Saperi e Sapori

«Ramassìn», per una confettura a tutto gusto

«Ramassìn», per una confettura a tutto gusto
Ricevi gratis le news
0

Errica Tamani

A vederli si direbbero delle zucchelle in formato mignon. Possibile? Invece, si scopre che quella è la loro grandezza naturale, che più di così non diventano grandi. Forma ovale, colore blu violaceo intenso (ma non della tonalità degli occhi di Liz Taylor), le piccole prugne di cui parliamo sono tipicamente piemontesi e si chiamano abitualmente col nome dialettale: «ramassìn».
Sui cartellini degli ortofrutta il termine viene italianizzato in «ramazzini». Verrebbe subito da pensare alla «ramazza» e in effetti c’è chi sostiene che in passato queste prugnette si raccogliessero direttamente a terra, dove erano cadute poiché mature, con la scopa. I più invece amano spiegare la parola dialettale «ramassìn» (dalmasìn, o darmasìn) come traduzione del nome della varietà d’appartenenza, nota come «damaschina», che immediatamente riconduce alla capitale siriana Damasco, terra originaria di cui queste prugne. 
Gli alberi rustici e particolarmente resistenti hanno trovato l’habitat ideale nella zona di Saluzzo e in particolare nella piccola valle Bronda, da cui pare provengano i frutti migliori. La raccolta inizia a metà giugno e si protrae sino ad agosto. Un tempo non si vendevano a peso, ma a "palot" (la piccola pala usata come strumento di misura). I prezzi all’inizio sono di tutto rispetto, mentre man mano che la stagione estiva avanza e la produzione di ramassìn aumenta, calano vistosamente. Ciò in virtù del fatto che queste piccole prugne sono assai delicate e che vanno consumate entro pochi giorni dalla raccolta. 
A questo proposito, si evita di lasciarle cadere a terra: l’urto danneggerebbe la polpa. Invece si utilizzano delle reti, stese sotto le piante, che intercettano la caduta, a seguito di scrollatura giornaliera dei rami, dei frutti maturi. Non occorre andare in Piemonte per assaggiarli e apprezzare la buccia sottilissima che avvolge una polpa morbida e succosa, dolce, zuccherina sino al midollo (che si stacca facilmente) e aromatica. Infatti, i ramassìn, tra l’altro dal 2006 tutelati dal Consorzio di promozione e valorizzazione del Ramassin del Monviso - Valle Bronda, arrivano anche in Liguria nelle classiche località marittime bazzicate da tanti Parmigiani.  Deliziose al naturale, le damaschine vengono anche cotte denocciolate nel vino, e condite con zucchero, oppure vengono sciroppate o ridotte a confettura. 
In quest’ultimo caso basta unire 1 kg di ramassìn (già lavati, asciugati e denocciolati); 500 g zucchero; 1 busta di preparato a base di pectina. Si mescolano gli ingredienti in una pentola dai bordi alti posta sul fuoco vivo, mescolando ogni tanto. Dal momento parte una forte ebollizione, si calcolano almeno 3 minuti di cottura, mescolando sempre. Se fosse troppo liquido il composto, basta aggiungere il succo di un limone. Si spegne il fuoco, si mescola per un minuto per far sparire la schiuma. SI versa la confettura bollente nei vasetti già sterilizzati, si pulisce il bordo esterno e si mettono i coperchi nuovi capovolgendo i barattoli per almeno 5 minuti. Poi si riposizionano dritti e si lasciano raffreddare del tutto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS