-2°

Saperi e Sapori

L'erba amara mantovana farcita da oscar nella frittata

L'erba amara mantovana farcita da oscar nella frittata
Ricevi gratis le news
0

Errica Tamani

Dalle pasticche aromatiche alla cucina. Il passo non è stato breve per quella che è conosciuta come «erba amara» e che ha messo radici soprattutto a Castel Goffredo, paese del Mantovano che ha sublimato le note mentolate e amarotiche della «Balsamita major» (questo il nome scientifico della pianta in questione) in un tortello che è diventato vessillo gastronomico locale. Negli orti della terra dei Gonzaga, l’erba amara ha trovato spazio e protezione, tanto da diventare elemento fondamentale di una serie di piatti della tradizione e motivo ispiratore di ricette pensate ad hoc (si veda il libro «Il gioco dell’erba amara» di P. Polettini e L. Corresini). La «Balsamita major» ha una spiccata vocazione balsamica; il sentore di menta complicato da un quid di limone e il gusto deciso con finale amaro che ricorda l’albedo (la parte bianca dell’agrume), tipico delle erbe che aiutano la digestione, ha fatto sì che venisse usata come pianta officinale nei conventi domenicani della Toscana. In particolare, in quello fiorentino di Santa Maria Novella, di cui oggi ancora rimane in attività la prestigiosa Officina Profumo Farmaceutica, già nel XVII secolo si facevano pasticche rinfrescanti e un’acqua profumata con l’erba amara. Entrambi i prodotti sono ancora realizzati ai nostri tempi secondo le antiche ricette. Che la «Balsamita major» sia arrivata a Castel Goffredo per via di frati domenicani è un’ipotesi così come è possibile che l’utilizzo gastronomico delle sue foglie sia legato all’uso popolare di arricchire di sapore ingredienti semplici e poveri attraverso l’aggiunta di erbe aromatiche. Fatto sta che nel Mantovano, quella che è nota in Piemonte come erba di San Pietro (nel noto libro di Anna Gosetti della Salda viene citata in un paio di occasioni, nell’ambito della cucina regionale piemontese: «Turinèisa» e «frittate alle erbe») e che in Toscana ha conosciuto per lo più un utilizzo legato alla fitoterapia e all’universo officinale, ha ricevuto invece grande accoglienza nelle cucine di famiglia. Non solo nei tortelli amari di cui abbiamo già parlato, qualche anno fa, ma anche nel gelato, nella polenta, nel liquore, nei dolci. Tra fine giugno e la prima quindicina di luglio, l’erba amara (che qualcuno avrà nell’orto o nei campi) raggiunge la più alta espressione aromatica e allora ci si può sbizzarrire tenendo conto che le foglie più vecchie hanno un sapore così come un livello d’amaro più spiccato mente quelle giovani risultano più delicate. Per la frittata alla maniera di Castel Goffredo, dove è presente la cipolla (assente invece in quella piemontese della Gosetti della Salda), si sbattono 6 uova, 100 g di parmigiano grattugiato, 4 cucchiai di latte, sale e pepe e si lascia riposare il composto. In un tegame si passa in 40 g di burro l’erba amara tritata (100 g circa) e quando è fredda si unisce al mix di uova mescolando bene. In una padella si rosola una cipolla media bianca con olio, si alza il fuoco e si aggiungono le uova aromatizzate. Si gira almeno due volte. Deve rimanere gialla ed è gustosa anche fredda. Ed è solo l’inizio.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

9commenti

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

spagna

Igor era in Spagna da settembre. "Accetto l'estradizione in Italia"

15commenti

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

nuoto

Europei, tris d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

SOCIETA'

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5