brillante della confettura), non è meno piacevole al gusto grazie al gioco di contrasti che si crea sia tra la voluttuosità della crema al burro e l’acidità «sgrassante» dei frutti rossi, sia tra la consistenza morbida e lievemente spugnosa della pasta (più compatta del pandispagna) e l’umidità della farcitura.
Pare che l’invenzione di questo sandwich spetti alla duchessa Anna di Bedford che nel pomeriggio aveva sempre un vuoto di stomaco e che dunque si faceva portare dai servitori un paio di stuzzichini dolci con un po’ di tè. L’abitudine si consolidò grazie alla pratica di dare vita al rituale della pausa del tè con tanto di ospiti. Si da il caso che la duchessa di Bedford fosse anche dama di compagnia della regina Vittoria e che quest’ultima rese il momento del tè un evento prestigioso cui gli ospiti partecipavano indossando l’abito da sera e in cui non poteva mancare il dolce preferito, appunto la torta farcita di crema al burro e confettura di lamponi, ogni spicchio della quale costituiva il succitato sandwich.
Per preparare la pasta occorrono si montano 225 g di burro tenuto a temperatura ambiente con 225 g di zucchero e si versano 4 uova intere precedentemente sbattute. Quindi si unisce la farina (225 g) setacciata col due cucchiai di lievito per dolci e un pizzico di vaniglia mescolando con cura. Si versa il composto in due teglie tonde (18 cm di diametro) e via in forno a 170°C per circa 25 minuti. Per la crema al burro si montano 125 g di burro già a temperatura ambiente con 250 g di zucchero a velo vanigliato, si aggiungono due cucchiai di latte. Il tutto deve risultare liscio e soffice.
Una volta che i dischi di pasta sono già sfornati e raffreddati, si ricopre uno di essi con un abbondante strato di confettura di lamponi e poi si spalma la crema al burro.
Si appoggia l’altro disco e si spolvera con zucchero a velo. Per avere la corona, non resta che preparare una tazza di tè. E. T.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • anto

    07 Maggio @ 14.17

    ottimo dolce, gusto delicato,ringrazio per la ricetta!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Ascolti: fiction Canale 5 a 2,2 mln, Sarà Sanremo 11.36%

televisione

Ascolti tv: la fiction Sacrificio d'amore vince di misura su Sarà Sanremo

Guerre stellari tra solennità e disco music

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il nuovo video sulle 5 regole per non toppare l’anolino di fidenza

TRADIZIONI

Anolini, a Fidenza li fanno così (video). E voi? Inviate video e foto

Lealtrenotizie

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

BASSA

Donna investita da un'auto a San Secondo: è grave

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

STADIO TARDINI

Il Parma col Cesena punta alla cinquina Diretta dalle 15

I crociati hanno vinto le ultime quattro gare in casa ma i romagnoli sono in gran forma con un attacco prolifico. Fuori Munari, gioca Dezi

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

ALLUVIONE

Tra ruspe e "angeli del fango": a Lentigione si lavora senza sosta Foto

Messa domenicale sul sagrato della chiesa

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

8commenti

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

1commento

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

CUNEO

La salma di Vittorio Emanuele III tornerà in Italia

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260